Cardiologia

VIDEO

Curare il diabete e le sue conseguenze cardiovascolari: come gestire tanti farmaci?


Se si assumono meno farmaci rispetto a quanto prescritto, il Servizio sanitario risparmia?


Come ritornare alla propria vita dopo un infarto? Stile di vita e riabilitazione cardiovascolare


Lotta al colesterolo “cattivo”: come migliorare l'aderenza al trattamento?


Malattie cardiovascolari e aderenza alla terapia: tre consigli per il medico di famiglia


Malattie cardiovascolari: come migliorare l'aderenza ai farmaci. I consigli di un esperto


Prevenire l'osteoporosi ma pensare anche al cuore. Al via campagna informativa europea


Prevenire le malattie cardiache ma pensare anche alle ossa. Al via la campagna #ProtectUrLife


La campagna di informazione #ProtectUrLife su prevenzione di osteoporosi e malattie cardiache


Prevenzione delle malattie cardiovascolari e dell’osteoporosi. L’impegno di Senior Italia


Malattie cardiovascolari, le donne sono più colpite?


Che cos'è la cardioncologia? Le donne sono più sensibili alla tossicità dei farmaci oncologici?


Le donne hanno un rischio più elevato di fibrillazione atriale e ictus?


Alimentazione nelle donne: consigli pratici per vivere più a lungo e in salute


Patologie aritmiche, esistono delle differenze di genere?


Ruolo delle Istituzioni dopo un evento cardiovascolare


Prevenzione secondaria cardiovascolare, partnership tra pubblico e aziende farmaceutiche


Prevenzione secondaria cardiovascolare, i farmaci che agiscono sull'ipercolesterolemia


Innovazione in cardiologia, come funzionano e a cosa servono i farmaci inibitori di PCSK9


Prevenzione cardiovascolare e ipertensione, quali le novità?


Scompenso cardiaco, cosa dicono le linee guida della Società Europea di Cardiologia


Il segreto per stare bene anche nella terza età? Vita sana e aderenza alle terapie


ARTICOLI

Scompenso con frazione d’eiezione preservata: utili gli antagonisti dei mineralcorticoidi. Nuove conferme

Una metanalisi statunitense – pubblicata sul Journal of the American Heart Association – dimostra che la terapia con antagonisti dei recettori dei mineralcorticoidi (MRA) nei pazienti con disfunzione diastolica asintomatica o insufficienza cardiaca c[...]

Morte cardiaca improvvisa, terapie e defibrillatori per ridurre la mortalità

I pazienti con Cardiomiopatia sono stimati in circa il 3 per mille della popolazione generale. La Cardiomiopatia Ipertrofica è la più diffusa cardiopatia su base genetica: si stima che ne soffrano circa due persone su mille, pari a oltre centodiecimi[...]

Rara forma di ipercolesterolemia con mutazione del gene PCSK9: alirocumab efficace e tollerato

Una rara forma di ipercolesterolemia autosomica dominante, caratterizzata dalla mutazione GOF (gain of function, aumento della funzione) del gene PCSK9, sono ad alto rischio di malattia cardiovascolare (CVD) precoce.

Aritmie sopraventricolari ridotte con statine nello scompenso in resincronizzazione impropria

Secondo uno studio apparso online sull'American Journal of Cardiology, nei pazienti con scompenso cardiaco (HF) lieve di differente eziologia in terapia di resincronizzazione cardiaca sia con un defibrillatore sia con un dispositivo impiantabile card[...]

Nella gestione del paziente con scompenso cardiaco valutare sempre una possibile carenza di tiamina

La supplementazione con tiamina nel trattamento di pazienti affetti da scompenso cardiaco (HF) ha la potenzialità di migliorare la frazione d’eiezione del ventricolo sinistro (LVEF).

Dal calcio coronarico un indice predittivo di maggiore cardioprotezione con ACE-inibitori o sartani

In uno studio condotto in Nord America, e pubblicato online su Coronary Artery Disease, l'impiego degli inibitori dell’enzima di conversione (ACE-inibitori [ACEI]) o degli antagonisti del recettore dell’angiotensina (sartani [ARB]) è risultato associ[...]

Ipertesi con diabete, con sartano/calcioantagonista più efficacia nel ridurre la pressione sistolica centrale

Nelle persone ipertese con diabete, la combinazione a dose fissa di olmesartan/amlodipina (OLM/AML) è risultata superiore al trattamento con perindopril più amlodipina (PER/AML) nel ridurre la pressione arteriosa sistolica centrale (CSBP). Lo hanno d[...]

