Cardiologia

VIDEO

I love Life: una campagna informativa per sensibilizzare sullo scompenso cardiaco


Scompenso cardiaco: definizione, sintomi, consigli su stile di vita


Scompenso cardiaco: sacubitril/valsartan disponibile da circa un anno. Qual è il bilancio?


Tromboembolismo venoso e cancro, ruolo dei nuovi anticoagulanti orali


Nuovi farmaci anticoagulanti orali, ruolo del farmacista


I pazienti cardiologici oggi, caratteristiche e come è cambiata la loro gestione


Fibrillazione atriale e malattie tromboemboliche, qual è l'impatto economico e sociale?


Malattie tromboemboliche, vantaggi e impatto economico dei nuovi anticoagulanti orali


Gestione della fibrillazione atriale, cosa è cambiato con l'arrivo dei nuovi farmaci anticoagulanti orali?


Fibrillazione atriale e nuovi anticoagulanti orali, il ruolo del medico di medicina generale


Malattie croniche, il punto di vista delle istituzioni


Scompenso cardiaco, la riscoperta del canrenone come antialdosteronico


Morte cardiaca improvvisa: da cosa è determinata e cosa si può fare?


Tre novità nella terapia anti colesterolo


Aterosclerosi occulta: cosa è, perchè va cercata e in quali persone


Gestione clinica e organizzativa delle malattie tromboemboliche: 27 marzo convegno a Milano


Ruolo dei nutraceutici nella prevenzione cardiovascolare


Rischio residuo cardiovascolare nel diabete, cosa si può fare con i nutraceutici?


Trattamento dell’ipercolesterolemia: farmaci o nutraceutici?


Nutraceutici e malattie cardiache: ruolo dei concentrati di mela Annurca


Ipertensione giovanile, da cosa dipende e come agire


Prevenzione secondaria cardiovascolare, le ultime novità


ARTICOLI

Doppia terapia antipiastrinica con clopidogrel post-PCI con stent: outcomes migliori con strategia “genotipo-guidata”

Una strategia “genotipo-guidata” – volta a determinare la presenza di polimorfismi che influiscono sulla risposta di clopidogrel - potrebbe ridurre i tassi di un endpoint composito di eventi cardiovascolari (CV) e sanguinamento durante i 12 mesi succ[...]

Steatosi epatica non alcolica, statine non prescritte a quasi la metà dei pazienti candidati alla terapia

Le statine risultano sottoutilizzate, in modo particolarmente marcato nei soggetti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD). Il ricorso al trattamento con statine dovrebbe invece essere incoraggiato in questi pazienti, in quanto può migliorare il p[...]

SMILE-4: nuova analisi conferma l'efficacia long-term di zofenopril in prevenzione cardiovascolare secondaria

Una nuova analisi per punteggio di propensione dello studio SMILE-4 conferma l'efficacia di zofenopril nella prevenzione degli eventi cardiovascolari (CV) a lungo termine, indipendentemente dal profilo di rischio CV dei pazienti post-infartuati coinv[...]

Ictus, nella real life meno sanguinamenti maggiori con dabigatran rispetto a rivaroxaban

Un vasto studio osservazionale condotto da ricercatori dell'Fda ha riscontrato che dabigatran (150 mg due volte/die) è risultato associato a minori percentuali di sanguinamento intracranico e sanguinamento maggiore extracranico, tra cui il sanguiname[...]

Scompenso cardiaco cronico, una meta-analisi porta chiarezza sugli effetti dei beta-bloccanti

Pubblicata su Experimental and Therapeutic Medicine, una meta-analisi condotta da studiosi cinesi ha inteso determinare l'efficacia dei beta-bloccanti adrenergici su mortalità e morbilità nei pazienti con insufficienza cardiaca (HF), in quanto preced[...]

Malattie ischemiche del cuore: 71 mila morti ogni anno. In Senato il punto sulla prevenzione cardiovascolare

La salute del cuore passa dal cambiamento di alcune abitudini quali fumo, alcol, obesità, sedentarietà e dall'adozione di una sana alimentazione al fine di tenere sotto controllo il peso corporeo e il metabolismo dei grassi. Insieme all'adozione di u[...]

Odyssey: alirocumab oltre ad ridurre la colesterolemia-LDL abbassa con forza la lipoproteina(a)

Oltre a una marcata riduzione del colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densità (LDL-C), alirocumab, inibitore della proproteina PCSK9, porta a un notevole e duraturo abbassamento dei livelli sierici di lipoproteina(a) [Lp(a)]. Lo dimostrano i[...]

Rapida risoluzione di xantelasmi dopo trattamento con alirocumab: una nuova indicazione?

