Dermatologia EADV, Dermatologia

Dermatite atopica, dupilumab migliora qualitą di vita, sintomi, sonno, ansia e depressione #EADV22

Nei pazienti con dermatite atopica da moderata a grave, dupilumab ha migliorato rispetto al placebo la qualitą di vita e i sintomi riferiti dai pazienti, il sonno, la sonnolenza diurna, l'ansia e la depressione, secondo i risultati di tre analisi dello studio DUPISTAD di fase IV presentate al congresso della European Academy of Dermatology and Venereology (EADV) 2022.

Nei pazienti con dermatite atopica da moderata a grave, dupilumab ha migliorato rispetto al placebo la qualità di vita e i sintomi riferiti dai pazienti, il sonno, la sonnolenza diurna, l’ansia e la depressione, secondo i risultati di tre analisi dello studio DUPISTAD di fase IV presentate al congresso della European Academy of Dermatology and Venereology (EADV) 2022.

I pazienti affetti da dermatite atopica hanno spesso una ridotta qualità della vita (QoL) a causa di frequenti graffi specialmente di notte, che possono spesso portare a una scarsa qualità del sonno, conseguente sonnolenza e ridotta produttività durante il giorno. Negli adulti con malattia da moderata a grave, dupilumab ha dimostrato un miglioramento precoce e duraturo degli esiti riportati dai pazienti, dei segni e dei sintomi della dermatite atopica e della qualità del sonno negli studi clinici di fase III.

Lo studio di fase IV DUPISTAD
DUPISTAD, un trial randomizzato e controllato con placebo, comprendeva due periodi di 12 settimane, un periodo iniziale in doppio cieco e un successiva fase in aperto. Ha coinvolto pazienti adulti con dermatite atopica di grado da moderato a severo, con un punteggio EASI (Eczema Area and Severity Index) ≥12, un punteggio della Peak Pruritus Numeric Rating Scale (NRS) ≥3, un punteggio medio NRS del sonno ≥5 e una risposta inadeguata ai farmaci topici.

I partecipanti sono stati randomizzati in rapporto 2:1 a ricevere dupilumab 300 mg ogni 2 settimane (q2w) o placebo (PBO) nel periodo iniziale di 12 settimane in doppio cieco. Entrambi i gruppi hanno quindi ricevuto dupilumab in aperto 300 mg ogni 2 settimane per altre 12 settimane. Durante lo studio era consentito l’uso di corticosteroidi topici secondo necessità.

Dei 188 pazienti arruolati, 127 hanno sempre ricevuto dupilumab (dupilumab–dupilumab) e 61 sono trattati inizialmente con placebo e sono poi passati a dupilumab (PBO–dupilumab). I dati demografici di base e le caratteristiche della malattia erano ben bilanciati.

Miglioramento della qualità di vita e dei sintomi riportati dai pazienti
Gli endpoint esplorativi di un’analisi dei dati dello studio DUPISTAD presentata all’EADV, che includevano il Patient-Oriented Eczema Measure (POEM, con punteggio da 0 a 28 dove i valori più alti indicano un risultato peggiore), il Dermatology Life Quality Index (DLQI, con punteggio da 0 a 30 dove i valori più alti indicano una qualità di vita più scadente), Skin Pain and Sensitivity NRS (punteggio da 0 a 10 dove 0 =nessun dolore/sensibilità normale e 10=peggiore dolore possibile/sensibilità estrema) e il numero medio settimanale di giorni persi da scuola/lavoro (assenteismo), sono stati valutati dal basale alla settimana 24. Non sono stati effettuati confronti statistici formali sui dati del periodo di osservazione in aperto.

Le variazioni medie rispetto al basale nei punteggi totali POEM alla settimana 24 erano –14,6 nel gruppo dupilumab–dupilumab e –15,9 nel gruppo PBO–dupilumab. Il miglioramento nel gruppo PBO–dupilumab è stato di –11,5 dalla settimana 12 alla settimana 24 dopo il passaggio a dupilumab. Un miglioramento è stato osservato anche nei punteggi medi DLQI dal basale alla settimana 24 nel gruppo dupilumab–dupilumab (–12,6) e nel gruppo PBO–dupilumab (–13,4).

Sono state osservate riduzioni dal basale alla settimana 24 nella variazione media dei punteggi NRS del dolore cutaneo (–4,7 nel gruppo dupilumab–dupilumab e –5,0 nel gruppo PBO–dupilumab) e dei punteggi NRS di sensibilità cutanea (–4,6 nel gruppo dupilumab–dupilumab e – 5,0 nel gruppo PBO–dupilumab). Si è ridotto anche l'assenteismo, mediamente di 0,5 giorni nel gruppo dupilumab–dupilumab e di 0,2 giorni nel gruppo PBO–dupilumab. Il profilo di sicurezza di dupilumab era coerente con il profilo di sicurezza noto.

«Dupilumab fornisce miglioramenti duraturi per 24 settimane nelle misure della qualità di vita correlate alla malattia riportate dai pazienti e nella sintomatologia negli adulti con dermatite atopica moderata/grave» hanno concluso gli autori. «I pazienti che hanno ricevuto il placebo nelle prime 12 settimane hanno mostrato un rapido miglioramento dei punteggi POEM, DLQI, dolore cutaneo e assenteismo quando sono passati a dupilumab».

Miglioramento della qualità del sonno
I risultati precedenti del trial DUPISTAD hanno dimostrato che dupilumab ha migliorato significativamente la qualità del sonno dal basale alla settimana 12. Un’analisi presentata al congresso ha analizziato l'effetto del trattamento sul miglioramento dei disturbi del sonno con dati fino a 24 settimane.

