Flecainide efficace nella fibrillazione atriale in età pediatrica

Una dose orale di flecainide, regolata in base al peso del paziente, ha dato buoni risultati nei soggetti pediatrici che presentavano un esordio di fibrillazione atriale.

Una dose orale di flecainide, regolata in base al peso del paziente, ha dato buoni risultati nei soggetti pediatrici che presentavano un esordio di fibrillazione atriale.Lo sostengono gli autori dello studio presentato nella 37a sessione scientifica annuale della Heart Rhythm Society (HRS).

La fibrillazione atriale, caratterizzata da un battito cardiaco rapido ed irregolare, è l'aritmia cronica più comune negli adulti ma rara nei bambini."Questa non è una diagnosi comune nei bambini", ha spiegato il dottor Leonardo Liberman, della Columbia University Medical Center, New York, che ha presentato lo studio, "I bambini che abbiamo valutato nello studio avrebbero dovuto subire una cardioversione elettrica, in grado di interrompere le aritmie cardiache, ma mentre aspettavano l’applicazione di questa procedura medica hanno ricevuto una dose orale di flecainide”. E proprio durante il monitoraggio è stato osservato che la flecainide ha interrotto le aritmie nella maggioranza dei pazienti.

Antiaritmico efficace e rapido
Tutti gli 11 pazienti pediatrici affetti da fibrillazione atriale hanno terminato con successo le loro aritmie grazie alla terapia medica, così come anche 4 dei 7 bambini (57%) che presentavano tachicardia da rientro intra-atriale (p <0,05).

9 bambini su 11 con fibrillazione atriale non presentavano malformazioni cardiache come anche un solo bambino sui 7 affetti da tachicardia da rientro intra-atriale.
La dose mediana della flecainide somministrata era di 3,7 mg/kg e le dosi sono state regolate in base al peso dei pazienti.

“Dopo la somministrazione orale di una dose di flecainide, l’interruzione delle aritmie è avvenuta abbastanza rapidamente, in un intervallo di tempo che andava da 30 minuti a 2 ore” ha puntualizzato il dottor Liberman sottolineando che l'uso di questa terapia medica semplifica la gestione delle aritmie.

Nei bambini con tachicardia da rientro intra-atriale e cardiopatia la terapia farmacologica non è stata molto efficace, infatti 3 bambini su 7 non hanno risposto alla dose di flecainide e sono stati costretti a passare alla cardioversione elettrica.

I ricercatori non hanno trovato un’associazione tra interruzione delle aritmie e dose di flecainide, età o aritmie precedenti e durante la discussione hanno ricordato i rischi associati all'uso di flecainide, come lo sviluppo di pro-aritmie, ma nessun paziente ha sviluppato in questo studio alcun evento avverso. I ricercatori sono contenti dei risultati ottenuti soprattutto perché con la somministrazione della flecainide i bambini hanno evitato l’anestesia che altrimenti avrebbero dovuto subire se sottoposti a cardioversione elettrica.

 
High Dose Oral Flecainide for Acute Termination of Recent Onset Atrial Fibrillation in Pediatric Patients. Abstract C-PO05-189