Voci dismissione Menarini, l'azienda smentisce

Business
Intesa con un fondo di private equity, alleanza con una big pharma oppure la quotazione in borsa. Sarebbero queste secondo un articolo pubblicato sul settimanale Il Mondo in edicola oggi le ipotesi al vaglio di Mediobanca per il futuro del gruppo Menarini, una realtà europea da 3 miliardi di dollari di fatturato.

L'articolo manda su tutte le furie il gruppo farmaceutico fiorentino che non ci sta e affida a un duro comunicato la replica, minacciando anche azioni legali.

La famiglia Aleotti –si legge nella nota diffusa alla stampa- smentisce in modo categorico la notizia, del tutto priva di fondamento, circa un presunto mandato a Mediobanca per una eventuale intesa con un fondo di private equity, o una alleanza con una big pharma  o la messa all’asta della Capogruppo Menarini o la quotazione in borsa o qualsivoglia analoga operazione societaria.  Si ribadisce con fermezza l’assoluta falsità di tale notizia non essendo stato conferito a Mediobanca, così come a nessun altro istituto, alcun mandato, anche solo perlustrativo, per tali ipotesi mai oggetto di considerazione da parte della proprietà.

La famiglia Aleotti – continua il comunicato- desidera sottolineare al contrario il proprio impegno totale a continuare a dedicarsi allo sviluppo e alla internazionalizzazione del Gruppo Menarini, in assoluta indipendenza. E’ stato inoltre dato mandato ai legali di valutare gli estremi di eventuali azioni a tutela della verità e della immagine di Menarini.

Articolo su Menarini pubblicato sul settimanale Il Mondo