Diabete ed Endocrinologia

VIDEO

Diabete, con empagliflozin ricoveri per scompenso ridotti del 40 per cento in studio di real life


Complicanze renali nel diabete di tipo 2, impatto e misure per limitarle


Diabete di tipo 2, protezione cardiorenale assicurata grazie al canagliflozin


L'impegno di Mundipharma nel diabete ed in altre aree terapeutiche


Diabete di tipo 2, intensificazione della terapia insulinica con associazione di un GLP-1 agonista


Diabete 1, sotagliflozin approvato in Europa per uso con insulina, primo anti SGLT a doppia azione


Diabete 1, nuove possibilità di cura con i farmaci orali anti SGLT associati all'insulina


Studi di real world evidence: cosa sono, a cosa servono e due esempi concreti in diabetologia


Diabete di tipo 2, come gestire il passaggio all'insulina e ruolo dell'autocontrollo


Strategia di intensificazione insulinica: di cosa si tratta e le nuove possibilità di cura


Diabete di tipo 2, efficacia a confronto delle insuline basali. Studio BRIGHT


Obesità infantile, è allarme anche in Italia


Obesità e cancro, un collegamento molto stretto


Gli italiani sono obesi? Una fotografia dal Report 2019


Obesità, uniti per combattere lo stigma


Obesità, ricerca ed impegno sociale di Novo Nordisk


Obesità: una patologia da combattere subito senza aspettare le conseguenze


Curare il diabete e le sue conseguenze cardiovascolari: come gestire tanti farmaci?


Che cos'è e come si cura l'ipoparatiroidismo


Diabete ed obesità, quanto uccidono in Italia?


Divergenze tra medico e paziente con diabete, una barriera al controllo glicemico


Diabete e malattie cardiovascolari, uccidono quasi come il cancro ma sono sottovalutate


ARTICOLI

Semaglutide promettente nel diabete di tipo 2. Studio su The Lancet Endocrinology

Rispetto al placebo, semaglutide in monoterapia ha assicurato un miglior controllo e una superiore perdita di peso corporeo in pazienti con diabete di tipo 2. I dati provengono da un trial internazionale pubblicato online il 16 gennaio su Lancet Dia[...]

Diabete, empagliflozin migliora il controllo glicemico e riduce il peso corporeo

Il trattamento con empagliflozin per un periodo di 24 settimane, in aggiunta alla terapia con 5 mg di linagliptin e metformina, migliora il controllo glicemico e il peso corporeo rispetto alla combinazione dei farmaci più placebo. E' quanto emerso da[...]

Diabete, empagliflozin primo antidiabetico i cui dati sulla riduzione della mortalità cardiovascolare siano in scheda tecnica

Empagliflozin, un inibitore del co-trasportatore sodio- glucosio di tipo 2 (SGLT2), è il primo farmaco antidiabetico per il quale in scheda tecnica, oltre all'attività sul controllo glicemico, siano stati inseriti i dati che confermano la sua capacit[...]

Infiammazione e alterazioni intestinali, nei diabetici esiste una “firma” identificativa

Gli adulti con diabete di tipo 1 hanno una "firma infiammatoria" che caratterizza la loro mucosa duodenale e li distingue dagli adulti con la malattia celiaca, anche se rimane poco chiaro se l'infiammazione è una causa o conseguenza del processo auto[...]

Diabete di tipo 2, dapagliflozin migliora la clearance dell'insulina

L’inibitore dell’SGLT2 dapagliflozin aumenta la clearance dell’insulina nei pazienti con diabete di tipo 2 quando usato in aggiunta a metformina o in combinazione con l’inibitore della DPP-IV saxagliptin più metformina. Lo evidenzia uno studio random[...]

Diabete tipo 2, possibile legame tra sulfoniluree e glitazoni e maggior rischio di fratture all'anca

Le persone con diabete di tipo 2 che assumono sulfoniluree e glitazoni sembrano essere a rischio aumentato di fratture all'anca. A suggerirlo sono i risultati di uno studio osservazionale pubblicato sulla rivista Bone.

Outcome peggiori nei pazienti con IBD se anche diabetici

I pazienti affetti sia da diabete sia da una malattia infiammatoria intestinale (IBD) hanno outcome significativamente peggiori riguardo a svariate variabili se paragonati con quelli che hanno solo l’IBD. È quanto emerge da un ampio studio retrospett[...]

Diabete, arriva l’insulina “2 x 1”, una formulazione rapida

Un’iniezione “morbida”, più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un altro passo avanti nella semplificazione della vita dei pazienti adulti con diabete mellito. Per coloro c[...]

