Dermatologia

Caduta dei capelli, dermatologi favorevoli a minoxidil orale a basso dosaggio come terapia aggiuntiva

Una forma orale a basso dosaggio di minoxidil, un farmaco gią disponibile in forma topica per la caduta dei capelli dal 1988 e inizialmente approvato come antipertensivo nel 1979, sta guadagnando nuova popolaritą come terapia aggiuntiva per la caduta dei capelli, soprattutto nelle donne.

Una forma orale a basso dosaggio di minoxidil, un farmaco già disponibile in forma topica per la caduta dei capelli dal 1988 e inizialmente approvato come antipertensivo nel 1979, sta guadagnando nuova popolarità come terapia aggiuntiva per la caduta dei capelli, soprattutto nelle donne.

Il numero di pubblicazioni che hanno valutato l'uso di minoxidil per la caduta dei capelli è cresciuto notevolmente negli ultimi due anni. La formulazione a basso dosaggio suscita molto interesse soprattutto nelle donne, che fino a ora hanno avuto poche opzioni per via orale.

«La caduta dei capelli nelle donne è devastante e minoxidil topico, i sieri topici e gli integratori non favoriscono quel livello di crescita che le pazienti femminili si aspettano di ottenere» ha affermato Lily Talakoub, un dermatologo di McLean, in Virginia. «Minoxidil orale non è approvato dalla Fda per combattere la caduta dei capelli, ma gli studi hanno dimostrato che li fa crescere ed è diventato un’ancora di salvezza per molte donne».

«Per molti anni non abbiamo avuto nulla di nuovo da dire ai pazienti dal punto di vista medico» ha osservato Lynne Goldberg, professore di dermatologia e patologia presso la Boston University School of Medicine e direttore della Hair Clinic del Boston Medical Center. «E ora, all'improvviso, c'è un farmaco efficace, a buon mercato e ampiamente disponibile».

«Uso il minoxidil orale da circa 4 anni con grande successo» ha detto la dermatologa Eva Simmons-O'Brien di Towson, nel Maryland. «L'entusiasmo per questo prodotto a basse dosi fa seguito a un crescente riconoscimento nella comunità medica e scientifica che la caduta dei capelli non è solo un semplice problema estetico».

Meccanismo d’azione non completamente compreso
Quando minoxidil è stato introdotto per la prima volta sul mercato come antipertensivo, l’effetto collaterale di crescita dei capelli nei pazienti calvi ha portato allo sviluppo della forma topica. Tuttavia, nonostante decenni di utilizzo, il suo meccanismo d'azione non è ancora del tutto chiaro.

Di fatto è un agente vasodilatatore, ma può anche aumentare la sintesi del DNA e migliorare la proliferazione cellulare, secondo una revisione della letteratura pubblicata nel 2019. L'effetto positivo sulla crescita dei capelli è dovuto principalmente al suo metabolita, il minoxidil solfato, per opera dell'enzima sulfotransferasi, che si trova nei follicoli piliferi con un’attività variabile da individuo a individuo, hanno scritto gli autori.

Secondo una revisione del 2020, gli effetti vasodilatatori vengono propagati dalla sovraregolazione del fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), con conseguente aumento del flusso sanguigno cutaneo e dell’apporto di ossigeno e del fattore di crescita nel follicolo pilifero.

Minoxidil a basse dosi efficace e sicuro
Una revisione di 17 studi pubblicata nel 2020 sul Journal of American Academy of Dermatology (JAAD) ha rilevato che minoxidil a basse dosi è sicuro ed efficace nell’alopecia androgenetica a dosi da 0,25 a 1,25 milligrammi e contro la caduta dei capelli nelle donne, l'alopecia da trazione, il telogen effluvium cronico, il lichen planopilaris, l'alopecia areata e l'alopecia permanente indotta dalla chemioterapia.

L'effetto avverso più comune era l'ipertricosi. Altri eventi avversi includevano ipotensione posturale e vertigini, edema degli arti inferiori e lievi variazioni della pressione sanguigna.

Anche in un altro studio multicentrico sulla sicurezza condotto su 1.404 pazienti, pubblicato nel 2021 su JAAD, l'ipertricosi è risultato l'evento avverso più frequente, segnalato dal 15% dei pazienti. Gli effetti collaterali sistemici includevano vertigini (1,7%), ritenzione di liquidi (1,3%), tachicardia (0,9%), cefalea (0,4%), edema periorbitale (0,3%) e insonnia (0,2%). Solo nell’1,2% dei casi hanno portato all’interruzione del trattamento.

«Di certo è un aiuto ed è relativamente sicuro» ha dichiarato Adam Friedman, professore e presidente di dermatologia presso la George Washington University School of Medicine & Health Sciences di Washington, DC. «Ma non lo definirei un punto di svolta. Funziona meglio se usato in combinazione con altre terapie, come finasteride o dutasteride, piuttosto che come monoterapia».

Quali sono i pazienti ideali?
Considerata la maneggevolezza d’uso e il basso costo, da 4 a 12 dollari per coprire un mese di trattamento con compresse da 2,5 mg, minoxidil a basse dosi è adatto a molti pazienti, hanno affermato i dermatologi.

Il candidato ideale è una donna in perimenopausa o in menopausa che presenta un iniziale diradamento dei capelli da moderato a grave. «Tendo a usarlo nelle persone che non vogliono la forma topica o che l’hanno utilizzata ma sono andati incontro ad alcuni dei molti possibili effetti collaterali, come prurito e irritazione» ha detto Amy McMichael, professore di dermatologia alla Wake Forest University School of Medicine. «Minoxidil orale può anche essere utile come coadiuvante nei pazienti con alopecia areata e può essere utilizzato dopo trattamenti antinfiammatori nell'alopecia cicatriziale centrale centrifuga (CCCA)».

Il farmaco orale è usato raramente come monoterapia. I dermatologi hanno affermato di utilizzarlo in combinazione con spironolattone, minoxidil topico, finasteride o dutasteride. Se i pazienti stanno già assumendo antipertensivi o sono a rischio di effetti ipotensivi eccessivi per via di una combinazione che include lo spironolattone, i dermatologi hanno dichiarato di consultare prima il medico di base del paziente.

Per le donne il principale fattore limitante per l’uso può essere la crescita di peli superflui, di solito sul viso. McMichael ha affermato di mettere in guardia le donne afroamericane o di origine africana, che tendono ad avere più peli sul corpo all'inizio, in modo che siano consapevoli del potenziale di crescita eccessiva dei capelli associato al minoxidil a basse dosi.

Importante è non creare aspettative troppo alte
Nonostante il profilo e l'aumento dell’interesse in questa formulazione, i medici hanno sottolineato che non è una panacea. «È importante che i pazienti si rendano conto che la caduta dei capelli può essere complicata e che non esiste una bacchetta magica» ha chiarito Simmons-O'Brien. «I medici in genere usano diversi metodi per evitare che i follicoli piliferi miniaturizzino e scompaiano, lasciando delle cicatrici».

Va inoltre considerato che, per continuare a mantenere la crescita, i pazienti devono assumere il farmaco per tutta la vita, pena il rischio di dover ricominciare da capo. «Minoxidil orale, se usato in combinazione con altre terapie, migliorerà la crescita dei capelli» ha affermato Goldberg. «Ma non riporterà lo stato dei capelli a quello di 10 anni prima, per questo cerco di contingentare le aspettative dei pazienti».