Cardiologia

VIDEO

I love Life: una campagna informativa per sensibilizzare sullo scompenso cardiaco


Scompenso cardiaco: definizione, sintomi, consigli su stile di vita


Scompenso cardiaco: sacubitril/valsartan disponibile da circa un anno. Qual è il bilancio?


Tromboembolismo venoso e cancro, ruolo dei nuovi anticoagulanti orali


Nuovi farmaci anticoagulanti orali, ruolo del farmacista


I pazienti cardiologici oggi, caratteristiche e come è cambiata la loro gestione


Fibrillazione atriale e malattie tromboemboliche, qual è l'impatto economico e sociale?


Malattie tromboemboliche, vantaggi e impatto economico dei nuovi anticoagulanti orali


Gestione della fibrillazione atriale, cosa è cambiato con l'arrivo dei nuovi farmaci anticoagulanti orali?


Fibrillazione atriale e nuovi anticoagulanti orali, il ruolo del medico di medicina generale


Malattie croniche, il punto di vista delle istituzioni


Scompenso cardiaco, la riscoperta del canrenone come antialdosteronico


Morte cardiaca improvvisa: da cosa è determinata e cosa si può fare?


Tre novità nella terapia anti colesterolo


Aterosclerosi occulta: cosa è, perchè va cercata e in quali persone


Gestione clinica e organizzativa delle malattie tromboemboliche: 27 marzo convegno a Milano


Ruolo dei nutraceutici nella prevenzione cardiovascolare


Rischio residuo cardiovascolare nel diabete, cosa si può fare con i nutraceutici?


Trattamento dell’ipercolesterolemia: farmaci o nutraceutici?


Nutraceutici e malattie cardiache: ruolo dei concentrati di mela Annurca


Ipertensione giovanile, da cosa dipende e come agire


Prevenzione secondaria cardiovascolare, le ultime novità


ARTICOLI

Antialdosteronici e scompenso diastolico: c'è una associazione con l'outcome?

L'utilizzo di antialdosteronici in pazienti anziani con scompenso cardiaco con funzione sistolica del ventricolo sinistro conservata (HF-PEF) non è associato a miglioramenti dell'outcome clinico. Questi dati derivano da uno studio recentemente pubbli[...]

Scompenso cardiaco, carvedilolo meglio di metoprololo nei portatori di defibrillatori impiantabili

I betabloccanti non sono tutti uguali. Nei pazienti con insufficienza cardiaca lieve e portatori di un defibrillatore impiantabile biventricolare per la resincronizzazione cardiaca (CRT-D) carvedilolo sembra dare risultati migliori rispetto a metopro[...]

Farmaco antisenso anti-apoC-III promettente come ipolipemizzante

L'inibizione dell'apolipoproteina C-III (apoC-III) con il farmaco antisenso APOCIIIRx (sviluppato da Isis Pharmaceuticals), si è dimostrata promettente come strategia ipolipemizzante, riducendo in modo significativo sia l'apoC-III sia i trigliceridi,[...]

Simile pressione arteriosa “centrale” con bisoprololo e atenololo

L'utilizzo in pazienti ipertesi di bisoprololo oppure atenololo non mostra differenze significative nella pressione differenziale dopo 12 settimane di terapia. È questo il risultato principale di uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Journ[...]

Clopidogrel pre-PTA più atorvastatina riducono eventi ischemici cerebrali dopo stenting carotideo

La somministrazione di 600 mg di clopidogrel sei ore prima dell’angioplastica percutanea transluminale (PTA) con stenting carotideo e di una dose elevata di atorvastatina 12 ore prima e 2 ore dopo l’intervento riduce il rischio di eventi ischemici ce[...]

Abciximab poco efficace nell'angioplastica rescue

Nei pazienti trattati con angioplastica coronarica (PCI) rescue (ossia una pci dopo una trombolisi inefficace), dopo un carico di 300 mg di clopidogrel, l'utilizzo di abciximab non modifica il tasso di eventi avversi maggiori (MACE) a 30 giorni e a u[...]

Forame ovale pervio, chiusura tramite il device meglio di antiaggreganti e anticoagulanti

Pubblicati sul The New England Journal of Medicine i risultati dello studio RESPECT che confermano la superiorità della chiusura tramite dispositivo usando l'AMPLATZER PFO Occluder rispetto ai farmaci antipiastrinici o ai farmaci anticoagulanti nell[...]

