La società farmaceutica belga UCB ha annunciato una partnership strategica con Parexel International e PRA International mediante la quale le CRO con sede negli Stati Uniti diventeranno parte integrante del team di UCB dedicato alla conduzione dei trial clinici. I termini dell’accordo non sono stati resi noti.

L’accordo è su base mondiale e troverà applicazione  a tutti i nuovi programmi di sviluppo clinico.

Il direttore medico mondiale di UCB, Iris Loew-Friedrich, ha affermato che la partnership ha lo scopo di espandere a livello mondiale l’attività di sviluppo clinico di UCB, includendo anche l’Asia. L’accordo migliorerà l’efficienza  e la costo/efficacia dello sviluppo dei farmaci di UCB e aumenterà anche le opportunità di collaborazione e innovazione.

Da Parexel, UCB deriverà i benefici di un collaudato processo di sviluppo clinico, che si estrinseca in tutte le fasi del processo e che è supportato dalla piattaforma tecnologica denominata eClinical. Il chief executive officer di Parexel sottolinea anche l’esperienza della sua azienda nel campo dei processi regolatori e nelle attività commerciali di cui che adesso beneficierà UCB.
Colin Shannon, CEO di PRA International, sottolinea invece l’esperienza della sua azienda nello sviluppo di farmaci per il SNC, area in cui è fortemente coinvolta UCB, oltre ai servizi per gli studi  clinici.

UCB è una società farmaceutica belga specializzata nei farmaci per il sistema nervosa centrale e per la cura di patologie su base immunitaria. L’azienda, che occupa 8500 persone e che è presente in 40 Paesi, lo scorso anno ha generato ricavi per 3,2 miliardi di euro.