Cardiologia

VIDEO

Scompenso cardiaco, nuova terapia con dapagliflozin, efficace in persone con e senza diabete


San Giovanni Bosco di Torino uno dei centri leader in Italia per chiusura percutanea dell’auricola


Prevenire l’ictus con chiusura percutanea dell’auricola. Esperienza del San Giovanni Bosco di Torino


I nuovi anticoagulanti orali sono cost effective?


Sindrome coronarica acuta e fibrillazione atriale: come va gestita la terapia anticoagulante orale?


Come gestire le interazioni tra farmaci nei pazienti che assumono gli anticoagulanti orali


Tromboembolismo venoso nel paziente oncologico: quali sono le precauzioni da adottare?


Nuovi anticoagulanti orali nella pratica clinica: a Porretta Terme un meeting per fare il punto


Cosa fare dopo in ictus per quanto concerne la terapia anticoagulante orale?


Embolie polmonari incidentali: ruolo terapeutico degli anticoagulanti orali


Le interazioni farmacologiche nel paziente in Nao: un problema emergente


I miglioramenti post-operatori dei pazienti operati con cardiochirurgia robotica


L'evoluzione della cardiochirurgia mininvasiva all'Humanitas Gavazzeni


I vantaggi della cardiochirurgia robotica rispetto ad altre tecniche mininvasive


Il cuore batte nel web, la prevenzione delle patologie cardiovascolari inizia in rete


Patologie cardiovascolari: un italiano su due non sa che sono la prima causa di morte


7 cose da sapere sulle nuove linee guida sulle dislipidemie


Diabete, prediabete e malattie cardiovascolari: le novità delle linee guida europee


Cosa fare quando il colesterolo è elevato ma i farmaci ancora non servono?


Cosa ne sanno gli italiani del colesterolo?


Lotta al colesterolo elevato, da Mylan un impegno che dura da 15 anni


I nutraceutici sono utili nella lotta al colesterolo elevato?


ARTICOLI

Statine efficaci e sicure a qualsiasi età, anche nel paziente anziano. Meta-analisi su “Lancet”

Se la terapia con statine ha ampiamente dimostrato di ridurre i principali eventi vascolari e la mortalità cardiovascolare in una vasta gamma di individui, finora vi è stata incertezza circa l'efficacia e la sicurezza di questo trattamento nelle pers[...]

Rivascolarizzazione coronarica, mortalità maggiore sia dopo intervento percutaneo sia dopo by-pass

La necessità di ripetere la procedura a seguito di rivascolarizzazione dell'arteria coronarica principale sinistra è più comune tra i pazienti inizialmente trattati con intervento coronarico percutaneo (PCI) rispetto alla chirurgia di by-pass aorto-c[...]

TAVI in aumento: efficacia, minori complicanze e bassa invasività i punti di forza della procedura 

La stenosi della valvola aortica (il processo di ispessimento e irrigidimento dei lembi che può determinare un restringimento anomalo della valvola e la riduzione della circolazione sanguigna), è una patologia grave e progressiva che colpisce circa i[...]

Ipertensione, insorgenza più precoce nelle donne. Alla fonte delle differenze di genere nelle cardiopatie

Prove ricavate da misurazioni seriali della pressione arteriosa (PA) effettuate nel corso di decenni mostrano, che rispetto agli uomini, le donne hanno costantemente un'insorgenza precoce e più rapida dell'ipertensione, a partire dai 20 anni, contrar[...]

Alirocumab, inibitore PCSK9: benefici cardiovascolari da riduzione di lipoproteina (a) oltre che delle LDL

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) trattati con alirocumab, inibitore della proteina PCSK9 in aggiunta alla terapia con statine ad alta intensità, una riduzione della lipoproteina (a) [Lp (a)] contribuisce alla riduzione complessiva dei[...]

Ipertensione in gravidanza:  frequente e insidiosa, ma sottovalutata. Da GIMBE le linee guida del Nice in italiano

La Fondazione GIMBE ha realizzato la sintesi in lingua italiana delle linee guida del National Institute for Health and Care Excellence (NICE), aggiornate a giugno 2019, già pubblicate nella sezione “Buone Pratiche” del Sistema Nazionale Linee Guida,[...]

Rigurgito aortico: pressione diastolica e frequenza cardiaca a riposo importanti marker prognostici

Nuovi dati, pubblicati sul “Journal of American College of Cardiology” (JACC), dimostrano che la pressione arteriosa (PA) diastolica e la frequenza cardiaca (FC) a riposo forniscono importanti informazioni prognostiche per i pazienti con rigurgito ao[...]