Un case report, pubblicato online sul Journal of Clinical Lipidology, evidenzia un’ulteriore possibilità applicativa di alirocumab, inibitore PCSK9: la rapida risoluzione non chirurgica né con altri interventi non farmacologici di una frequente patol[...]

NAO in AF non valvolare, meno emorragie intracraniche rispetto a warfarin: dati USA real-world

Nella prevenzione dell'ictus in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (NVAF), con i NAO (nuovi anticoagulanti orali diretti) si ha un minor numero di emorragie intracraniche (ICH) rispetto a warfarin. È quanto emerge da uno studio statunit[...]

Valutare il calcio coronarico permette una migliore identificazione dei candidati alle statine

Calcolare i punteggi del calcio coronarico (CAC), oltre a svolgere le procedure raccomandate dalle linee guida, può migliorare la stratificazione dei pazienti ad alto o basso rischio di eventi coronarici, sia nel caso in cui i soggetti siano in terap[...]

Concentrazione plasmatica di lipoproteina(a) ridotta del 70% con un oligonucleotide antisenso in fase 2

Una novità si affaccia nel panorama delle terapie ipolipemizzanti: si tratta di IONIS-APO(a)-LRx, una nuova, potente e tollerata terapia per ridurre la concentrazione plasmatica di lipoproteina(a) [Lp(a)].

Sindrome coronarica acuta non-ST, strategia invasiva precoce superiore a strategia non invasiva

In pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) senza elevazione del tratto ST, considerati su un follow-up di 15 anni, una strategia basata sul trattamento invasivo precoce – rispetto a una non invasiva - ritarda la comparsa di decesso o di infarto [...]

Sospensione di ticagrelor in vista di un by-pass: sicura se più di 24 ore prima dell’intervento

Il pretrattamento dei pazienti avviati a bypass coronarico (CABG) con ticagrelor è sicuro se la somministrazione dell’antitrombotico viene interrotta più di 24 ore prima dell'intervento chirurgico. È quanto emerge da una recente ricerca pubblicata on[...]

Ipercolesterolemia-LDL, da Harvard un confronto tra statine e altri interventi ipolipemizzanti

In uno studio pubblicato su JAMA, un gruppo di studiosi coordinati da Marc S. Sabatine, del Brigham and Women Hospital e Harvard Medical School di Boston, ha valutato l'associazione tra la riduzione del colesterolo legato alle lipoproteine a bassa de[...]

Anche i TIA, non solo l’ictus, sono associati alla fibrillazione atriale. Anticoagulazione da rivedere

La fibrillazione atriale (AF) ha un’elevata prevalenza non soltanto nei pazienti colpiti da ictus ischemico (IS) ma anche da attacco ischemico transitorio, in proporzione rapidamente crescente con l’età. Questo dato comporta che l’AF sia consistentem[...]

Tromboembolismo venoso acuto, edoxaban bene anche a dosaggio ridotto per pazienti fragili

Il dosaggio di 30 mg di edoxaban in monosomministrazione giornaliera nella prevenzione di recidive di TEV in quei pazienti che necessitano di una dose ridotta a causa delle loro condizioni cliniche, è altrettanto efficace e ben tollerato della dose [...]

Cardiologia, obiettivo riduzione mortalità del 25% entro il 2025. E’ realistico?

L’Italia si attesta al 20esimo posto a livello mondiale per lo stato di salute dei cittadini, secondo lo Studio “Global Burden of Disease” di recente pubblicato su The Lancet (The Lancet 2015; 386: 743-800): tra le principali problematiche di salute [...]

Gestione dell'ipertensione arteriosa polmonare in Italia. Risultati di una survey

Nell'ambito del Congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC) che si è tenuto a Roma dal 27 al 31 Agosto 2016, il Prof. Vizza ha presentato i risultati di una survey italiana sull'ipertensione arteriosa polmonare (IAP) in Italia, che aveva lo [...]

Dati Real World confermano sicurezza ed efficacia di rivaroxaban

Nuovi dati derivati dal mondo reale (Real World Evidence, RWE) presentati a Roma al congresso della Società euroepa di cardiologia documentano la sicurezza e l'efficacia dell'inibitore diretto del fattore Xa rivaroxaban.

All’ESC nuove analisi confermano efficacia e sicurezza dell’anti-colesterolo evolocumab

Sul versante della riduzione del colesterolo, una conferma arriva da Roma, dal congresso della European Society of Cardiology (ESC), dove sono stati presentati nuovi dati che ribadiscono efficacia e sicurezza dell’anticorpo monoclonale anti-PCSK9 evo[...]