Cardiologia

VIDEO

Curare il diabete e le sue conseguenze cardiovascolari: come gestire tanti farmaci?


Se si assumono meno farmaci rispetto a quanto prescritto, il Servizio sanitario risparmia?


Come ritornare alla propria vita dopo un infarto? Stile di vita e riabilitazione cardiovascolare


Lotta al colesterolo “cattivo”: come migliorare l'aderenza al trattamento?


Malattie cardiovascolari e aderenza alla terapia: tre consigli per il medico di famiglia


Malattie cardiovascolari: come migliorare l'aderenza ai farmaci. I consigli di un esperto


Prevenire l'osteoporosi ma pensare anche al cuore. Al via campagna informativa europea


Prevenire le malattie cardiache ma pensare anche alle ossa. Al via la campagna #ProtectUrLife


La campagna di informazione #ProtectUrLife su prevenzione di osteoporosi e malattie cardiache


Prevenzione delle malattie cardiovascolari e dell’osteoporosi. L’impegno di Senior Italia


Malattie cardiovascolari, le donne sono più colpite?


Che cos'è la cardioncologia? Le donne sono più sensibili alla tossicità dei farmaci oncologici?


Le donne hanno un rischio più elevato di fibrillazione atriale e ictus?


Alimentazione nelle donne: consigli pratici per vivere più a lungo e in salute


Patologie aritmiche, esistono delle differenze di genere?


Ruolo delle Istituzioni dopo un evento cardiovascolare


Prevenzione secondaria cardiovascolare, partnership tra pubblico e aziende farmaceutiche


Prevenzione secondaria cardiovascolare, i farmaci che agiscono sull'ipercolesterolemia


Innovazione in cardiologia, come funzionano e a cosa servono i farmaci inibitori di PCSK9


Prevenzione cardiovascolare e ipertensione, quali le novità?


Scompenso cardiaco, cosa dicono le linee guida della Società Europea di Cardiologia


Il segreto per stare bene anche nella terza età? Vita sana e aderenza alle terapie


ARTICOLI

Un nuovo marker per l'infarto, meno costi più sicurezza

Riconoscere in tempo un caso di sindrome coronarica acuta (ACS) può salvare la vita del paziente. Per questo avere dei marker affidabili e specifici è cruciale. uno studio condotto da medici dell'Università di Charité di Berlino presentato nel corso [...]

Riduzione della colesterolemia: il punto sugli inibitori della PCSK9

In prevenzione cardiovascolare spesso non si raggiungono i valori target di colesterolemia-Ldl ed è questo il motivo principale che ha determinato il rapido sviluppo di una promettente nuova classe di farmaci ipolipemizzanti: gli inibitori della PCSK[...]

Intolleranza alle statine? Problema superabile

La maggior parte dei pazienti che hanno smesso di prendere le statine perché non le tolleravano potrebbero essere in grado di riprendere la terapia, quanto meno in modo intermittente. A suggerirlo è uno studio monocentrico appena pubblicato sul numer[...]

Clopidogrel e angioplastica, studio negativo sulla terapia guidata dal genotipo

Doccia fredda al recente congresso della European Society of Cardiology (ESC), svoltosi ad Amsterdam, per i sostenitori della strategia che prevede l'aggiustamento della terapia antiaggregante con clopidogrel in base al genotipo del paziente. Lo stud[...]

Polipillola migliora aderenza, pressione e LDL nei pazienti con malattie cv o ad alto rischio

Prendere una polipillola contenente una combinazione in dose fissa di aspirina, una statina e due antipertensivi ha migliorato l'aderenza alla terapia e migliorato leggermente la pressione sistolica e i valori di colesterolo LDL rispetto al trattamen[...]

Aliskiren inefficace contro l'aterosclerosi coronarica

L'inibizione del sistema renina-angiotensina con l'antipertensivo aliskiren si è dimostrata efficace nel frenare la progressione della coronaropatia in un gruppo di pazienti coronaropatici e con pre-ipertensione nello studio AQUARIUS, un trial multic[...]

Tromboembolismo venoso, edoxaban efficace come warfarin ma più sicuro

Arriva per quarto nella classe dei NOACs, i nuovi anticoagulanti orali, ma i dati sul tromboembolismo venoso appena presentati ad Amsterdam al congresso europeo di cardiologia fanno pensare che edoxaban abbia le carte in regola per competere con dabi[...]

