Diabete ed Endocrinologia

VIDEO

Diabete, cosa fare quando la terapia insulinica non basta per controllare la glicemia


Diabete tipo 2: come funziona e vantaggi della nuova combinazione insulina degludec e liraglutide


Controllo diabete e intensificazione terapia insulinica: il punto di vista del paziente e del medico


Per la FAND un nuovo sito internet e tanti progetti per le persone con diabete


Diabete: 5 cose da sapere sulla metformina


Un nuovo farmaco antiobesità: l'associazione bupropione e naltrexone


Acromegalia, i nuovi farmaci in arrivo


Diabete, ruolo della politica per contrastare la pandemia


Global Diabetes Policy Forum: cosa fare per contrastare l'emergenza diabete


Diabete, cosa chiedono i pazienti?


Diabete e malattie cardiovascolari: un binomio inscindibile?


Effetti clinici ed economici della cardiopatia diabetica


Ci sono dei farmaci antidiabetici che fanno bene al cuore?


Metformina: è ancora un farmaco attuale?


Aderenza alla terapia antidiabetica: come migliorarla?


Il trattamento del diabete con i GLP-1 analoghi: razionale terapeutico e dati efficacia


Come garantire la salute agli abitanti delle aree metropolitane: ruolo dell'Ente pubblico


Impatto degli antidiabetici sul sistema cardiovascolare


Qual è il ruolo del medico di famiglia nella gestione del diabete


Come si cambia lo stile di vita per contrastare obesità e diabete?


La salute in città: perché le malattie non trasmissibili sono così diffuse?


Perchè la gravità del diabete è così sottovalutata?


ARTICOLI

Diabete tipo 1, un test del respiro potrebbe aiutare a rilevare le ipoglicemie

Punture sul dito, addio. Potrebbe bastare un test del respiro per rilevare la presenza di un’ipoglicemia. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Cambridge, infatti, ha identificato nell’aria espirata una sostanza chimica che potrebbe indicare la[...]

Diabete di tipo 2, saxagliptin non aumenta il rischio di ricovero per insufficienza cardiaca

Il DPP-4 inibitore saxagliptin non aumenta il rischio di ricovero per scompenso cardiaco rispetto ad altri agenti anti-iperglicemizzanti nei pazienti con diabete di tipo 2. È questa la conclusione di un ampio studio di coorte appena pubblicato su Ann[...]

Diabete di tipo 2, nessun legame con i livelli di vitamina D nell’uomo anziano

I livelli sierici di 25-idrossivitamina D (25[OH]D) non sono associati con il diabete di tipo 2 incidente negli uomini anziani. Lo evidenzia un'analisi dello studio Osteoporotic Fractures in Men (MrOS), pubblicata di recente sulla rivista Bone.

Terapia prolungata con metformina possibile scudo contro le malattie neurodegenerative nei pazienti diabetici

Il trattamento con metformina potrebbe proteggere dalle malattie neurodegenerative, tra cui Alzheimer e Parkinson. A suggerirlo è un ampio studio retrospettivo sui veterani americani nel quale l’assunzione dell’antidiabetico per almeno 2 anni ha most[...]

Diabete: firmato accordo di programma Italia-Iran

415 milioni di diabetici nel mondo, 14.400 decessi ogni giorno – In Medio Oriente, l'8,5% della popolazione è diabetica, con stima di raddoppio al 2040 – Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) Foundation ed Endocrinology and Metabolism Researc[...]

Diabete di tipo 2, ampia meta analisi indica metformina come terapia di prima linea

Su Annals of Internal Medicine è stata di recente pubblicata una revisione sistematica della letteratura ed una meta-analisi che ha avuto l’obiettivo di valutare i farmaci antidiabetici in monoterapia e le combinazioni a base di metformina in pazient[...]

Trigliceridi, HDL e pressione arteriosa non legati al rischio di diabete di tipo 2

I valori di pressione arteriosa e i livelli plasmatici di trigliceridi e colesterolo HDL non sono risultati associati al rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, mentre una circonferenza della vita elevata e livelli elevati di glicemia sì. Il risu[...]

Diabete, canagliflozin supera glimepiride come aggiunta alla metformina

Nel corso di un studio della durata di un anno, il controllo glicemico è stato migliorato e il peso corporeo e la pressione sanguigna sono stati ridotti con canagliflozin in misura superiore a glimepiride quando utilizzati come terapia aggiuntiva all[...]