L'endpoint primario dello studio era la variazione percentuale media dal basale alla settimana 12 nella Sleep NRS (0=peggiore sonno possibile e 10=miglior sonno possibile), una scala che in questo caso è stata invertita per analizzare i disturbi del sonno. Invece le analisi dell'endpoint esplorativo presentato al congresso includevano la variazione percentuale media dal basale alla settimana 24 nella Sleep NRS e nella Peak Pruritus NRS, oltre alla variazione media dal basale alla settimana 24 nello SCORing Atopic Dermatite (SCORAD, con punteggio da 0 a 103) e nello SCORAD Sleep Visual Analog Score (VAS, con punteggio da 0 a 10). Non sono stati effettuati confronti statistici formali sui dati del periodo di osservazione in aperto.

Alla settimana 24, i gruppi dupilumab–dupilumab e PBO–dupilumab hanno ottenuto riduzioni simili nella variazione percentuale media rispetto al basale nel punteggio Sleep NRS (rispettivamente –57,2% e –57,0%). Il gruppo PBO–dupilumab ha dimostrato un miglioramento medio del 32,4% e il gruppo dupilumab–dupilumab un miglioramento continuo del 12,5% dalla settimana 12 alla 24.

In entrambi i gruppi è stato osservato anche un miglioramento della Peak Pruritus NRS dal basale alla settimana 24, con riduzioni medie nel punteggio del 62,1% e del 66,2% rispettivamente per dupilumab–dupilumab e PBO–dupilumab e riduzioni medie dalla settimana 12 alla 24 del 7,8 % e del 52,5%.

Le diminuzioni dal basale alla settimana 24 per lo SCORAD sono state pari a 44,2 e 46,6 punti per i gruppi dupilumab–dupilumab e PBO–dupilumab, mentre le riduzioni medie dello SCORAD Sleep VAS sono state rispettivamente di 5,5 e 5,3 punti.

Eventi avversi emergenti dal trattamento (TEAE) fino alla settimana 24 si sono verificati nel 70,1% dei pazienti trattati con dupilumab-dupilumab rispetto al 75,4% del gruppo PBO-dupilumab, con TEAE gravi che si sono verificati rispettivamente nel 2,4% e nell’1,6% dei pazienti.

«Dupilumab ha fornito miglioramenti duraturi nelle misure della qualità del sonno per 24 settimane negli adulti con dermatite atopica da moderata a grave» hanno concluso i ricercatori. «I pazienti trattati inizialmente con il placebo hanno ottenuto un rapido miglioramento della qualità del sonno dopo il passaggio a dupilumab alla settimana 12».

Miglioramento di sonno, sonnolenza diurna, ansia e depressione
Gli endpoint esplorativi di un’ulteriore analisi di DUPISTAD presentata all’EADV includevano le variazioni medie dal basale alla settimana 24 relative al Patient-Reported Outcome Measures Information System (PROMIS) Sleep T-score (punteggio standardizzato compreso tra 30 [migliore] e 80 [peggiore], con una media di 50), all’Epworth Sleepiness Scale (ESS, con punteggio da 0 a 24 dove valori più alti indicano una maggiore sonnolenza diurna) e all’Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS, con  punteggio da 0 a 24 dove valori più alti indicano un esito peggiore). Non sono stati effettuati confronti statistici sui dati del periodo di osservazione in aperto.

Le variazioni medie dal basale alla settimana 24 nei punteggi PROMIS T erano simili tra i gruppi dupilumab–dupilumab e PBO–dupilumab (rispettivamente –12,5 vs –11,7). Il gruppo PBO–dupilumab ha mostrato un miglioramento medio di –3,8 nel T-score PROMIS dalla settimana 12 alla 24, mentre il gruppo dupilumab–dupilumab ha continuato a migliorare (variazione media di –1,5).

La riduzione media dell’ESS dal basale a alla settimana 24 nel gruppo dupilumab–dupilumab era pari a 4,6 punti e per il gruppo PBO–dupilumab era di 3,7 punti. Le variazioni medie dell’ESS dalla settimana 12 alla 24 nei gruppi dupilumab–dupilumab e PBO–dupilumab sono state rispettivamente di –0,5 e –1,9.

Miglioramenti simili dal basale alla settimana 24 sono stati osservati per i punteggi di ansia e depressione HADS: i gruppi dupilumab–dupilumab e PBO–dupilumab hanno mostrato variazioni medie dal basale a W24 rispettivamente di –3,8 e –4,4 per il punteggio di ansia HADS e di –4,4 e –3,4 per il punteggio di depressione HADS. Una volta che i pazienti nel gruppo PBO–dupilumab hanno iniziato a ricevere dupilumab alla settimana 12, i punteggi medi di ansia e depressione HADS sono migliorati alla settimana 24 (rispettivamente –1,6 e –0,9), mentre hanno continuato a migliorare nel gruppo dupilumab–dupilumab dalla settimana 12 alla 24 (–0,3 per entrambi i punteggi).

«Il trattamento con dupilumab comporta un miglioramento sostenuto degli esiti riferiti dai pazienti riguardo a sonno, sonnolenza diurna, ansia e depressione per 24 settimane, con un rapido miglioramento nei pazienti che sono passati a dupilumab dal placebo alla settimana 12» hanno concluso gli autori.

Referenze

Merola JF et al. Improvement in symptoms of atopic dermatitis (AD) and AD-related quality of life with dupilumab treatment in adults: 24-week results of the DUPISTAD study. Abstract 2275. EADV 2022.

Merola JF et al. Dupilumab ameliorates sleep disturbance and relieves itch in adults with moderate-to-severe atopic dermatitis over 24 weeks. Abstract 2249. EADV 2022.

Merola JF et al. Improvement in sleep quality anxiety and depression in adults with moderate-to-severe atopic dermatitis with Dupilimab treatment. Abstract 2265. EADV 2022.