Fibrillazione atriale post-infarto, CHADS2 dice se le statine sono utili

Il CHADS2 score è un sistema di punteggio adatto per predire l'incidenza di fibrillazione atriale (AF) di nuova insorgenza e può essere d'aiuto nell'identificazione dei pazienti che possono trarre il massimo beneficio dall'uso di statine per la preve[...]

Cardiologia, risultati negativi per farmaco sperimentale che aumenta HDL

In uno studio presentato al Congresso ESC di Amsterdam, il farmaco sperimentale RVX-208, che induce la sintesi di apolipoproteina A1 (APOA1), componente proteico principale delle lipoproteine ad alta densità (HDL), ha fallito nel portare a una regres[...]

Sindrome di Marfan, losartan frena la progressione della dilatazione aortica

La dilatazione della radice aortica nei pazienti con sindrome di Marfan può essere rallentata attraverso il trattamento con il bloccante del recettore dell'angiotensina losartan. E' quanto emerso dallo studio COMPARE (Cozaar in Marfan Patents Reduces[...]

Complicanze cardiovascolari dopo PCI non associate a interruzione terapia antiaggregante

Nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) con impianto di stent, il rischio di complicanze cardiovascolari dopo l'interruzione della doppia terapia antiaggregante (DAPT) è variabile e può anche non esserci. Lo dimostrano i risu[...]

Statine riducono eventi CV anche nei pazienti con livelli ridotti di LDL

Una terapia aggressiva con statine riduce il rischio di successivi eventi cardiovascolari in pazienti con malattia coronarica, anche in presenza di livelli molto ridotti LDL. E' quanto emerso da uno studio presentato al Congresso ESC di Amsterdam.

Dislipidemie, conferme in fase II per farmaco antisenso anti-apoC-III

Isis Pharmaceuticals ha annunciato i dati ad interim di uno studio di fase II condotto su APOCIIIRx in monoterapia in pazienti con livelli molto elevati di trigliceridi. Il trial è stato presentato al Congresso ESC di Amsterdam.

Ridurre l'interruzione della terapia antitrombotica prima della chirurgia non migliore l'outcome

Una interruzione della terapia anti-trombotica prima dell'intervento chirurgico più breve di quella tradizionale di una settimana non influisce sulle complicanze perioperatorie nei pazienti con patologie cardiache.E' quanto emerso dallo studio PRAGUE[...]

Ipercolesterolemia familiare, risultati positivi per anti-PCSK9 di Amgen

L'ipocolesterolemizzante AMG 145, un anticorpo monoclonale sperimentale diretto contro la proteina PCSK9, sviluppato da Amgen, riduce di circa un terzo rispetto al placebo i livelli di lipoproteina (a) in pazienti con ipercolesterolemia familiare già[...]

Scompenso cardiaco acuto, serelaxina migliora sintomi e mortalità in diversi sottogruppi di pazienti

I risultati di una nuova analisi dello studio di fase III RELAX-AHF indicano che la molecola sperimentale RLX030 ha migliorato in modo consistente i sintomi e la mortalità nell'ambito di diversi sottogruppi di pazienti con scompenso cardiaco acuto v[...]

Il nuovo anticoagulante iniettivo otamixaban fallisce nella sindrome coronarica acuta

Il nuovo anticoagulante per via iniettiva sviluppato da Sanofi, otamixaban, non ha raggiunto l'endpoint principale dello studio di fase III TAO (Treatment of Acute Coronary Syndromes with Otamixaban) presentato al congresso ESC di Amsterdam.

Prasugrel: negli over 75, con 5 mg pari efficacia e più sicurezza dei 10 mg

In pazienti con malattia coronarica stabile (CAD) in terapia con acido acetilsaliciclico (ASA), il trattamento antiaggregante di soggetti molto anziani (MA, età =/>75 anni) con prasugrel al dosaggio di 5 mg determina un'attenuazione dell'inibizione p[...]

Ipertensione polmonare, conferme dal NEJM per l'efficacia di macitentan

Sul New England Journal of Medicinel, la più importante rivista medica a livello mondiale, sono stati pubblicati i dati dello studio di fase III SERAPHIN condotto su macitentan in pazienti con ipertensione polmonare. Il rischio di morbilità / mortali[...]

Ormone della crescita migliora funzione cardiaca nello scompenso cronico

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, ha mostrato che la terapia sostitutiva con ormone della crescita migliora la funzione cardiaca nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica e con carenza dell'ormone del[...]