Cardiologia

VIDEO

Ipertensione giovanile, da cosa dipende e come agire


Prevenzione secondaria cardiovascolare, le ultime novità


Interventistica strutturale, le novità a livello cardiovascolare


Malattie cardiovascolari nella donna, sottovalutate e sottotrattate


Stent a rilascio di farmaco, pubblicato su Lancet studio di fase III su Orsiro


Caratteristiche e vantaggi del primo scaffold bioriassorbibile in magnesio


Diabete e malattie cardiovascolari: un binomio inscindibile?


Effetti clinici ed economici della cardiopatia diabetica


Ci sono dei farmaci antidiabetici che fanno bene al cuore?


Ipercolesterolemia familiare: nuovo test genetico predice la malattia, quando si svilupperà e con quale gravità


Ipercolesterolemia, l'ipotesi HDL è ancora valida?


Ipercolesterolemia, fino a quanto è possibile abbassare le LDL?


Diabete tipo 2 e rischio cardiovascolare: focus su nutrizione e attività fisica


Prevenzione cardiovascolare e salute partecipata


La prevenzione cardiovascolare sCorre in Italia


Importanza dell'attività fisica nella prevenzione cardiovascolare


Malattie croniche cardiovascolari, i bisogni dal punto di vista di pazienti e familiari


Medicina generale, importanza di mettere il paziente al centro del processo di cure


Aderenza alle terapie e spesa per il SSN, come si conciliano?


Malattie croniche cardiovascolare e comorbidità, come gestirle conciliando l'aderenza alla terapia?


Aderenza del paziente alle terapie in ambito cardiovascolare, cosa ci dicono i dati real life?


Ottimizzazioni delle cure per il paziente cardiovascolare, i progetti delle Regioni


ARTICOLI

Sindrome coronarica acuta, terapie più intense anche negli anziani per migliorare l'outcome

In caso di sindrome coronarica acuta (ACS) il ricorso a terapie basate su prove di efficacia (quali riperfusione coronarica e prevenzione secondaria con statine) è sempre meno effettuato con l'avanzare dell'età dei pazienti. Mentre diminuiscono i ben[...]

Antibioticoterapia orale dell'endocardite infettiva, ampia variabilità dei tassi di guarigione

Da quanto si riscontra in letteratura i tassi di guarigione da endocardite infettiva (EI) ottenuti mediante vari regimi di antibioticoterapia per via orale variano grandemente e, in generale, le molecole che presentano i più favorevoli profili farmac[...]

Evolocumab riduce il colesterolo del 55-65%

Presentati oggi nuovi risultati di tre studi di fase III da cui emerge che il trattamento con il nuovo farmaco ipolipemizzante sperimentale evolocumab (AMG 145) determina una riduzione statisticamente significativa, compresa tra il 55 e il 66%, del c[...]

Sildenafil per ipertensione polmonare pediatrica, conferma Usa: dosaggi Ema sicuri

I bambini con ipertensione arteriosa polmonare (PAH) trattati con sildenafil mostrano valori favorevoli di sopravvivenza con differenti dosaggi impiegato ma, apparentemente senza ragione, si rilevata una maggiore mortalità in chi riceve dosi più elev[...]

Mortalità ridotta con ACE-inibitori post-sindrome coronarica acuta non ostruttiva

La terapia con ACE-inibitori sembra essere un efficace trattamento di prima linea per la prevenzione del decesso in pazienti con malattia coronarica (CAD) non ostruttiva. È l'esito – apparso online sull'American Journal of Cardiology - di uno studio [...]

Al via studio di fase II su andexanet alfa come antidoto a edoxaban

Portola Pharmaceuticals ha annunciato di aver iniziato uno studio di fase II “proof-of-concept” per valutare l'efficacia di andexanet alfa come antidoto per annullare l'effetto anticoagulante di edoxaban in volontari sani.

Scompenso cardiaco, promettente il blocco del micro-RNA

Le terapie di nuova generazione per lo scompenso cardiaco potrebbero andare ad agire sulle alterazioni del macchinario genetico mediato dal micro-RNA che danneggia i miociti e la contrattilità cardiaca, contribuendo così al declino della funzionalità[...]

Con telmisartan ridotta frequenza di infarti del miocardio in ipertesi ad alto rischio

L'effetto di telmisartan in soggetti ad alto rischio cardiovascolare non è differente se questi pazienti sono ipertesi o non ipertesi. L'infarto del miocardio (IM), però, può risultare meno frequente negli ipertesi trattati con il sartano (ARB). Lo d[...]

