Cardiologia

VIDEO

Ipertensione giovanile, da cosa dipende e come agire


Prevenzione secondaria cardiovascolare, le ultime novità


Interventistica strutturale, le novità a livello cardiovascolare


Malattie cardiovascolari nella donna, sottovalutate e sottotrattate


Stent a rilascio di farmaco, pubblicato su Lancet studio di fase III su Orsiro


Caratteristiche e vantaggi del primo scaffold bioriassorbibile in magnesio


Diabete e malattie cardiovascolari: un binomio inscindibile?


Effetti clinici ed economici della cardiopatia diabetica


Ci sono dei farmaci antidiabetici che fanno bene al cuore?


Ipercolesterolemia familiare: nuovo test genetico predice la malattia, quando si svilupperà e con quale gravità


Ipercolesterolemia, l'ipotesi HDL è ancora valida?


Ipercolesterolemia, fino a quanto è possibile abbassare le LDL?


Diabete tipo 2 e rischio cardiovascolare: focus su nutrizione e attività fisica


Prevenzione cardiovascolare e salute partecipata


La prevenzione cardiovascolare sCorre in Italia


Importanza dell'attività fisica nella prevenzione cardiovascolare


Malattie croniche cardiovascolari, i bisogni dal punto di vista di pazienti e familiari


Medicina generale, importanza di mettere il paziente al centro del processo di cure


Aderenza alle terapie e spesa per il SSN, come si conciliano?


Malattie croniche cardiovascolare e comorbidità, come gestirle conciliando l'aderenza alla terapia?


Aderenza del paziente alle terapie in ambito cardiovascolare, cosa ci dicono i dati real life?


Ottimizzazioni delle cure per il paziente cardiovascolare, i progetti delle Regioni


ARTICOLI

Trapianti di cuore, effetto di genere:uomo penalizzato se riceve il cuore di una donna

Uomini e donne non sempre risultano compatibili negli affari di cuore, anche quando la 'relazione' si svolge in un reparto di trapianti ed evidenzia una interessante problematica.

Morte cardiaca davvero improvvisa: solo il 20% sapeva di avere una cardiopatia

I programmi di primo soccorso hanno aumentato esponenzialmente la disponibilità di defibrillatori automatici (AEDs) nei luoghi pubblici, ma ci sono ancora pochi dati sull'effettivo utilizzo. Al Dipartimento di Scienze Mediche dell'Università di Giron[...]

Piccoli medici d'urgenza crescono: i bambini imparano il soccorso cardiaco a 10 anni

La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) colpisce individui di qualsiasi età e, per definizione, in condizioni di apparente buono stato di salute. Di essi, il 7% ha meno di 30 anni.

Roma capitale della cardiologia, più di 35mila specialisti riuniti per il Congresso europeo

Con oltre 35mila cardiologi provenienti da 140 Paesi si può dire che l'appuntamento annuale dell'ESC (European Society of Cardiology) sia il congresso più importante al mondo, per numeri e tematiche trattate.

Dall'American College of Cardiology una guida all'uso degli ipocolesterolemizzanti in add-on alle statine

Un documento di consenso sul ruolo delle terapie in add-on alle statine per la riduzione del colesterolo LDL nella gestione del rischio della malattia cardiovascolare. Lo ha appena pubblicato una task force dell'American College of Cardiology – sul J[...]

Ictus e fibrillazione atriale, al Sud pazienti penalizzati nell'accesso ai nuovi anticoagulanti

Scarsa percezione, anche nella classe medica, della relazione tra fibrillazione atriale e ictus; forte diseguaglianza nell'accesso alle terapie che possono prevenirlo tra Nord e Sud Italia, e sottoutilizzo dei farmaci anticoagulanti, più sicuri e man[...]

Supplementazione di vitamina D potrebbe migliorare funzione cardiaca in pazienti scompensati

L'assunzione di supplementazioni di vitamina D potrebbe essere associata ad un miglioramento della funzione cardiaca in pazienti scompensati cronici. Lo dimostra VINDICATE (VitamIN D treatIng patients with Chronic heArT failurE) , un trial di recente[...]

Colesterolo-LDL, uno studio osservazionale di coorte mette in dubbio l'assioma “lower is better”

I pazienti con livelli di colesterolo-LDL (LDL-C) compresi tra 70 e 100 mg/dL che assumono statine hanno un rischio inferiore di eventi avversi cardiaci rispetto a quelli con livelli di LDL-C tra 100 e 130 mg/dL, ma nessun ulteriore beneficio si otti[...]

