Cardiologia

VIDEO

Malattia di Crohn complicata, vantaggi dell'approccio multidisciplinare


Scilla cuore 2019: quali sono stati i temi chiave del congresso


Cosa fare quando coesistono la malattia oncologica e quella cardiovascolare


Le complicanze cardiovascolari nel paziente oncologico: perchè si verificano?


Mortalità dopo infarto del miocardio: perchè nelle donne è più alta?


La cardioversione della fibrillazione atriale: elettrica o farmacologica?


Perché troppi trigliceridi danneggiano il cuore


Cardiopatie congenite: come si diagnosticano e si curano i difetti interatriali in età pediatrica?


Rischio cardiovascolare residuo: cos’è e come si riduce


Prevenzione cardiovascolare secondaria: ruolo dello stile di vita e dei farmaci


Fumo da sigaretta: quali danni causa e cosa fare per limitarli


Un robot per fare l'angioplastica coronarica con impianto di stent: la prima esperienza italiana


Terapia transcatetere delle cardiopatie congenite: come si utilizza e in quali patologie


Quali sono le tecniche di ricostruzione dell’arco aortico nel neonato?


Occlusione coronarica cronica totale: il bypass aorto-coronarico superato da nuove tecniche


Infarto del miocardio, nuovi biomarcatori per una diagnosi precoce


Doppia terapia antiaggregante dopo un infarto, come migliorarla con la de-escalation


Enoxaparina, disponibile il primo biosimilare interamente sviluppato e prodotto in Italia


Enoxaparina, 20 anni e non sentirli


Colesterolo alto, due anni di disponibilità dei farmaci anti PCSK9: che bilancio possiamo fare?


Riparazione transcatetere della valvola mitrale: due studi fanno chiarezza sull'uso della MitraClip


Infarto del miocardio: il rischio aumenta sensibilmente dopo l'influenza


ARTICOLI

Sindrome di Marfan, losartan frena la progressione della dilatazione aortica

La dilatazione della radice aortica nei pazienti con sindrome di Marfan può essere rallentata attraverso il trattamento con il bloccante del recettore dell'angiotensina losartan. E' quanto emerso dallo studio COMPARE (Cozaar in Marfan Patents Reduces[...]

Complicanze cardiovascolari dopo PCI non associate a interruzione terapia antiaggregante

Nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) con impianto di stent, il rischio di complicanze cardiovascolari dopo l'interruzione della doppia terapia antiaggregante (DAPT) è variabile e può anche non esserci. Lo dimostrano i risu[...]

Statine riducono eventi CV anche nei pazienti con livelli ridotti di LDL

Una terapia aggressiva con statine riduce il rischio di successivi eventi cardiovascolari in pazienti con malattia coronarica, anche in presenza di livelli molto ridotti LDL. E' quanto emerso da uno studio presentato al Congresso ESC di Amsterdam.

Dislipidemie, conferme in fase II per farmaco antisenso anti-apoC-III

Isis Pharmaceuticals ha annunciato i dati ad interim di uno studio di fase II condotto su APOCIIIRx in monoterapia in pazienti con livelli molto elevati di trigliceridi. Il trial è stato presentato al Congresso ESC di Amsterdam.

Ridurre l'interruzione della terapia antitrombotica prima della chirurgia non migliore l'outcome

Una interruzione della terapia anti-trombotica prima dell'intervento chirurgico più breve di quella tradizionale di una settimana non influisce sulle complicanze perioperatorie nei pazienti con patologie cardiache.E' quanto emerso dallo studio PRAGUE[...]

Ipercolesterolemia familiare, risultati positivi per anti-PCSK9 di Amgen

L'ipocolesterolemizzante AMG 145, un anticorpo monoclonale sperimentale diretto contro la proteina PCSK9, sviluppato da Amgen, riduce di circa un terzo rispetto al placebo i livelli di lipoproteina (a) in pazienti con ipercolesterolemia familiare già[...]

Scompenso cardiaco acuto, serelaxina migliora sintomi e mortalità in diversi sottogruppi di pazienti

I risultati di una nuova analisi dello studio di fase III RELAX-AHF indicano che la molecola sperimentale RLX030 ha migliorato in modo consistente i sintomi e la mortalità nell'ambito di diversi sottogruppi di pazienti con scompenso cardiaco acuto v[...]

