Cardiologia

VIDEO

Colesterolo alto, due anni di disponibilità dei farmaci anti PCSK9: che bilancio possiamo fare?


Riparazione transcatetere della valvola mitrale: due studi fanno chiarezza sull'uso della MitraClip


Infarto del miocardio: il rischio aumenta sensibilmente dopo l'influenza


Che ruolo ha l’infiammazione nell’insorgenza della malattia cardiaca?


L’aspirina può essere utile per la prevenzione cardiovascolare primaria?


Ma i grassi saturi fanno veramente male al cuore?


Scompenso cardiaco, al via campagna informativa per riconoscerlo e curarlo bene


Quali sono le novità nella cura dello scompenso cardiaco?


Curare il diabete e le sue conseguenze cardiovascolari: come gestire tanti farmaci?


Se si assumono meno farmaci rispetto a quanto prescritto, il Servizio sanitario risparmia?


Come ritornare alla propria vita dopo un infarto? Stile di vita e riabilitazione cardiovascolare


Lotta al colesterolo “cattivo”: come migliorare l'aderenza al trattamento?


Malattie cardiovascolari e aderenza alla terapia: tre consigli per il medico di famiglia


Malattie cardiovascolari: come migliorare l'aderenza ai farmaci. I consigli di un esperto


Prevenire l'osteoporosi ma pensare anche al cuore. Al via campagna informativa europea


Prevenire le malattie cardiache ma pensare anche alle ossa. Al via la campagna #ProtectUrLife


La campagna di informazione #ProtectUrLife su prevenzione di osteoporosi e malattie cardiache


Prevenzione delle malattie cardiovascolari e dell’osteoporosi. L’impegno di Senior Italia


Malattie cardiovascolari, le donne sono più colpite?


Che cos'è la cardioncologia? Le donne sono più sensibili alla tossicità dei farmaci oncologici?


Le donne hanno un rischio più elevato di fibrillazione atriale e ictus?


Alimentazione nelle donne: consigli pratici per vivere più a lungo e in salute


ARTICOLI

Clopidogrel compie 10 anni

A livello mondiale, a 10 anni dalla sua commercializzazione, sono già oltre 70 milioni i pazienti trattati con clopidogrel. Olltre 80mila pazienti stati inseriti in quattro grandi studi clinici (Caprie, Cure, Commit e Clarity), Un percorso di ricerca[...]

Vernakalant, sospeso studio nella fibrillazione atriale

Annunciata la sospensione dell'arruolamento dei pazienti dello studio ACT5, un trial condotto su vernakalant nella fibrillazione atriale. La decisione deriva dal fatto che in uno dei soggetti arruolati si è manifestato un evento avverso grave di shoc[...]

Beta-bloccanti sottodosati aumentano il rischio di IMA

La maggior parte dei pazienti in trattamento con beta-bloccanti non riceve una dose adeguata di questi farmaci e tale situazione fa si che questi soggetti vengano ricoverati per infarto del miocardio. E' quanto hanno affermato i ricercatori del Bluhm[...]

Meno sanguinamenti con l'associazione di PPI e clopidogrel

La combinazione di omeprazolo e clopidogrel riduce significativamente il rischio di emorragie gastrointestinali e di altri eventi avversi, senza determinare un aumento degli eventi cardiovascolari. E' il risultato di uno studio pubblicato recentement[...]

Rolofyllina, delude nell'insufficienza renale dovuta a insufficienza cardiaca acuta

L'insufficienza cardiaca acuta spesso si associa a un peggioramento della funzione renale e alcuni dati clinici dimostrano che questo si verifica a causa di risposte controregolatorie mediate dall'adenosina. Uno studio appena pubblicato sul NEJM ha v[...]

Al via lo studio PEGASUS-TIMI 54 su ticagrelor

AstraZeneca ha recentemente annunciato l'inizio dello studio PEGASUS-TIMI 54 che valuterà l'efficacia del nuovo antiaggregante ticagrelor nel ridurre il rischio cardiovascolare in pazienti che hanno sofferto di attacco cardiaco nel corso dei tre anni[...]

Olmesartan meglio di losartan in un trial testa a testa

In un trial di confronto testa a testa tra due bloccanti dei recettori dell'angiotensina, olmesartan medoxomil 40 mg once daily ha battuto losartan 100 mg once daily sia in termini di riduzione della pressione arteriosa sia riguardo alla percentuale [...]

