Sarcomi, GSK espande accordo con Adaptimmune per velocizzare sviluppo di immunoterapia

GlaxoSmithKline ha deciso di espandere la propria collaborazione con Adaptimmune allo scopo di accelerare il suo principale programma clinico in ambito oncologico per arrivare alla conduzione di trial pivotal nel sarcoma sinoviale.

GlaxoSmithKline ha deciso di espandere la collaborazione con Adaptimmune allo scopo di accelerare il suo principale programma clinico in ambito oncologico per arrivare alla conduzione di trial pivotal nel sarcoma sinoviale.

Le due società hanno firmato un accordo di collaborazione strategica e di licenza lo scorso giugno per cinque programmi clinici, incluso quello principale per la valutazione in una immunoterapia sperimentale (TCR, recettore delle cellule T modificate) conosciuta con la sigla GSK3377794 e che ha come target NY-ESO-1, uno degli antigeni meglio caratterizzati e più immunogenici espresso frequentemente in molti tumori.
In base al nuovo accordo, le due aziende accelereranno lo sviluppo della immunoterapia nel trattamento dei sarcomi sinoviali e valuteranno il trattamento anche nel liposarcoma mixoide a cellule rotonde. Inoltre, le società inizieranno altri otto studi condotti per valutare la combinazione del trattamento con altre terapie, includi gli inibitori di checkpoint.

In base all’accordo, se GSK deciderà di espandere lo sviluppo della immunoterapia in più di una indicazione e in più di un tipo di antigene leucocitario umano, Adaptimmune potrà ricevere fino a 500 milioni di dollari al raggiungimento di milestone di sviluppo.