Il nuovo anticoagulante iniettivo otamixaban fallisce nella sindrome coronarica acuta

Il nuovo anticoagulante per via iniettiva sviluppato da Sanofi, otamixaban, non ha raggiunto l'endpoint principale dello studio di fase III TAO (Treatment of Acute Coronary Syndromes with Otamixaban) presentato al congresso ESC di Amsterdam.

Prasugrel: negli over 75, con 5 mg pari efficacia e più sicurezza dei 10 mg

In pazienti con malattia coronarica stabile (CAD) in terapia con acido acetilsaliciclico (ASA), il trattamento antiaggregante di soggetti molto anziani (MA, età =/>75 anni) con prasugrel al dosaggio di 5 mg determina un'attenuazione dell'inibizione p[...]

Ipertensione polmonare, conferme dal NEJM per l'efficacia di macitentan

Sul New England Journal of Medicinel, la più importante rivista medica a livello mondiale, sono stati pubblicati i dati dello studio di fase III SERAPHIN condotto su macitentan in pazienti con ipertensione polmonare. Il rischio di morbilità / mortali[...]

Ormone della crescita migliora funzione cardiaca nello scompenso cronico

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, ha mostrato che la terapia sostitutiva con ormone della crescita migliora la funzione cardiaca nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica e con carenza dell'ormone del[...]

Utilizzo long term di calcio antagonisti potrebbe aumentare rischio di tumore a seno

Il rischio di cancro al seno è più che raddoppiato in donne in post-menopausa che hanno assunto calcio-antagonisti per 10 anni o più. Lo ha mostrato uno studio caso-controllo pubblicato online su JAMA Internal Medicine. Le probabilità di sviluppare [...]

Nuova metanalisi riaccende il dibattito sui beta-bloccanti nel perioperatorio

Il dibattito sull'uso perioperatorio dei beta-bloccanti negli interventi di chirurgia non cardiaca è destinato a riaprirsi alla luce dell'uscita di una nuova metanalisi, appena pubblicata sulla rivista Heart, che suggerisce come l'uso di tali farmaci[...]

ACE inibitori prevengono il declino cognitivo

L'uso di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE-inibitori) riduce l'incidenza di declino cognitivo in pazienti che soffrono di demenza, indipendentemente dai livelli pressori dei soggetti trattati. Lo dimostra uno studio pubblica[...]

Pubblicati su Lancet i dati a un anno dello studio su responsività a clopidogrel e trombosi dello stent

Sono stati pubblicati su The Lancet i risultati a un anno dello studio ADAPT-DES (Assessment of Dual Antiplatelet Therapy with Drug Eluting Stents) che hanno dimostrato come nei pazienti sottoposti a impianto di stent a eluizione di farmaco (DES), un[...]

Stenosi valvolare aortica, benefici dalle statine per meta-analisi italiana

Nei pazienti affetti da stenosi valvolare aortica (SA) calcifica non reumatica, la terapia statinica mostra benefici significativi, determinando un ritardo del deterioramento emodinamico evidenziato dai favorevoli effetti registrati nelle variazioni [...]

Dabigatran vs warfarin in ictus da FA, costo/utilità dipende da QALYs guadagnati

Secondo uno studio pubblicato sul Thrombosis Journal, nella prevenzione dell'ictus e del tromboembolismo in pazienti con fibrillazione atriale, il dosaggio standard di warfarin (SD-W) presenta il più basso rapporto costo/utilità (C/U) sotto il profil[...]

In 4 mesi valori pressori del mattino controllati da olmesartan

Nei pazienti affetti da diabete mellito (DM) o nefropatia cronica (CKD), i valori pressori arteriosi sia clinici sia domiciliari appaiono migliorati dopo un trattamento di 16 settimane a base di olmesartan condotto “nel mondo reale”, e i risultati di[...]

FA, aspirina spesso aggiunta all'anticoagulante, anche senza malattie cv concomitanti

Più di un terzo dei pazienti affetti da fibrillazione atriale (FA) in trattamento con un anticoagulante orale prende anche l'aspirina. Questo, almeno, è il risultato di un'analisi del registro ORBIT-AF, un ampio studio osservazionale che ha riguardat[...]

ApoA-1-mimetico riduce la stenosi valvolare aortica nell'animale

L'impiego di un peptide ApoA-1-mimetico, che mima l'azione dell'HDL nell'organismo, ha aumentato l'area della valvola aortica e ridotto lo spessore della parete del seno e il contenuto totale di collagene in un modello murino di stenosi valvolare aor[...]