Artrite reumatoide, minor rischio con le statine

L'assunzione regolare di statine, oltre a ridurre il rischio cardiovascolare, sembra ridurre anche quello di artrite reumatoide (AR). Lo rivela un ampio studio retrospettivo israeliano su oltre 200.000 pazienti, pubblicato da poco online su PLoS Medi[...]

Bivalirudina riduce la mortalità dopo l'angioplastica primaria

I pazienti sottoposti ad angioplastica primaria per un infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST hanno maggiori probabilità di sopravvivenza a lungo temine se trattati con l'anticoagulante bivalirudina piuttosto che con l'attuale terapi[...]

Rosuvastatina riduce il rischio di polmonite

I pazienti che assumono l'anticolesterolo rosuvastatina sembrano avere minori probabilità di sviluppare una polmonite. Il risultato, presentato da poco all'Interscience Conference on Antimicrobial Agents and Chemotherapy (ICAAC), a Boston, non è del [...]

Prime linee guida europee sulla fibrillazione atriale

Presentate in occasione dell'ultimo congresso della European Society of Cardiology (ESC) le ultime linee guida sulla gestione della fibrillazione atriale (FA). Si tratta delle prime linee guida tutte europee: quelle precedenti, risalenti a quattro an[...]

Atopaxar non aumenta il rischio di sanguinamento nella SCA

Sono stati recentemente annunciati i risultati dello studio LANCELOT ACS che ha valutato l'efficacia e la sicurezza di atopaxar per la cura di pazienti con sindrome coronarica acuta. I risultati dello studio sono stati presentati in occasione della c[...]

Fondaparinux efficace nella trombosi venosa superficiale

Appena pubblicato sul New England Journal of Medicine lo studio di fase III CALISTO (Comparison of Arixtra in lower LImb Superficial vein Thrombosis with placebo), che dimostra efficacia e sicurezza di fondaparinux nella prevenzione di eventi trombot[...]

Terlipressina causa riduzione livelli di sodio

Il medicinale terlipressina, utilizzato come trattamento di emorragie ipertensive portali gravi, può causare una riduzione della concentrazione serica di sodio. E' quanto emerso da uno studio condotto da Pere Gines e colleghi dell'Ospedale di Barcell[...]

PPI e rischio CV post-infarto: e se clopidogrel non c'entrasse?

Nuova puntata nella saga sulla sicurezza dell'associazione clopidogrel-inibitori della pompa protonica (PPI). L'uso dei PPI sembra essere associato a un aumento del rischio di eventi cardiovascolari dopo la dimissione dall'ospedale per un infarto mio[...]

Quando i FANS mandano in fibrillazione

Il consumo di FANS potrebbe aumentare il rischio di fibrillazione atriale (FA). A suggerire quest'associazione è un nuovo studio italo-spagnolo appena uscito su Archives of Internal Medicine, firmato da Raffaele De Caterina, dell'Univeristà Gabriele [...]

Nei diabetici calcioantagonista meglio di diuretico più ACE-inibitore

Nei pazienti diabetici ipertesi, per ridurre gli eventi cardiovascolari è meglio aggiungere un calcioantagonista all'ACE-inibitore, piuttosto che un diuretico. È questo, almeno, il risultato a cui è giunto un ampio studio di fase III ACCOMPLISH (Avoi[...]

Statine e mortalità in prevenzione primaria

Le statine sembrano non dare un beneficio significativo nella prevenzione primaria della mortalità in soggetti ad alto rischio, il risultato è il frutto di un'ampia metanalisi di 11 studi, su un totale di 65.229 pazienti, pubblicata di recente su Arc[...]

Statine e prevenzione secondaria, benefici confermati a 5 anni

La strategia di trattare i pazienti reduci da recente infarto miocardico intensivamente con statine e di mantenere le dosi elevate nel lungo periodo, anche dopo 2 anni, è efficace. La conferma della validità dell'approccio aggressivo anche sulla lun[...]

Ranelato di stronzio non allunga il tratto QT

Notizie rassicuranti sulla sicurezza cardiaca del ranelato di stronzio: questo agente anti-osteoporosi, infatti, non provoca nessun allungamento del tratto QTc nei soggetti sani. A sostenerlo è una ricerca appena presentata al 39° congresso dell'Amer[...]