Diabete tipo 1, rischio non aumentato se la madre ha fatto terapie per la fertilità

Una notizia tranquillizzante per le donne che per avere figli devono ricorrere alla fecondazioni assistita. Uno studio danese pubblicato sulla rivista Acta Obstetricia et Gynecologica Scandinavica, infatti, evidenzia che i bambini nati da donne che [...]

Diabete, per empagliflozin Fda approva la riduzione degli eventi cardiovascolari

La Fda ha annunciato di aver approvato un ampliamento delle indicazione terapeutiche di empagliflozin per includere la riduzione del rischio di morte cardiovascolare negli adulti con diabete di tipo 2 e pre esistenti malattie cardiovascolari.

Diabete tipo 2, aderenza migliore con sitagliptin rispetto alla sulfonilurea in aggiunta a metformina

Rispetto a pazienti adulti con diabete di tipo 2 in trattamento con una sulfonilurea più metformina, quelli a cui è stata prescritta un a terapia con l'inibitore della DPP4 sitagliptin più metformina hanno mostrato di avere un'aderenza e una persiste[...]

Diabete di tipo 2, alte dosi di insulina non associate ad aumento della mortalità e del rischio cv

Nei pazienti adulti con diabete di tipo 2 che iniziano la terapia insulinica non c’è una relazione dose-risposta tra la quantità di insulina assunta e la mortalità per tutte le cause o il rischio cardiovascolare. Lo rivela un nuovo studio retrospetti[...]

Diabete, associazione di insulina glargine e lixisenatide approvata dalla FDA

L’Fda ha autorizzato l’immissione in commercio per Soliqua 100/33 (associazione di insulina glargine e lixisenatide) in monosomministrazione giornaliera, per il trattamento di pazienti adulti con diabete di tipo 2 non adeguatamente controllato con in[...]

Diabete di tipo 2, no benefici cv in prevenzione primaria con aspirina a basso dosaggio

Nei pazienti con diabete di tipo 2 senza malattie cardiovascolari preesistenti, una terapia con basse dosi di aspirina non sembra ridurre il rischio di eventi cardiovascolari. Lo si evince dai dati dello studio JAPD2, presentati di recente al congres[...]

Diabete di tipo 2, breve terapia insulinica intensiva iniziale fattore chiave per remissione prolungata senza trattamento

Un intervento precoce, soprattutto nei primi 2 anni dopo la diagnosi di diabete di tipo 2 (DT2), è il fattore chiave nell'indurre una remissione prolungata della malattia in assenza di terapia antidiabetica attraverso una terapia insulinica intensiva[...]

Diabete tipo 2, analogo dell'FGF ricombinante migliora le complicanze metaboliche

BMS-986.036, un nuovo analogo pegilato ricombinante del fattore di crescita dei fibroblasti (FGF) 21, ha dimostrato di portare a miglioramenti della sensibilità all'insulina, dei trigliceridi e del colesterolo LDL e HDL nei pazienti con diabete di ti[...]

Diabete tipo 2, analogo dell’FGF ricombinante migliora le complicanze metaboliche

BMS-986.036, un nuovo analogo pegilato ricombinante del fattore di crescita dei fibroblasti (FGF) 21, ha dimostrato di portare a miglioramenti della sensibilità all'insulina, dei trigliceridi e del colesterolo LDL e HDL nei pazienti con diabete di ti[...]

Empagliflozin riduce rischio mortalità CV nel diabete, indipendentemente dalla malattia cardiovascolare al basale

Nuovi risultati presentati al Congresso 2016 dell'American Heart Association dimostrano che empagliflozin riduce in modo consistente il rischio di mortalità cardiovascolare, indipendentemente dal tipo di malattia cardiovascolare al basale, rispetto a[...]

Diabete, parere positivo del CHMP per combinazione di insulina glargine e lixisenatide

l Comitato per i Medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha dato parere positivo per l'autorizzazione all'immissione in commercio di Suliqua, la nuova combinazione, a rapporto fisso, titolabile, di insulina glargin[...]

Diabete: abbandono della dieta mediterranea, quali rischi per i pazienti?

Gli ultimi dati Eurispes hanno registrato un cambiamento nelle abitudini alimentari degli italiani: la scelta di abbandonare il consumo di carne sembra coinvolgere quasi 5 milioni di italiani (8% della popolazione), di cui circa il 10% sceglie di eli[...]