Diabete ed Endocrinologia

VIDEO

Che cos'è e come si cura l'ipoparatiroidismo


Diabete ed obesità, quanto uccidono in Italia?


Divergenze tra medico e paziente con diabete, una barriera al controllo glicemico


Diabete e malattie cardiovascolari, uccidono quasi come il cancro ma sono sottovalutate


Impatto socio-economico di diabete e malattie cardiovascolari


Lotta al diabete urbano, il progetto City Changing diabetes


Diabete, le nuove tecnologie in aiuto alla medicina del territorio


Diabete di tipo I, informare con una campagna di comunicazione


Piede diabetico: cos'è, caratteristiche, impatto sulla qualità di vita


Piede diabetico, pubblicato su Lancet Diabetes & Endocrinology studio Explorer su nuova medicazione


Terapia insulinica efficace? E' anche una questione di aghi


Diabete, microsensore sottocutaneo monitora glicemia fino a 6 mesi


Standard di cura del diabete: le novità dell'edizione 2018


Diabete, anche i grassi "cattivi" ne sono causa


Quali farmaci utilizzare al momento della diagnosi del diabete?


Diabete, i farmaci anti DDP-4 compiono 10 anni. Sono ancora attuali?


Quali sono i primi sintomi del diabete?


Farmaci antidiabetici innovativi: saranno a disposizione anche del medico di famiglia?


Diabete, cosa fare quando la terapia insulinica non basta per controllare la glicemia


Diabete tipo 2: come funziona e vantaggi della nuova combinazione insulina degludec e liraglutide


Controllo diabete e intensificazione terapia insulinica: il punto di vista del paziente e del medico


Per la FAND un nuovo sito internet e tanti progetti per le persone con diabete


ARTICOLI

Diabete, retro front Fda: metformina sicura in molti pazienti con problemi renali

La Food and Drug Administration cambia idea. Dopo aver diramato per decenni avvertimenti in cui si diceva il contrario, è ora giunta alla conclusione che l'antidiabetico metformina può essere utilizzato tranquillamente nei pazienti con insufficienza [...]

Antidiabetico correlato a leggero aumento del rischio di cancro alla vescica

Il farmaco antidiabetico pioglitazone è risultato associato a un leggero aumento del rischio assoluto di cancro alla vescica nei pazienti con diabete di tipo 2 rispetto ad altri antidiabetici non insulinici. Il dato emerge da uno studio osservazional[...]

Diabete di tipo 1, metformina potrebbe essere utile negli adolescenti obesi

Negli adolescenti obesi o in sovrappeso affetti da diabete di tipo 1, l’aggiunta di metformina alla terapia insulinica potrebbe contribuire ad abbassare i loro livelli di emoglobina glicata (Hb A1c) e a ridurre la resistenza all'insulina. È quanto em[...]

Diabete, gli incretino-mimetici non aumentano il rischio di scompenso cardiaco

Gli antidiabetici appartenenti al gruppo degli incretino-mimetici, cioè gli inibitori della dipeptidil peptidase-4 (DPP-4) e gli analoghi del glucagon-like peptide 1 (GLP-1), non aumentano il rischio di ricovero per insufficienza cardiaca. È questa l[...]

Alleviare il dolore nella neuropatia diabetica? Si può con un'iniezione di vitamina D ad alte dosi

Nei pazienti tormentati da una neuropatia diabetica dolorosa, potrebbe bastare una singola iniezione intramuscolare di vitamina D ad alte dosi per ottenere una riduzione significativa dei sintomi, stando ai risultati di uno studio fresco di uscita su[...]

Diabete di tipo 1, promettente trapianto autologo di staminali ematopoietiche semplificato

Un trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe semplificato eseguito in un setting ambulatoriale sembra essere un intervento sicuro ed efficace per i pazienti con diabete di tipo 1. A suggerirlo sono i risultati di uno studio di un gruppo[...]

Diabete, 422 mln le persone colpite. In aumento nei Paesi in via di sviluppo

Il numero di persone che vivono con il diabete è quasi quadruplicato dal 1980 fino a raggiungere la quota odierna di 422 milioni di adulti, con la maggior parte che vive in Paesi in via di sviluppo. E' il quadro tracciato dal primo Report globale del[...]

Diabete di tipo 2, liraglutide riduce il rischio nei pazienti obesi con prediabete

Più della metà dei pazienti adulti con prediabete e obesi o in sovrappeso trattati con liraglutide sono tornati a uno stato di normoglicemia dopo 3 anni, migliorando il loro profilo cardiometabolico e riducendo il loro rischio di sviluppare il diabet[...]

