Cardiologia

VIDEO

Malattia di Crohn complicata, vantaggi dell'approccio multidisciplinare


Scilla cuore 2019: quali sono stati i temi chiave del congresso


Cosa fare quando coesistono la malattia oncologica e quella cardiovascolare


Le complicanze cardiovascolari nel paziente oncologico: perchè si verificano?


Mortalità dopo infarto del miocardio: perchè nelle donne è più alta?


La cardioversione della fibrillazione atriale: elettrica o farmacologica?


Perché troppi trigliceridi danneggiano il cuore


Cardiopatie congenite: come si diagnosticano e si curano i difetti interatriali in età pediatrica?


Rischio cardiovascolare residuo: cos'è e come si riduce


Prevenzione cardiovascolare secondaria: ruolo dello stile di vita e dei farmaci


Fumo da sigaretta: quali danni causa e cosa fare per limitarli


Un robot per fare l'angioplastica coronarica con impianto di stent: la prima esperienza italiana


Terapia transcatetere delle cardiopatie congenite: come si utilizza e in quali patologie


Quali sono le tecniche di ricostruzione dell’arco aortico nel neonato?


Occlusione coronarica cronica totale: il bypass aorto-coronarico superato da nuove tecniche


Infarto del miocardio, nuovi biomarcatori per una diagnosi precoce


Doppia terapia antiaggregante dopo un infarto, come migliorarla con la de-escalation


Enoxaparina, disponibile il primo biosimilare interamente sviluppato e prodotto in Italia


Enoxaparina, 20 anni e non sentirli


Colesterolo alto, due anni di disponibilità dei farmaci anti PCSK9: che bilancio possiamo fare?


Riparazione transcatetere della valvola mitrale: due studi fanno chiarezza sull'uso della MitraClip


Infarto del miocardio: il rischio aumenta sensibilmente dopo l'influenza


ARTICOLI

Clopidogrel, prima o durante l'angioplastica è lo stesso

La somministrazione di clopidogrel in sala emodinamica durante un intervento di angioplastica coronarica (PCI) ha mostrato risultati clinici sovrapponibili a quelli ottenuti a seguito della procedura standard che prevede il pretrattamento con clopido[...]

Associazione tra gotta e patologie cardiache, utile l'allupirolo

Un recente studio osservazionale ha dimostrato come la presenza di gotta aumenta il rischio di riospedalizzazione o decesso in pazienti con patologie cardiache. Inoltre è stato dimostrato che l'uso di allopurinolo, un farmaco utilizzato per il tratta[...]

Mipomersen abbassa il colesterolo, safety però da confermare

In due studi clinici il farmaco sperimentale mipomersen ha raggiunto gli end point di efficacia determinando una riduzione del colesterolo LDL del 36-37% in pazienti con ipercolesterolemia resistente ai normali trattamenti.

Statine riducono recidive di tumore alla prostata

Gli uomini che assumono statine presentano un rischio inferiore di recidiva biochimica del tumore alla proposta dopo un intervento di prostatectomia. Ad affermarlo sono i risultati di uno studio retrospettivo condotto da clinici del Duke University M[...]

Rischio CV: nei diabetici essere troppo aggressivi non sempre paga

Un approccio molto aggressivo al controllo di fattori di rischio cardiovascolare come la pressione sanguigna e il livello di colesterolo non è necessariamente benefico. Anzi, per alcuni pazienti diabetici può rivelarsi addirittura pericoloso, secondo[...]

Edoxaban meglio di enoxaparina nella prevenzione del TEV

Daiichi Sankyo ha annunciato la superiorità di edoxaban, un nuovo inibitore del fattore Xa della coagulazione, rispetto a enoxaparina nella prevenzione della tromboembolia venosa nei pazienti sottoposti a chirurgia sostitutiva dell'anca o del ginocch[...]

Avanza in fase III il nuovo antiemofilia A di Biogen

Biogen Idec e il partner Swedish Orphan Biovitrum hanno reso noto che la proteina di fusione del Fattore VIII della coagulazione (rFVIIIFc ) entrerà adesso in fase III dello sviluppo clinico. Lo studio valuterà il potenziale del farmaco di prolungar[...]