Diabete di tipo 2, volanesorsen riduce apoC-III e trigliceridi e migliora il controllo glicemico

L’ inibitore antisenso dell’apolipoproteina C-III di seconda generazione volanesorsen è efficace nel ridurre i livelli plasmatici di apolipoproteina C-III (apoC-III) e dei trigliceridi nei pazienti con diabete di tipo 2. Lo rivela uno studio randomiz[...]

Diabete, ok esperti Fda per empagliflozin per la riduzione della mortalità per cause cardiovascolari

Un comitato di esperti dell'Fda ha votato 12 a 11 a favore dell'approvazione di empagliflozin per la riduzione della mortalità per cause cardiovascolari in pazienti con diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare. La decisione definitiva dell'agenzi[...]

Diabete di tipo 2, con semaglutide miglior controllo glicemico vs sitagliptin e exenatide

I risultati degli studi clinici di fase III SUSTEIN 2 e SUSTEIN 3 condotti con semaglutide, un analogo del glucagone-like peptide-1 (GLP-1) in fase di sperimentazione, sono stati presentati al Congresso dell'American Diabetes Association di New Orlea[...]

Pioglitazione previene il diabete dopo l'ictus nei pazienti con resistenza all'insulina

I pazienti che presentano resistenza all'insulina dopo l'ictus possono evitare la progressione del diabete attraverso l'uso di pioglitazone, secondo uno studio presentato in occasione della 76th Scientific Sessions of the American Diabetes Associatio[...]

Diabete di tipo 2, dapagliflozin efficace su peso e pressione anche in caso di danno renale

L'inibitore dell'SGLT2 dapagliflozin non può vantare, almeno per ora, gli stessi benefici cardiovascolari già dimostrati dal suo rivale della stessa classe empagliflozin. Tuttavia, al recente congresso dell'American Diabetes Association sono stati pr[...]

Diabete tipo 2, dulaglutide aggiunta a insulina migliora controllo glicemico e peso corporeo

Nei pazienti con diabete di tipo 2 in trattamento con insulina, l'aggiunta del GLP1-agonista settimanale dulaglutide 1,5 mg migliora il controllo glicemico e la perdita di peso corporeo rispetto al placebo, senza aumentare in modo significativo il ri[...]

Diabete tipo 2, studio EXAMINE: evento cardiovascolare precedente aumenta il rischio di decesso

Nei pazienti con diabete di tipo 2, il rischio di morte per cause cardiovascolari è più alto se hanno già avuto un evento cardiovascolare non fatale, specie per coloro che hanno subito un ricovero per insufficienza cardiaca. A suggerirlo è una nuova [...]

Canagliflozin può aiutare a perdere peso anche i non diabetici

Negli studi sul diabete, l'inibitore dell'SGLT2 canagliflozin ha dimostrato di essere in grado di aiutare alcuni pazienti a perdere peso, a volte in misura maggiore rispetto a un altro trattamento antidiabetico. Ma il farmaco potrebbe riuscire a far [...]

Diabete di tipo 1, aggiunta di dapagliflozin a insulina e liraglutide migliora il controllo glicemico

I pazienti con diabete di tipo 1 trattati con insulina e liraglutide hanno ottenuto miglioramenti significativi della glicemia quando alla combinazione si è aggiunto un terzo farmaco: dapagliflozin. È questo il risultato di uno studio randomizzato pr[...]

Diabete, bene in fase III ertugliflozin, l'anti SGLT2 di Merck e Pfizer

Obiettivo raggiunto per due studi clinici di Fase 3, VERTIS Mono e VERTIS Factorial, che stanno valutando l'antidiabetico sperimentale ertugliflozin per il trattamento del diabete di tipo 2. I due trial hanno infatti centrato i loro endpoint primari [...]

Diabete tipo 2, combinazione glargine-lixisenatide batte entrambi i singoli componenti in fase III

Pazienti adulti con diabete di tipo 2 scarsamente controllato trattati con una combinazione di insulina glargine e del GLP1-agonista lixisenatide hanno ottenuto un miglior controllo glicemico e una lieve perdita di peso, senza alcun rischio aggiuntiv[...]

Diabete: nuove conferme per l'insulina degludec, riduce significativamente le ipoglicemie rispetto all'insulina glargine

I dati degli studi SWITCH 1 e SWITCH 2, presentati alla 76esima sessione scientifica dell'American Diabetes Association a New Orleans, mostrano la diminuzione degli episodi totali, di quelli notturni e di quelli severi dopo trattamento con l'insulina[...]