Liraglutide meglio del DDP-4 nel controllo glicemico negli adulti con diabete di tipo 2

I risultati dello studio clinico LIRA-SWITCH, di confronto tra liraglutide e sitagliptin, entrambi in combinazione con metformina hanno dimostrato che in adulti con diabete di tipo 2 passati dal trattamento con sitagliptin (100 mg) a liraglutide (1,[...]

Diabete di tipo 2, conferme in Fase IIIa per semaglutide

I risultati del primo studio clinico di fase 3 bis condotto con semaglutide, un analogo del glucagone-like peptide-1 (GLP-1), hanno dimostrato che il trattamento con il farmaco sperimentale somministrato una volta alla settimana, ha migliorato in mod[...]

Diabete di tipo 2, combinazione canagliflozin-metformina in prima battuta riduce la glicata e il peso corporeo

Nei pazienti con diabete di tipo 2 naive alla terapia farmacologica, una combinazione dell'inibitore dell'SGLT2 canagliflozin con metformina si è rivelata più efficace della monoterapia con entrambi i farmaci in uno studio di fase III della durata di[...]

Dal diabete di tipo 2 si può guarire? Uno studio preliminare dice di si

La diagnosi di diabete di tipo due non è necessariamente una condanna a vita. Stando alle conclusioni di uno studio condotto su un piccolo campione di pazienti pubblicato su Diabetes Care dai ricercatori dell'Università di Newcastle, in molti casi la[...]

Diabete di tipo 2, vitamina D ad alto dosaggio non migliora omeostasi del glucosio

Nei pazienti con prediabete o con diabete di tipo 2 sottoposti a un regime dietetico, un trattamento per 8 settimane con vitamina D ad alto dosaggio non sembra conferire benefici significativi in termini di funzione beta-cellulare, sensibilità all'in[...]

Diabete di tipo 2, controllo glicemico intensivo ha effetto neutro sugli eventi cardiovascolari non fatali

In pazienti adulti con diabete di tipo 2 monitorati per 9 anni, un controllo glicemico intensivo per un periodo medio di 3,7 anni ha mostrato di avere un effetto neutro sulla mortalità e sugli eventi cardiovascolari non fatali nello studio ACCORDION,[...]

Edema maculare diabetico, vale la pena proseguire l'anti-VEGF anche se la malattia persiste

ei pazienti con edema maculare diabetico persistente nonostante il trattamento con ranibizumab, continuare l'anti-VEGF potrebbe comunque offrire benefici a lungo termine. Lo rivela un'analisi post hoc di uno studio del Diabetic Retinopathy Clinical R[...]

Diabete, in contesto di vita reale canagliflozin supera i DPP-4

I risultati di una analisi di dati condotta in un contesto di vita reale dimostrano che l'impiego di canagliflozin in adulti con diabete di tipo 2 è associato a miglioramenti del controllo glicemico significativamente superiori rispetto agli inibitor[...]

Supplementazione con acido folico nel primo trimestre può aumentare il rischio di diabete gestazionale

La supplementazione quotidiana con acido folico all'inizio della gravidanza è risultata associata a un aumento del rischio di diabete gestazionale in un'analisi dello studio C-ABCS (China-Anhui Birth Cohort Study), uno studio di popolazione di ricerc[...]

Diabete tipo 2, studio LEADER: minor rischio di eventi cardiovascolari maggiori con liraglutide

L'analogo del GLP-1 liraglutide riduce in modo significativo il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori. Lo ha appena reso noto Novo Nordisk, con un comunicato stampa in cui vengono presentati i risultati di un nuovo studio randomizzato di[...]

Effetti dell'inquinamento paragonabili a quelli dell'obesità nell'aumentare il diabete di tipo 2

L'esposizione agli inquinanti presenti nell'aria sembra influire negativamente sulla tolleranza al glucosio, sulla sensibilità all'insulina e sul profilo lipidico. A suggerirlo è uno studio osservazionale pubblicato di recente su Diabetes Care.

Diabete di tipo 2, dulaglutide sicura ed efficace in aggiunta a glimepiride

Pazienti adulti con diabete di tipo 2 scarsamente controllato trattati con il GLP-1 agonista a lunga durata d'azione dulaglutide in aggiunta alla sulfonilurea glimepiride hanno mostrato un miglioramento del controllo glicemico e in maggior numero han[...]