Cardiologia

VIDEO

I love Life: una campagna informativa per sensibilizzare sullo scompenso cardiaco


Scompenso cardiaco: definizione, sintomi, consigli su stile di vita


Scompenso cardiaco: sacubitril/valsartan disponibile da circa un anno. Qual è il bilancio?


Tromboembolismo venoso e cancro, ruolo dei nuovi anticoagulanti orali


Nuovi farmaci anticoagulanti orali, ruolo del farmacista


I pazienti cardiologici oggi, caratteristiche e come è cambiata la loro gestione


Fibrillazione atriale e malattie tromboemboliche, qual è l'impatto economico e sociale?


Malattie tromboemboliche, vantaggi e impatto economico dei nuovi anticoagulanti orali


Gestione della fibrillazione atriale, cosa è cambiato con l'arrivo dei nuovi farmaci anticoagulanti orali?


Fibrillazione atriale e nuovi anticoagulanti orali, il ruolo del medico di medicina generale


Malattie croniche, il punto di vista delle istituzioni


Scompenso cardiaco, la riscoperta del canrenone come antialdosteronico


Morte cardiaca improvvisa: da cosa è determinata e cosa si può fare?


Tre novità nella terapia anti colesterolo


Aterosclerosi occulta: cosa è, perchè va cercata e in quali persone


Gestione clinica e organizzativa delle malattie tromboemboliche: 27 marzo convegno a Milano


Ruolo dei nutraceutici nella prevenzione cardiovascolare


Rischio residuo cardiovascolare nel diabete, cosa si può fare con i nutraceutici?


Trattamento dell’ipercolesterolemia: farmaci o nutraceutici?


Nutraceutici e malattie cardiache: ruolo dei concentrati di mela Annurca


Ipertensione giovanile, da cosa dipende e come agire


Prevenzione secondaria cardiovascolare, le ultime novità


ARTICOLI

Omega-3 promossi dalle linee guida Esc 2016 sullo scompenso cardiaco

L'impiego di acidi grassi polinsaturi (PUFA) della serie n-3 (noti anche come omega-3) in aggiunta alla terapia standard è in grado di ridurre il numero di ospedalizzazioni e la mortalità nei pazienti affetti da scompenso cardiaco con frazione di eie[...]

Scompenso cardiaco, digossina aumenta le riospedalizzazioni e non riduce la mortalità

La digossina è un vecchissimo farmaco digitalico, ma ancora oggi, dopo più di 200 anni dalla sua prima descrizione, i medici stanno ancora cercando di capire come utilizzarla nei pazienti con insufficienza cardiaca. Una nuova analisi retrospettiva ap[...]

Evolocumab più statina riduce la placca aterosclerotica. Risultati preliminari dello studio GLAGOV

Amgen ha annunciato che lo studio di Fase III GLAGOV (GLobal Assessment of Plaque ReGression with a PCSK9 AntibOdy as Measured by IntraVascular Ultrasound), volto a valutare gli effetti di evolocumab sulla malattia coronarica, ha raggiunto l’endpoint[...]

Nuovi dati supportano utilizzo nuovi anticoagulanti orali anche nei pazienti con un INR stabile con warfarin

I risultati di uno studio di registro prospettico mostrano che solo un terzo dei pazienti in terapia con warfarin e con un valore di INR stabile rimane stabile nel tempo.

Fibrillazione atriale, apixaban efficace e sicuro anche in caso di riduzione della funzione renale

Pubblicata su JAMA Cardiology, una sottoanalisi dello studio ARISTOTLE fornisce rassicurazione per i pazienti con fibrillazione atriale (AF) e disfunzione renale, ma fa anche sorgere qualche quesito su come agli anticoagulanti orali diretti (NAOC) de[...]

ROCKET-AF nella bufera. Sotto accusa l'impiego di un dispositivo di monitoraggio INR difettoso

In uno stesso numero del New England Journal of Medicine sono state pubblicate una lettera all'editore – in cui si sostiene che la validità del trial ROCKET AF potrebbe essere diminuita a causa di domande senza risposta che riguardano il dispositivo [...]

Fibrillazione atriale, rischio di ictus più alto per i pazienti diabetici trattati con insulina

Presentati al Congresso ESC (Società Europea di Cardiologia) in corso a Roma, i nuovi dati di una sotto analisi del Registro PREFER in AF (PREvention oF thromboembolic events—European Registry in Atrial Fibrillation), il registro pazienti europeo di [...]