Albuminuria sott'occhio per prevedere il rischio e la mortalità CV

Le grosse variazioni dell'albuminuria sono predittive della mortalità e degli outcome non solo renali, ma anche cardiovascolari, a prescindere dal valore basale. A metterlo in evidenza è una nuova analisi dello studio ONTARGET, presentata al recente [...]

ACC e AHA rispondono all’Fda su clopidogrel

L'American College of Cardiology (ACC) e l'American Heart Association (AHA) prendono posizione sulla spinosa questione della bassa risposta a clopidogrel e del ‘boxed warning' che l'Fda, lo scorso 12 marzo, aveva chiesto di aggiungere alla scheda di [...]

Statine, nessun rischio oncologico e benefici superiori ai rischi

Stando ai risultati di un ampio studio epidemiologico inglese su oltre due milioni di pazienti, appena pubblicato sul British Medical Journal, l'uso delle statine aumenta il rischio di effetti indesiderati quali cataratta, insufficienza renale e disf[...]

Allopurinolo efficace contro l'angina

L'allopurinolo, un farmaco anti-gotta vecchio e poco costoso, potrebbe essere un trattamento efficace per l'angina cronica stabile, stando ai risultati di un piccolo studio inglese, sponsorizzato dalla British Heart Foundation e da poco pubblicato su[...]

Outcome migliori dopo Pci con tirofiban ad alte dosi pre-ricovero

Secondo un'analisi combinata dei dati dello studio ON-TIME 2 (Ongoing Tirofiban In Myocardial infarction Evaluation 2) la somministrazione di tirofiban (Aggrastat, Medicure Pharma/Iroko Pharmaceuticals) in bolo ad alto dosaggio prima del ricovero nei[...]

Ferro ev migliora la funzione renale nello scompenso

La somministrazione di ferro endovena per 24 mesi nei pazienti con scompenso cardiaco sistolico di classe NYHA 2-3 non solo li ha fatti sentire meglio e ne ha migliorato la capacità di esercizio, ma sembra anche aver migliorato la funzione renale.

Non responder a clopidogrel, meglio le piastrine del test genetico

Il paziente non risponde a clopidogrel? Saltate il test genetico e controllate solo la reattività delle piastrine. È il consiglio di Laurent Bonello, dell'Hôpital Université Nord di Marsiglia, che ha presentato nuovi dati a sostegno di questa strateg[...]

Studio SEARCH, nessun beneficio cv riducendo l'omocisteina

Una riduzione sostanziale e prolungata dei livelli di omocisteina tramite la somministrazione di acido folico e vitamina B12 non ha dimostrato effetti benefici sugli outcome cardiovascolari nello studio SEARCH, un ampio studio randomizzato condotto s[...]

Digossina aumenta la mortalità nell'insufficienza renale terminale

L'uso del digitalico digossina aumenta il rischio di mortalità nei soggetti con insufficienza renale terminale (ESRD), stando ai risultati di un ampio studio retrospettivo di coorte su 120.864 pazienti in emodialisi, pubblicato online il 24 giugno su[...]

Statine, effetto su lipoproteine e controllo glicemico non uguale per tutte

Le statine non sono tutte uguali. Ma non solo sul fronte del colesterolo. In uno studio monocentrico dell'università di Seoul, infatti, tre diversi regimi terapeutici - atorvastatina 20 mg, rosuvastatina 20 mg e la combinazione atorvastatina/ezetimib[...]

Antipertensivi e statine nella Sca, mortalità ridotta con alte dosi alla dimissione

I pazienti con sindrome coronarica acuta (Sca) andrebbero dimessi dall'ospedale prescrivendo la massima dose tollerata di ACE-inibitori, beta-bloccanti e statine, invece di iniziare con un dosaggio basso e poi aggiustare verso l'alto. Lo suggerisce u[...]

Betabloccanti, utili per la funzione ventricolare sinistra e la riserva energetica

I betabloccanti sembrano in grado di preservare il livelli di fosfati altamente energetici a livello miocardico e pare che tale effetto si accompagni ad un miglioramento funzionale nei pazienti con insufficienza cardiaca.

Maggior rischio di morte cardiaca dopo Pci se la risposta a clopidogrel è bassa

Nei pazienti sottoposti ad angioplastica primaria (PCI), una bassa risposta a clopidogrel, misurata mediante il test citofluorimetrico VASP, è un fattore predittivo indipendente di morte cardiovascolare. A sostenerlo è uno studio dell'Università di S[...]