La giapponese Takeda Pharmaceutical ha reso noto di aver acquisito da Seattle Genetics i diritti mondiali  per brentuximab vedotin (SGN-35) un nuovo farmaco  in sviluppo per il linfoma di Hodgkin e il linfoma anaplastico a grandi cellule.
Takeda pagherà 60 milioni di dollari per ottenere i diritti sul farmaco al di fuori di Usa  e Canada e condividerà la metà dei costi dello sviluppo clinico.

Brentuximab vedotin è un nuovo farmaco formato dall'unione di un potente chemioterapico (monomethyl auristatin E) coniugato con un anticorpo che ha come bersaglio la proteina di membrana CD30 che appartiene alla famiglia del TNF.  Monomethyl auristatin è molto tossico e non può essere somministrato come tale. Con la tecnologia messa a punto da Seattle Genetics il farmaco viene liberato direttamente all'interno delle cellule che esprimono il CD30, con un effetto di killing molto mirato.

E' in corso uno studio di fase II su 100 pazienti i cui risultati saranno disponibili nella seconda metà del 2010.
Nella prima metà del 2011, Seattle Genetics intende depositare il dossier registrativo  all'Fda e all'Emea per poter mettere il farmaco in commercio nella seconda metà del 2011, grazie ad un'approvazione con procedura accelerata. Il tutto, ovviamente, è condizionato al successo dello studio in corso.