Eli Lilly ha annunciato di aver interrotto prematuramente gli studi clinici in corso sul farmaco sperimentale  pomaglumetad methionil, noto anche come mGlu2/3, per il trattamento della schizofrenia.
La decisione si basa sui risultati dello studio HBBN, il secondo trial di fase III del programma di sviluppo clinico del medicinale. Nello studio il farmaco non ha raggiunto l’endpoint principale in pazienti con esacerbazione acuta di schizofrenia. Inoltre, nello studio di fase II HBCO il farmaco non ha raggiunto l’endpoint come trattamento aggiuntivo agli antipsicotici atipici. La decisione di interrompere gli studi sul medicinale non si basa su dati di sicurezza.

Eli Lilly sta contattando i ricercatori che hanno condotto lo studio per delineare azioni specifiche relative all’interruzione di ogni studio sul farmaco. L’azienda collaborerà con gli esperti per garantire ai partecipanti il proseguimento delle cure al di fuori degli studi.

Il farmaco, che aveva dato risultati interessanti in fase II, riduce il rilascio pre-sinaptico del neurotrasmettitore glutammato nelle regioni del cervello dove sono espressi i recettori mGlu2/3. Quello che rende questo nuovo farmaco differente dagli altri antipsicotici è il suo target nel cervello. Diversamente da altri farmaci antipsicotici presenti sul mercato, che agiscono bloccando l’ “uptake” dei neurotrasmettitori dopamina e serotonina, il nuovo farmaco agisce sui recettori glutammatergici, coinvolti nell’apprendimento e nella memoria.