Scompenso, inibitori RAAS riducono i decessi soprattutto se peggiora la funzione renale

Nei pazienti con disfunzione sistolica del ventricolo sinistro (LVSD) e scompenso cardiaco, la riduzione della mortalità generale associata all'impiego di inibitori RAAS risulta significativamente maggiore in presenza di un peggioramento della funzio[...]

Infarto STEMI, la mancata prescrizione di statine alla dimissione è predittiva di eventi ischemici

L'assenza di prescrizione di statine in pazienti dimessi dall'ospedale in seguito a un infarto del miocardio con sovraslivellamento del segmento ST (STEMI) rappresenta un fattore predittivo indipendente di eventi ischemici, incluso il decesso. Lo dim[...]

Firenze, nuove strategie terapeutiche da “Conoscere e Curare il cuore”

E' ricca di novità la XXXI° edizione del Congresso “Conoscere e curare il cuore”, organizzata anche quest'anno a Firenze dal 21 al 23 marzo dal Centro Lotta contro l'Infarto – Fondazione Onlus. Quest'anno il Congresso presenta, per la prima volta, nu[...]

Aumento di 12,8 milioni di utilizzatori di statine in USA stando alle ultime linee guida ACC/AHA

Le nuove linee guida per la gestione della colesterolemia, emanate congiuntamente nel novembre scorso dall'American College of Cardiology (ACC) e dall'American Heart Association (AHA), potrebbero determinare negli USA un aumento di adulti eligibili a[...]

Evolocumab bene in fase III anche nell'ipercolesterolemia familiare omozigote

Il trattamento con l'anticorpo monoclonale sperimentale evolocumab ha centrato l'obiettivo primario, cioè una riduzione percentuale rispetto ai valori basali del colesterolo LDL dopo 12 settimane superiore a quella ottenuta con il placebo nei pazient[...]

Maggior rischio di decesso e aritmie gravi con azitromicina e levofloxacina

Uno studio di coorte made in Usa sui veterani, pubblicato sul numero di marzo/aprile di Annals of Family Medicine, mostra che i due antibiotici azitromicina e levofloxacina sono entrambi associati a un rischio elevato di decesso e di gravi aritmie ca[...]

Pazienti con peggioramento di scompenso cardiaco: digossina da rivalutare

Nonostante i farmaci più recenti e le terapie basate sull'impiego di dispositivi medici abbiano drammaticamente migliorato la sopravvivenza dei pazienti ambulatoriali con scompenso cardiaco (HF), gli outcomes dei soggetti con peggioramento di HF sono[...]

Pantetina, derivato della vit. B5, opzione additiva a dieta e statine per ridurre le LDL-C

La pantetina, un derivato della vitamina B5, riduce i livelli plasmatici dei biomarcatori di rischio cardiovascolare (CVD) – quali colesterolo-LDL (LDL-C) e non-HDL (non-HDL-C) - nei pazienti con rischio CVD da lieve a moderato eligibili per terapia [...]

Post-IMA: ridotta mortalità long-term associando antipiastrinici, beta-bloccanti, statine e inibitori RAAS

La prescrizione di una combinazione di tutti e 4 i farmaci evidence-based per i pazienti post-infartuati (EBMs: agenti antipiastrinici, beta-bloccanti, statine e inibitori del sistema renina-angiotensina-aldosterone [ACE-inibitori e sartani]) risulta[...]

Benefici da warfarin anche in pazienti post-infartuati con AF e CKD

Nei pazienti con fibrillazione atriale (AF) che hanno avuto un infarto acuto del miocardio (IMA), il trattamento con warfarin si associa a un rischio ridotto di 1 anno per l'outcome composito comprendente decesso, infarto miocardico (IM) e ictus isch[...]

Contrordine sulle statine: pochi, in realtà, gli effetti collaterali

Le statine non hanno quasi effetti collaterali e loro incidenza è comunque generalmente inferiore a quella che si ha prendendo un placebo. È questa la conclusione, per certi versi sorprendente, di una metanalisi appena pubblicata sullo European Journ[...]

Il vaccino antinfluenzale riduce di un terzo gli infarti

Il vaccino antinfluenzale riduce del 36% la probabilità di essere colpiti da infarto. Un beneficio protettivo evidente soprattutto nella popolazione a rischio. Questa è la racco.mandazione anticipata nella circolare ministeriale della passata stagion[...]