Pochi giorni fa, la Commissione Europea ha annunciato di aver condotto una serie di ispezioni a sorpresa che hanno coinvolto un limitato numero di aziende farmaceutiche sospettate di aver cercato di ritardare in maniera irregolare l'immissione in commercio di farmaci generici.

Anche se nel comunicato ufficiale della Commissione Europea non viene citata nessuna azienda, un portavoce di AstraZeneca ha confermato l'avvenuta ispezione. Secondo quanto riporta la testata finanziaria Bloomberg, anche  Nycomed sarebbe stata oggetto dell'ispezione. Altre società, come  Bayer, GlaxoSmithKline, Lundbeck, Novo Nordisk, Pfizer e sanofi-aventis hanno affermato di non essere coinvolte nell'indagine.

Queste ispezioni, condotte lo scorso 30 novembre, rappresentano il primo passo di una serie di indagini su pratiche anticompetitive nel settore farmaceutico. «Abbiamo la responsabilità di  fare in modo che i consumatori europei non paghino I loro farmaci più del dovuto» ha affermato il Commissario europeo alla competizione Joaquin Almunia in un suo discorso di fronte all'Assemblea «Continuerò con determinazione a rafforzare le misure a favore della competizione nel settore farmaceutico»

Comunicato della Commissione Europea