Cardiomiopatia ipertrofica, al via studio di fase II su nuova molecola

MyoKardia, società con sede a San Francisco che ha l'obiettivo di sviluppare farmaci mirati contro le alterazioni del genoma che causano un malfunzionamento del muscolo miocardico, ha annunciato il completamento degli studi di fase I e l'inizio di un[...]

Iperlipidemia, ancora cattive notizie per niacina

L'aggiunta di niacina a rilascio prolungato con laropiprant alla terapia di base con statine sembra ridurre la sopravvivenza aggiustata per la qualità di vita e aumentare i costi di ospedalizzazione. E' quanto emerso da un'analisi dello studio HPS2-T[...]

Morte cardiaca improvvisa, uomini più a rischio. 1 su 9 prima dei 75 anni

Secondo i risultati di un'analisi del Framingham Heart Study, pubblicati sul Journal of the American Heart Association, il rischio di morte cardiaca improvvisa o arresto cardiaco prematuro è di circa 1 su 9 per gli uomini e di 1 su 30 per le donne pr[...]

Ciclosporina dopo l'arresto cardiaco non migliora la sopravvivenza

Il trattamento con ciclosporina ha fallito nel prevenire l'insufficienza multi organo precoce quando somministrato immediatamente dopo l'arresto cardiaco non defibrillabile al di fuori dell'ospedale in un ampio studio randomizzato, multicentrico den[...]

Fibrillazione atriale, apixaban efficace e sicuro nonostante il declino della funzione renale

Una sottoanalisi dello studio ARISTOTELE fornisce rassicurazioni per i pazienti con fibrillazione atriale (FA) e disfunzione renale, ma solleva questioni su come i farmaci anticoagulanti orali ad azione diretta possano essere monitorati nella FA. Lo [...]

Emergenze cardiache e ictus: l'American Heart Association chiede aiuto ad app e social network

Pubblicata online su Circulation, una nuova dichiarazione dell'American Heart Association (AHA) sostiene che i dispositivi mobili, i social media e il crowdsourcing rappresentato soluzioni digitali che hanno le potenzialità per migliorare le cure di [...]

Per ogni anno di ritardo all'avvio della terapia ormonale sostitutiva aumenta il calcio coronarico

Presentata a Orlando nel corso del meeting annuale della Society of Cardiovascular Computed Tomography (SCCT), una nuova analisi condotta su donne asintomatiche in postmenopausa dello studio MESA (Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis) dimostra che i[...]

La scarsa aderenza alla statine si deve a un modello diffuso di ‘sospensione-riavvio' della terapia

Nonostante una grande percentuale di utilizzatori di statine interrompa il trattamento, molti tra loro lo riprendono. Per molti gruppi di pazienti precedentemente considerati come “abbandoni” ("stoppers") il problema della sospensione della terapia c[...]

Lisinopril efficace contro i disturbi di conduzione: vicini i farmaci alternativi al pacemaker?

Un'analisi secondaria dello studio ALLHAT – i cui risultati sono apparsi online su JAMA Internal Medicine – suggerisce che il trattamento con l'ACE-inibitore lisinopril può ridurre lo sviluppo di disturbi del sistema di conduzione in pazienti con ipe[...]

Meta-analisi up-to-date, nei pazienti cardiopatici in emodialisi la migliore scelta è: ACE-inibitori o sartani

Il confronto tra inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE-inibitori, ACEI) e inibitori del recettore dell'angiotensina (sartani o ARB), da un lato, e controlli, dall'altro, ha dimostrato che i primi due tipi di farmaci provocano un[...]

Ridotto rischio di infarto miocardico fatale dal consumo di pesce e vegetali ricchi di omega-3

Uno studio raggruppato di 19 coorti internazionali di persone di mezza età e anziani senza pregressa malattia cardiaca – pubblicato online su JAMA Internal Medicine - ha scoperto che alti livelli di acidi grassi polinsaturi (PUFA) omega-3 erano corre[...]

Disturbi respiratori del sonno: esiti peggiori long-term dopo PCI per sindrome coronarica acuta

I risultati di uno studio pubblicato sul Journal of the American Heart Association dimostrano che la presenza di disturbi respiratori del sonno (SDB) nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) primario per sindrome coronarica ac[...]