Malattie cutanee croniche, benefici della terapia nutrizionale medica

Dermatologia

Per migliorare la sintomatologia di alcune condizioni dermatologiche croniche potrebbe essere di supporto la terapia nutrizionale medica, un piano di consigli dietetici personalizzati e sostenuti dall'evidenza scientifica, un approccio giÓ utilizzato con successo in altre patologie. ╚ quanto emerge da una review appena pubblicata sul Journal of Drugs in Dermatology.

Per migliorare la sintomatologia di alcune condizioni dermatologiche croniche potrebbe essere di supporto la terapia nutrizionale medica, un piano di consigli dietetici personalizzati e sostenuti dall’evidenza scientifica, un approccio già utilizzato con successo in altre patologie. È quanto emerge da una review appena pubblicata sul Journal of Drugs in Dermatology.

«La terapia nutrizionale medica per il trattamento delle condizioni dermatologiche è una scienza in evoluzione che prevede la collaborazione tra un dermatologo e un dietista per offrire al paziente i consigli nutrizionali/dietetici più validi dal punto di vista scientifico per ridurre potenzialmente i sintomi di malattie croniche come acne, eczema e psoriasi» ha detto il primo autore dello studio Martina Cartwright del dipartimento di scienze nutrizionali dell'Università dell'Arizona, a Tucson. «La terapia nutrizionale medica ha un ruolo nella guarigione delle ferite e può essere utile per ridurre i segni dell'invecchiamento cutaneo. Questo è il primo lavoro che presenta una tabella di marcia per applicare questa terapia a una varietà di condizioni cutanee». Ha tenuto a precisare che la dieta e l'alimentazione non curano i disturbi della pelle, ma possono aiutare ad alleviare i sintomi.

Terapia nutrizionale medica
La Medical Nutrition Therapy (MNT) è riconosciuta dall'American Academy of Nutrition and Dietetics, dai Centers for Disease Control e dal National Institutes of Health (NIH) come essenziale per la prevenzione e il trattamento di alcune malattie. È un approccio basato sull’evidenza per affrontare specifiche condizioni di salute attraverso un piano di assistenza nutrizionale su misura implementato da un dietista, o da un professionista della nutrizione registrato, che fornisce servizi completi di diagnostica, terapia e consulenza basati sulle esigenze di intervento nutrizionale di un individuo.

La MNT può essere un supporto utile per alcuni pazienti che soffrono di patologie cutanee croniche, ma permangono dei dubbi sulla forza delle associazioni tra dieta, nutrienti e salute della pelle. L'interpretazione confusa dei dati nutrizionali è dovuta alla mancanza di evidenze di primo livello provenienti da trial clinici controllati con placebo, ma sono state comunque osservate forti associazioni tra l’approccio dietetico e alcune malattie della pelle.

La MNT prevede una valutazione nutrizionale completa, la pianificazione e l'implementazione dell'intervento nutrizionale basato sull'evidenza con una consulenza dietetica mirata e un monitoraggio dei progressi. Esistono protocolli MNT per diabete, malattie cardiovascolari, oncologia, gestione del peso e allergia alimentare, mentre la dermatologia è un'area di interesse in evoluzione.

Migliorare la salute della pelle con l’alimentazione
Secondo i ricercatori, raramente si osservano cause ed effetti quando vengono messe in relazione la nutrizione e le condizioni dermatologiche. Invece sono emerse associazioni tra dieta ed esiti della malattia, tra cui la sua gravità e il numero di condizioni sperimentate da un paziente.

La review pubblicata copre un numero rappresentativo di gruppi alimentari e integratori, dai vari carboidrati, proteine ​​e grassi, agli acidi linoleici e agli acidi eicosapentaenoici (EPA), agli zuccheri semplici e complessi, alle vitamine e ai minerali, descrivendo tramite grafici in che modo gli eccessi o le carenze di questi nutrienti possono influire sulla salute sia generale che dermatologica. Presenta inoltre informazioni specifiche sulle malattie cutanee, con consigli dietetici per acne, dermatite atopica, melanoma, psoriasi, rosacea e cura delle ferite.

Osservando più da vicino alcune specifiche associazioni, i ricercatori hanno per esempio rilevato una connessione tra alimenti ad alto indice glicemico e acne. Hanno riferito che le allergie correlate alle immunoglobulina E (IgE) erano associate alla dermatite atopica e che la perdita di peso e la riduzione della circonferenza della vita potevano migliorare la psoriasi.

L'eliminazione di cibi caldi e piccanti può portare benefici ai pazienti con rosacea, mentre un aumento dell'assunzione di proteine ​​può accelerare il processo di guarigione delle ferite, hanno scritto. Riguardo al melanoma, raccomandano una dieta anti-infiammatoria e ricca di nutrienti.

Cartwright ha osservato che in oltre 25 anni di esperienza come dietista, le relazioni ai congressi di dermatologia si sono concentrate in gran parte sulla relazione tra la nutrizione e il peggioramento dei disturbi della pelle, e raramente hanno argomentato su come migliorare le condizioni cutanee o hanno fornito consigli pratici ai pazienti. «Qui entra in gioco la terapia nutrizionale medica», ha detto. «È un approccio collaborativo tra il dermatologo e il dietista volto ad affrontare i disordini della pelle da una prospettiva di medicina scientifica e personalizzata, utilizzando le più recenti strategie basate sull'evidenza e le strategie di consulenza che promuovono cambiamenti nutrizionali duraturi e producono risultati clinici significativi. I consigli nutrizionali senza una consulenza pratica di solito non sono di reale utilità per il paziente».

Bibliografia

Cartwright MM et al. The Role of Medical Nutrition Therapy in Dermatology and Skin Aesthetics: A Review. J Drugs Dermatol. 2020 Jan 1;19(1):12-18. 

Leggi