Cardiologia

VIDEO

I nuovi anticoagulanti orali sono cost effective?


Sindrome coronarica acuta e fibrillazione atriale: come va gestita la terapia anticoagulante orale?


Come gestire le interazioni tra farmaci nei pazienti che assumono gli anticoagulanti orali


Tromboembolismo venoso nel paziente oncologico: quali sono le precauzioni da adottare?


Nuovi anticoagulanti orali nella pratica clinica: a Porretta Terme un meeting per fare il punto


Cosa fare dopo in ictus per quanto concerne la terapia anticoagulante orale?


Embolie polmonari incidentali: ruolo terapeutico degli anticoagulanti orali


Le interazioni farmacologiche nel paziente in Nao: un problema emergente


I miglioramenti post-operatori dei pazienti operati con cardiochirurgia robotica


L'evoluzione della cardiochirurgia mininvasiva all'Humanitas Gavazzeni


I vantaggi della cardiochirurgia robotica rispetto ad altre tecniche mininvasive


Il cuore batte nel web, la prevenzione delle patologie cardiovascolari inizia in rete


Patologie cardiovascolari: un italiano su due non sa che sono la prima causa di morte


7 cose da sapere sulle nuove linee guida sulle dislipidemie


Diabete, prediabete e malattie cardiovascolari: le novità delle linee guida europee


Cosa fare quando il colesterolo è elevato ma i farmaci ancora non servono?


Cosa ne sanno gli italiani del colesterolo?


Lotta al colesterolo elevato, da Mylan un impegno che dura da 15 anni


I nutraceutici sono utili nella lotta al colesterolo elevato?


Linee guida Esc-Eas sulle dislipidemie: ruolo terapeutico degli anti PCSK9


Fibrillazione atriale, dopo intervento coronarico basta duplice terapia antitrombotica con edoxaban


Le donne rischiano di più dopo un infarto: si incominciano a capire le cause


ARTICOLI

Colesterolo, lower is better, il messaggio dei cardiologi italiani

Quattro giorni di lavori congressuali per oltre 2.200 partecipanti, più di 100 simposi, corsi di aggiornamento, centinaia di relazioni e letture magistrali. Questi i numeri del 78° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia (Sic) che s[...]

Scompenso cardiaco: ridotta da sacubitril/valsartan l'uricemia, predittore indipendente di outcome avversi

La concentrazione sierica di acido urico (SUA) risulta un predittore indipendente di outcome peggiori dopo aggiustamento multivariabile in pazienti con scompenso cardiaco con ridotta frazione d'eiezione (HFrEF). Rispetto a enalapril, sacubitril/valsa[...]

Malesia, colesterolo calato in 10 anni tra gli anginosi, trend opposto nella popolazione totale: effetto statine

Un declino nel corso di 10 anni della colesterolemia in individui colpiti da infarto in Malesia suggerisce che le statine stanno avendo un impatto positivo, secondo uno studio osservazionale condotto in circa 49.000 pazienti presentati all'ASEAN Fede[...]

La gestione dei sanguinamenti da anticoagulanti orali secondo un documento di consenso dell'ACC

L'American College of Cardiology (ACC) ha emesso un documento di consenso con "percorsi decisionali" per guidare i medici nella gestione del sanguinamento maggiore o minore nei pazienti trattati con anticoagulanti orali (OAC) – pubblicato sul “Journa[...]

Tachiaritmia ventricolare, ablazione possibile con radiazione stereotassica a fasci esterni

La somministrazione stereotassica di radiazioni a fasci esterni può potenzialmente essere utilizzata per l'ablazione della fonte di tachicardie ventricolari (VT) refrattarie ad altre terapie con farmaci e dispositivi. Lo suggerisce una piccola serie [...]

Allarme dei cardiologi: iperteso il 10 per cento dei giovani con meno di 18 anni

Quattro giorni di lavori congressuali per oltre 2.200 partecipanti, più di 100 simposi, corsi di aggiornamento, centinaia di relazioni e letture magistrali. Questi i numeri del 78° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia che apre i [...]

Tromboembolia venosa nei pazienti oncologici: edoxaban efficace quanto dalteparina con maggior maneggevolezza

Nei pazienti con cancro e tromboembolia venosa (TEV), la terapia con anticoagulante orale edoxaban, risulta non inferiore allo standard di cura a base di dalteparina iniettabile per via sottocutanea, nella prevenzione delle recidive di TEV o dei sang[...]

HFrEF con obesità e ipertensione, benefici di sacubitril/valsartan sotto sforzo non correlati alla lipolisi

I benefici effetti cardiovascolari di sacubitril/valsartan nel trattamento dello scompenso cardiaco con ridotta frazione di eiezione (HFrEF), non possono essere spiegati da cambiamenti nel metabolismo lipidico durante l'esercizio fisico in pazienti a[...]