Imatinib migliora la capacità di esercizio nell'ipertensione polmonari, ma ci sono effetti avversi

L'utilizzo di imatinib nei pazienti con ipertensione polmonare avanzata migliora la capacità di esercizio e i valori emodinamici, ma con una incidenza non trascurabile di eventi avversi seri e di interruzione della terapia. Questi dati derivano dallo[...]

Anomalie glicemiche post-ACS: sitagliptin migliora la funzione della beta-cellule

Sitagliptin, inibitore orale Dpp-IV, si è dimostrato in grado di migliorare la funzione beta-cellulare e le fluttuazioni glicemiche in pazienti con sindrome coronarica acuta (Acs), per esempio angina instabile/infarto miocardico, e alterazioni della [...]

Statine ad alto dosaggio ugualmente efficaci sulla riduzione degli ateromi in diabetici e non

Un trattamento con statine ad alto dosaggio ha portato a una riduzione simile degli ateromi in pazienti diabetici e non con una coronaropatia sintomatica in uno studio appena presentato a San Francisco in occasione dell'ultimo congresso dell'American[...]

Clortalidone e idroclorotiazide, altrettanto efficaci contro l'ipertensione, ma non ugualmente sicuri

Negli adulti anziani con ipertensione non complicata, clortalidone e idroclorotiazide hanno un'efficacia simile nel prevenire gli eventi avversi maggiori, ma idroclorotiazide appaare più sicura. A evidenziarlo è uno studio retrospettivo appena pubbli[...]

Possibile danno renale con le statine ad alto dosaggio

Nei pazienti che assumono statine ad alto dosaggio si ha un aumento significativo del rischio di danno renale acuto. Lo evidenzia uno studio osservazionale canadese, appena pubblicato sul British Medical Journal, in cui sono stati esaminati oltre 2 m[...]

Trimetazidina riduce la mortalità e gli eventi cardiovascolari nei pazienti con scompenso cardiaco

L'aggiunta di trimetazidina a una terapia medica ottimale nei pazienti affetti da scompenso cardiaco cronico porta a una riduzione della mortalità e degli eventi avversi cardiovascolari. Sono questi gli importanti dati recentemente pubblicati dall'In[...]

Riduzione degli eventi cardiovascolari con un rapido ottenimento del controllo pressorio

Una terapia antiipertensiva di combinazione con due farmaci come primo approccio è asociata ad una significativa riduzione del rischio di eventi cardiovascolari, l'ottenimento rapido di valori pressori ottimali era il fattore principale correlato all[...]

PPI cost-effective in pazienti trattati con ASA in prevenzione CV primaria e secondaria

I risultati di uno studio recentemente pubblicato ahead-of-print sulla rivista Cardiovascular and Drugs Therapy hanno mostrato come la somministrazione di PPI sia cost-effective nei pazienti che assumono ASA a basse dosi per la prevenzione primaria [...]

Prolungare aspirina e clopidogrel dopo impianto di stent non riduce decessi, infarti e ictus

Prolungare di molto la doppia terapia antiaggregante dopo il posizionamento di uno stent medicato non sembra migliorare gli outcome. Questo, almeno, è il risultato dello studio DES-LATE, un trial in aperto di autori coreani appena presentato al congr[...]

Statine, i medici Usa le prescrivono in modo inappropriato

Molti medici danno le statine a pazienti che in realtà hanno poche possibilità di beneficiare di questi ipocolesterolemizzanti. È ciò che accade quanto meno negli Stati Uniti, come rivelato da una recente indagine i cui risultati sono appena stati pu[...]

Anticoagulante più aspirina meglio di anticoagulante più doppio antiaggregante

Nei pazienti che assumono anticoagulanti orali (TAO) e vengono sottoposti ad una angioplastica coronarica (PCI), la somministrazione di solo clopidogrel in aggiunta all'anticoagulante (doppia terapia antitrombotica – DAT) permette di ottenere una sig[...]

Sospensione temporanea TAO: come per warfarin, bassi rischi anche per rivaroxaban

I pazienti affetti da fibrillazione atriale a moderato/alto rischio di ictus che sospendano momentaneamente o permanentemente una terapia anticogulante orale con rivaroxaban presentano il medesimo rischio di eventi clinici dei soggetti che sospendono[...]

Scompenso cardiaco, aliskiren più terapia standard non riduce mortalità e ricoveri

L'aggiunta di aliskiren alla terapia standard anti-scompenso cardiaco entro una settimana prima della dimissione da un ricovero per uno scompenso con frazione di eiezione ventricolare sinistra ridotta non ha fatto la differenza ai fini dei tassi di m[...]