Fibrillazione atriale, conferme per edoxaban anche nei pazienti sottoposti a cardioversione

Edoxaban in monosomministrazione giornaliera, è efficace e sicuro anche per i pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare (FANV) sottoposti a cardioversione elettrica, la procedura che utilizza scariche elettriche a bassa intensità per r[...]

Defibrillatori impiantabili per lo scompenso non ischemico: dall'ESC uno studio mina molte certezze

Uno studio appena presentato al congresso europeo di cardiologia in corso a Roma ha messo in crisi le certezze delle linee guida europee ed americane sulle indicazioni all'impianto di defibrillatori (ICD) in prevenzione primaria nei pazienti affetti[...]

Fibrillazione atriale, rischio di ictus più alto per i pazienti diabetici trattati con insulina

Presentati al Congresso ESC (Società Europea di Cardiologia) in corso a Roma, i nuovi dati di una sotto analisi del Registro PREFER in AF, il registro pazienti europeo supportato da un educational grant di Daiichi Sankyo, che analizza i gruppi di paz[...]

Sliding doors: riammissioni ospedaliere nei cardiopatici peggiorano sopravvivenza e mortalità

L'insufficienza cardiaca (HF) è una della maggiori cause di morbilità e mortalità nel mondo e in gran Bretagna può essere considerato un problema di salute pubblica crescente ed emergente con pazienti che vanno incontro a ricoveri ospedalieri ripetut[...]

Vitamina D: indagata speciale anche nella salute del cuore

Un numero sempre maggiore di evidenze indica che bassi livelli circolanti di vitamina D possono essere associati ad un rischio aumentato di malattie cardiovascolari fatali e non.

Il cuore artificiale (VAD) efficace a prendere tempo in attesa di un organo compatibile

Dal 2002 al 2011 sono 204 i cuoricini che hanno ricominciato a battere nel cuore di piccoli pazienti italiani. Il 54% dei pazienti soffriva di cardiomiopatie e il 31% di problemi congeniti. Bambini anche molto piccoli: il 16% dei trapiantati aveva tr[...]

Dieta mediterranea si conferma "non plus ultra" per il cuore

Che la dieta mediterranea fosse uno dei pilastri della prevenzione, della salute e della longevità era noto, ma pochi studi epidemiologici ancora avevano indagato il ruolo del modello alimentare mediterraneo nel pazienti con patologie cardiovascolari[...]

Il grasso pesa sul cuore già in età prescolare

L'epidemia di obesità nei bambini e negli adolescenti ha reso necessario prestare sempre maggiore attenzione all'influenza dell'eccesso di grasso sia sulla struttura che sulla funzione del cuore.

Insufficienza cardiaca cronica:effetti protettivi dal vaccino contro l'influenza

Le linee guida cliniche raccomandano la vaccinazione antinfluenzale annuale per i pazienti con insufficienza cardiaca cronica, nonostante questo ci sono alcune limitate contraddittorie evidenze che supportano questa raccomandazione.

Effetto crisi: i poveri hanno il cuore più malato

La sopravvivenza attesa a lungo termine dopo un infarto del miocardio è aumentata grazie a trattamenti migliori. Non è chiaro se la valutazione del rischio per le malattie cardiovascolari in soggetti sani sia applicabile anche al numero crescente di[...]

Trapianti di cuore, effetto di genere:uomo penalizzato se riceve il cuore di una donna

Uomini e donne non sempre risultano compatibili negli affari di cuore, anche quando la 'relazione' si svolge in un reparto di trapianti ed evidenzia una interessante problematica.

Morte cardiaca davvero improvvisa: solo il 20% sapeva di avere una cardiopatia

I programmi di primo soccorso hanno aumentato esponenzialmente la disponibilità di defibrillatori automatici (AEDs) nei luoghi pubblici, ma ci sono ancora pochi dati sull'effettivo utilizzo. Al Dipartimento di Scienze Mediche dell'Università di Giron[...]

Piccoli medici d'urgenza crescono: i bambini imparano il soccorso cardiaco a 10 anni

La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) colpisce individui di qualsiasi età e, per definizione, in condizioni di apparente buono stato di salute. Di essi, il 7% ha meno di 30 anni.