Cardiopatie congenite, rischio di AF in giovani adulti molto alto. Richiesti screening più frequenti

I pazienti con cardiopatia congenita (CHD) hanno una probabilità fino a 85 volte maggiore di soffrire di fibrillazione atriale (AF) in età giovane-adulta. È il risultato di uno studio – pubblicato online su “Circulation” – in base al quale gli autori[...]

Chirurgia non cardiaca, benefici da aspirina a basso dosaggio perioperatoria in pazienti con pregresso PCI

La somministrazione perioperatoria a basso dosaggio di aspirina (acido acetilsalicilico, ASA) può ridurre il rischio di morte e infarto miocardico (IM) non fatale dopo chirurgia non cardiaca nei pazienti che hanno subito un pregresso intervento coron[...]

AAA (aneurismi dell'aorta addominale), la prevenzione può iniziare dall'uso aggressivo di ipolipemizzanti

La dislipidemia può essere una causa di aneurismi dell'aorta addominale (AAA) secondo modalità che non sono del tutto simili alla sua relazione con la malattia coronarica (CAD). Lo suggerisce un'analisi genomica pubblicata online su “JAMA Cardiology”[...]

Nuove rassicurazioni per dabigatran circa ictus e rischi emorragici endocranici da ampio studio real-world

Un nuovo studio ‘real-world' di confronto tra dabigatran e warfarin – pubblicato online sugli “Annals of Internal Medicine” – rassicura sui rischi emorragici complessivi e sui tassi di emorragia intracranica associati all'uso del nuovo anticoagulante[...]

Beta-bloccanti prima della chirurgia per ridurre l'incidenza di fibrillazione atriale post-operatoria

La somministrazione selettiva di beta-bloccanti a scopo preventivo prima della chirurgia cardiaca elettiva è sicura e può ridurre l'incidenza di fibrillazione atriale postoperatoria (POAF) di nuova insorgenza o di flutter atriale. È quanto suggerisce[...]

Statine, difesa del tessuto endoteliale miocardico in favore della guarigione dell'infarto. Studio preclinico

Nel tessuto infartuato, le statine diminuiscono la permeabilità e riducono il transito di leucociti infiammatori sfavorevoli, migliorando di conseguenza la guarigione e la funzionalità del ventricolare sinistro. Pubblicati online su “Arteriosclerosis[...]

Stent ricoperto di anticorpi promotori dell'endotelio, forse effettuabile una DAPT ‘ultracorta'

La duplice terapia antiaggregante (DAPT) dopo intervento coronarico percutaneo (PCI) in pazienti con sindrome coronarica acuta (ACS) può a volte essere abbreviata fino a 3 mesi usando uno stent polimerico a rilascio di farmaco (DES) caricato con siro[...]

Dagli Stati Uniti le prime linee guida per la prevenzione della morte cardiaca improvvisa

L'American Heart Association (AHA), l'American College of Cardiology (ACC) e l'Heart Rhythm Society (HRS) hanno pubblicato online su “Circulation” una linea guida aggiornata per la gestione dei pazienti adulti con aritmie ventricolari (VA) o a rischi[...]

Preipertensione addio, divisa in pressione elevata e ipertensione di stadio 1 dalle linee guida ACC/AHA 2017

L'American College of Cardiology (ACC) e l'American Heart Association (AHA) hanno pubblicato una nuova versione delle linee guida sull'ipertensione caratterizzate da una nuova definizione di “ipertensione di stadio 1” (che sostituisce il termine di “[...]

Infarto miocardico correlato a demenza vascolare, non a malattia di Alzheimer

Un pregresso infarto miocardico (IM) è associato ad aumentato rischio di demenza vascolare con una percentuale che arriva fin quasi al 35% e un pericolo più elevato che si estende fino a 35 anni dopo l'evento acuto. Tale rischio è ancora superiore ne[...]

Non solo LDL-C, evolocumab riduce anche altre lipoproteine aterogene

Nonostante l'efficacia ipocolesterolemizzante di evolocumab (anticorpo monoclonale anti-PCSK9) sia accertata, la ricerca sui meccanismi d'azione di questa molecola biotecnologica prosegue. È recente la pubblicazione online sull'American Journal of Ca[...]

Rischio di AF post-operatoria prevenibile con iniezioni di tossina botulinica nel grasso epicardico

Presentata ad Anheim, in California, nel corso delle American Association Scientific Sessions 2017, una nuova ricerca suggerisce che iniezioni in sede epicardica di tossina botulinica possono ridurre la complicazione assai frequente della fibrillazio[...]