I bevitori di tè hanno meno malattie cardiache e ictus e vivono più a lungo

Bere il tè almeno tre volte alla settimana è legato ad una vita più lunga e più sana, secondo uno studio pubblicato oggi sull'European Journal of Preventive Cardiology, una rivista della Società Europea di Cardiologia (ESC).

Lavarsi bene i denti protegge il cuore da fibrillazione atriale e scompenso cardiaco

Una corretta pulizia dei denti è associata a minori rischi di fibrillazione atriale e di scompenso cardiaco, secondo uno studio pubblicato oggi sull'European Journal of Preventive Cardiology, una rivista della Società Europea di Cardiologia (ESC).

Fibrillazione atriale, efficace l'astensione dall'alcol in prevenzione secondaria

Una nuova ricerca, pubblicata sul “New England Journal of Medicine”, dimostra che evitare l'alcool può ridurre la durata dei sintomi e la probabilità di recidiva nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) accertata. I bevitori regolari arruolati nel[...]

Riduzione significativa dei livelli di lipoproteina(a) con nuovo agente antisenso in trial di fase 2

Un nuovo agente antisenso - denominato AKCEA-APO(a)-LRx - abbassa drasticamente i livelli di lipoproteina(a) in pazienti con Lp(a) elevata e malattie cardiovascolari  (CVD) accertate. Lo dimostrano i risultati di uno studio di fase 2 pubblicato onlin[...]

Ipercolesterolemia, semplificata la prescrizione di evolocumab dopo infarto del miocardio

Con una determina pubblicata sulla GU n. 291 del 12/12/2019, l’Aifa ha reso più agevole la rimborsabilità di evolocumab garantendo una sorta di  “fast track” per due tipologie di pazienti ad alto rischio cardiovascolare: i pazienti con infarto del mi[...]

Impianto della valvola aortica per via percutanea, la TAVI efficace anche nei più giovani e a basso rischio operatorio

Ha rivoluzionato la terapia della stenosi aortica negli anziani, ora potrebbe cambiare la storia clinica anche nei pazienti più giovani: l'impianto della valvola aortica senza bisturi per via percutanea (TAVI) potrebbe diventare un'opzione per tutti [...]

AF, prescrivere in PS ai più anziani a basso rischio un anticoagulante orale spinge all'uso a lungo termine

Un nuovo studio, pubblicato sul “Canadian Medical Association Journal” (CMAJ), indica che la prescrizione di un anticoagulante orale (OAC) agli adulti più anziani a basso rischio con fibrillazione atriale (AF) nel dipartimento di emergenza (pronto so[...]

HF post-IM, promettente un approccio ibrido meno invasivo per rivascolarizzare il ventricolo sinistro

Un'alternativa meno invasiva alla ricostruzione chirurgica migliora i sintomi e riduce il volume ventricolare sinistro nei pazienti con insufficienza cardiaca (HF) causati da infarto miocardico (IM). È quanto suggeriscono nuovi dati pubblicati online[...]

Chiusura dell'appendice atriale sinistra, esiti di safety rassicuranti a lungo termine per Watchman

I dati di follow-up a lungo termine dei registri di accesso continuativo per il dispositivo di chiusura dell'appendice atriale sinistra Watchman (Boston Scientific) suggeriscono che, mentre viene impiantato in pazienti più malati e a maggiore rischio[...]

Donne fate più esercizio fisico possibile, è il segreto della longevità

Le donne che possono allenarsi vigorosamente hanno un rischio significativamente più basso di morire per malattie cardiache, cancro e altre cause. Questa conclusione proviene da una ricerca presentata a EuroEcho 2019, un congresso scientifico della S[...]

Apabetalone non coglie l'endpoint primario di riduzione di MACE ma c'è cauto ottimismo. #AHA19

Il farmaco sperimentale apabetalone non ha ridotto il rischio di eventi cardiovascolari avversi maggiori (MACE) nello studio di fase 3 BETonMACE, svolto su pazienti con recente sindrome coronarica acuta (ACS), diabete di tipo 2 (DM2) e basso colester[...]

Pazienti con AF post-PCI: meglio ricorrere alla DAPT che alla tripla terapia. Analisi del RE-DUAL PCI

I pazienti con A-fibrillazione atriale (AF) che hanno subito di recente un intervento coronarico percutaneo (PCI) ottengono migliori esiti con la doppia terapia (DAPT) con dabigatran e un inibitore P2Y12 di quanto non facciano con la tripla terapia a[...]

Scompenso cardiaco, fattore predittivo di declino cognitivo per analisi post hoc dello studio WARCEF

Un declino cognitivo più pronunciato sembra verificarsi tra i pazienti con insufficienza cardiaca (HF) sistolica che avevano una migliore funzione cognitiva al basale. È quanto dimostra un'analisi post-hoc dei dati dello studio WARCEF, pubblicati su [...]