Takeda cede a Novartis la terapia per l'occhio secco. Affare da oltre $5 mld

Takeda ha accettato di vendere alla casa farmaceutica svizzera Novartis il primo e unico farmaco per la terapia dell'occhio secco per 3,4 miliardi di dollari e potenziali ulteriori pagamenti fino a 1,9 miliardi di dollari. E' la prima cessione dall'acquisizione della britannica Shire.

Takeda ha accettato di vendere alla casa farmaceutica svizzera Novartis il primo e unico farmaco per la terapia dell’occhio secco per 3,4 miliardi di dollari e potenziali ulteriori pagamenti fino a 1,9 miliardi di dollari. E’ la prima cessione dall’acquisizione della britannica Shire.

Takeda mira a cedere attività per 10 miliardi di dollari al fine di ridurre il debito contratto per l'enorme acquisizione di Shire siglata a gennaio, che l'ha catapultata tra i primi 10 produttori di farmaci del mondo grazie alle vendite, ma che ha portato con se un onere finanziario importante che adesso l’azienda cerca di mitigare.

La vendita del trattamento per l’occhio secco, commercializzata come da Shire Xiidra, è destinata a chiudersi nella seconda metà del 2019, hanno dichiarato le due aziende.

Lifitegrast il principio attivo del farmaco, è il primo trattamento indicato per affrontare i sintomi associati alle due diverse forme della malattia: ipolacrimia, cioè ridotta produzione di lacrime e dislacrimia, eccessiva evaporazione. Lifitegrast è un antagonista delle integrine che inibisce l’attivazione delle cellule T e l’adesione, migrazione, proliferazione e rilascio delle citochine.

L'occhio secco si verifica quando le lacrime non riescono a fornire una lubrificazione adeguata e, se non trattata, questa patologia può diventare estremamente dolorosa, causando danni permanenti alla cornea e alla vista. Colpisce circa 34 milioni di persone negli Stati Uniti, ha dichiarato Novartis.

Novartis in una nota fa sapere che assumerà circa 400 dipendenti associati a Xiidra, un farmaco che nel 2018 ha generato ricavi per circa 400 milioni di dollari.

Takeda ha fatto anche sapere che sta anche completando la cessione di TachoSil, un cerotto chirurgico per il controllo delle emorragie. A comprare sarà Ethicon per circa 400 milioni di dollari.

Le azioni di Takeda hanno reagito bene alla notizia e sono salite del 3,3 per cento.