Linee guida ACC/AHA 2013, il calcio coronarico dimezza il numero dei candidati alle statine

Le linee guida per la gestione della colesterolemia emanate nel 2013 dall'American College of Cardiology (ACC) e dall'American Heart Association (AHA) hanno causato un notevole ampliamento del numero di soggetti ritenuti idonei alla terapia con stati[...]

Eli Lilly blocca lo sviluppo di evacetrapib, l'ipotesi HDL si fa sempre meno certa

Dopo il fallimento di torcetrapib (Pfizer) e dalcetrapib (Roche), si ferma anche la corsa di evacetrapib. Oggi, la casa farmaceutica americana Eli Lilly ha deciso di interrompere lo sviluppo dell'anticolesterolo evacetrapib, per il quale era in corso[...]

Coronaropatia con ischemia da esercizio fisico: ivabradina limita il miocardio stordito e ibernato

L'ivabradina riduce sia la disfunzione ventricolare sinistra (LV) acuta sia lo stordimento (stunning) miocardico in pazienti con malattia coronarica (CAD) e ischemia inducibile dall'esercizio fisico.

Alirocumab superiore a ezetimibe nella riduzione delle LDL-C nei pazienti intolleranti alle statine

In pazienti intolleranti alle statine, alirocumab ha determinato una maggiore riduzione di colesterolemia-LDL (LDL-C) rispetto a ezetimibe, con un minor numero di eventi avversi muscolo-scheletrici rispetto ad atorvastatina. Questo è il verdetto del [...]

Liraglutide migliora la funzione ventricolare sinistra dopo STEMI

L'utilizzo di ciclo di sette giorni di liraglutide in pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) trattati con angioplastica primaria è associato a un lieve miglioramento della funzione ventricolare sinistra a tre mes[...]

Ipertesi non-dippers: ACE-inibitori e ARB vanno assunti, alla stessa dose, non una ma due volte al giorno

Nei pazienti con ipertensione primaria, la somministrazione due volte al giorno alla stessa dose giornaliera di perindopril (ACE-inibitore) o losartan (sartano o ARB) sembra essere più efficace rispetto alla loro monosomministrazione serale per elimi[...]

LCZ696 efficace nei pazienti con insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione

L'inibitore del recettore dell'angiotensina e della neprilisina conosciuto con la sigla LCZ696 è efficace nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ridotta, secondo uno studio presentato alla 19° edizione del meeting annuale dell[...]

Insufficienza cardiaca e diabete e/o malattia renale cronica, finerenone meglio di eplerenone

Uno studio presentato alla 19° edizione del meeting annuale della Heart Failure Society of America (HFSA), il farmaco finerenone si è dimostrato superiore a eplerenone nel trattamento di pazienti con diabete di tipo 2 e/o malattia renale cronica, con[...]

Regressione delle placche aterosclerotiche indotta da statine: tutte le prove che è superiore nelle donne

L’impiego delle statine deve essere ampliato (soprattutto quelle ad alta intensità) e non negato alle donne con malattia coronarica, che di fatto possono trarne un beneficio superiore rispetto agli uomini.

DAPT, un alto BMI incide sulla reattività piastrinica nei trattati con clopidogrel, non con ticagrelor o ASA

Uno studio italiano, pubblicato online sul Journal of Cardiovascular Pharmacology, dimostra che tra i pazienti trattati con doppia terapia antipiastrinica (DAPT) per malattia coronarica, un indice di massa corporea (BMI) superiore è correlato a una m[...]

IMA da tromboembolia coronarica, sottopopolazione ad alto rischio soltanto ora caratterizzata

I pazienti con embolia coronarica (CE) rappresentano un sottogruppo ad alto rischio di pazienti con infarto miocardico acuto (IMA) e richiedono un follow-up stringente. A questa importante causa non aterosclerotica di IMA è dedicato un ampio studio g[...]

App “SEI IPERTESO” e studio I-GAME, le novità per prevenire le malattie cardio-vascolari dal XXXII Congresso Nazionale della SIIA

Prevenire è meglio che curare, anche e soprattutto nel caso dell'ipertensione arteriosa. In questo senso, in occasione del suo XXXII Congresso Nazionale, la SIIA (Società italiana dell'ipertensione arteriosa) ha posto anche l'accento sui giovani per [...]

Algoritmo per l'appropriatezza della terapia ipertensiva, ne parliamo con il prof. Borghi

E' una problematica che ancora oggi affligge una persona su tre causando ogni anno 280mila morti in Italia e 6,5 milioni nel mondo e che necessità di misure urgenti per arginarla; parliamo dell'ipertensione arteriosa. Nell'ottica della prevenzione e [...]