COVID-19

Sanofi e GSK supporteranno l'organizzazione umanitaria COVAX con 200 milioni di dosi di vaccino COVID-19 

Sanofi e GSK hanno firmato una dichiarazione di intenti con Gavi, l'amministratore legale del COVAX Facility, un meccanismo globale di condivisione del rischio per l'approvvigionamento in comune e la distribuzione equa di eventuali vaccini COVID-19.

Sanofi e GSK hanno firmato una dichiarazione di intenti con Gavi, l'amministratore legale del COVAX Facility, un meccanismo globale di condivisione del rischio per l'approvvigionamento in comune e la distribuzione equa di eventuali vaccini COVID-19.

Sanofi e GSK intendono rendere disponibili 200 milioni di dosi del loro vaccino COVID-19 a base di proteine ricombinanti adiuvate, se approvato dalle autorità di regolamentazione e soggetto a contratto, alla COVAX Facility. Entrambe le società intendono contribuire all'ambizione di COVAX di garantire che i vaccini COVID-19 di successo raggiungano coloro che ne hanno bisogno, chiunque essi siano e ovunque vivano, una volta ottenute le approvazioni appropriate.

Thomas Triomphe, Executive Vice President e Global Head di Sanofi Pasteur, ha dichiarato: “Per affrontare una crisi sanitaria globale di questa portata, ci vogliono partnership uniche. L'impegno che annunciamo oggi per il COVAX Facility può aiutarci ad avere insieme una migliore possibilità di tenere sotto controllo la pandemia. Questo momento riflette anche il nostro impegno a lungo termine per la salute globale e garantisce che i nostri vaccini COVID-19 siano convenienti e accessibili a coloro che sono più a rischio, ovunque nel mondo ".

Roger Connor, presidente di GSK Vaccines, ha dichiarato: "Da quando abbiamo iniziato a lavorare allo sviluppo dei vaccini COVID-19, GSK si è impegnata a renderli disponibili alle persone di tutto il mondo. Siamo orgogliosi di lavorare con Sanofi per rendere disponibile questo vaccino a base di proteine ricombinanti adiuvate ai paesi iscritti alla COVAX facility il prima possibile: questo ha il potenziale per essere un contributo significativo alla lotta globale contro COVID-19. "

La COVAX Facility fa parte di COVAX, una collaborazione globale di governi, organizzazioni sanitarie globali, aziende e organizzazioni filantropiche che lavorano per accelerare lo sviluppo, la produzione e l'accesso equo ai vaccini COVID-19. COVAX è co-guidato da Gavi, la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI) e l'OMS e costituisce il pilastro dei vaccini dell'acceleratore Access to COVID-19 Tools (ACT). Più di 180 paesi ed economie hanno recentemente aderito allo strumento COVAX per ottenere un accesso tempestivo ed economico ai vaccini ed affrontare su scala globale la pandemia di COVID-19.

Attraverso gli sforzi della COVAX Facility, i vaccini saranno distribuiti nei paesi partecipanti attraverso l'Allocation Framework dell'OMS, recentemente pubblicato, e lo Strategic Advisory Group of Experts on Immunization (SAGE) Values Framework dell'OMS, che ha iniziato a costruire una guida futura sull'uso dei vaccini. Questi principi di assegnazione mirano a garantire che le persone in tutte le parti del mondo abbiano accesso ai vaccini COVID-19 una volta che saranno disponibili.

Stato dello sviluppo del vaccino a base di proteine ricombinanti adiuvate
Sanofi e GSK hanno avviato uno studio di fase 1/2 il 3 settembre scorso con un totale di 440 soggetti arruolati e anticipano i primi risultati all'inizio di dicembre 2020, per supportare l'inizio di uno studio pivot di fase 3 prima della fine dell'anno. Se questi dati sono sufficienti per l'applicazione della licenza, si prevede di richiedere l'approvazione normativa a partire dalla prima metà del 2021. In parallelo, le aziende stanno aumentando la produzione rispettivamente dell'antigene e dell'adiuvante.

SEZIONE DOWNLOAD