Diabete ed Endocrinologia

VIDEO

Che cos'è e come si cura l'ipoparatiroidismo


Diabete ed obesità, quanto uccidono in Italia?


Divergenze tra medico e paziente con diabete, una barriera al controllo glicemico


Diabete e malattie cardiovascolari, uccidono quasi come il cancro ma sono sottovalutate


Impatto socio-economico di diabete e malattie cardiovascolari


Lotta al diabete urbano, il progetto City Changing diabetes


Diabete, le nuove tecnologie in aiuto alla medicina del territorio


Diabete di tipo I, informare con una campagna di comunicazione


Piede diabetico: cos'è, caratteristiche, impatto sulla qualità di vita


Piede diabetico, pubblicato su Lancet Diabetes & Endocrinology studio Explorer su nuova medicazione


Terapia insulinica efficace? E' anche una questione di aghi


Diabete, microsensore sottocutaneo monitora glicemia fino a 6 mesi


Standard di cura del diabete: le novità dell'edizione 2018


Diabete, anche i grassi "cattivi" ne sono causa


Quali farmaci utilizzare al momento della diagnosi del diabete?


Diabete, i farmaci anti DDP-4 compiono 10 anni. Sono ancora attuali?


Quali sono i primi sintomi del diabete?


Farmaci antidiabetici innovativi: saranno a disposizione anche del medico di famiglia?


Diabete, cosa fare quando la terapia insulinica non basta per controllare la glicemia


Diabete tipo 2: come funziona e vantaggi della nuova combinazione insulina degludec e liraglutide


Controllo diabete e intensificazione terapia insulinica: il punto di vista del paziente e del medico


Per la FAND un nuovo sito internet e tanti progetti per le persone con diabete


ARTICOLI

Diabete di tipo 2, semaglutide orale OK anche in pazienti con insufficienza renale moderata

Nei pazienti con diabete di tipo 2 e insufficienza renale moderata, semaglutide orale in monosomministrazione giornaliera riduce l’emoglogina glicata e il peso corporeo in modo significativamente superiore rispetto al placebo, senza effetti collatera[...]

Attenti alle diete, troppi carboidrati (o troppo pochi) aumentano il rischio di mortalità

Le diete a basso e alto contenuto di carboidrati sono associate a un maggior rischio di mortalità per tutte le cause. A conferma della massima che recita “il giusto sta nel mezzo”, per migliorare la salute a lungo termine è risultato più utile un con[...]

Insuline reattive al glucosio, Novo acquisisce i diritti su molecole sperimentali dalla britannica Ziylo. Affare da $800 mln

Novo Nordisk ha acquisito i diritti su molecole sintetiche in grado di legare il glucosio in fase precoce di sviluppo della compagnia chimica britannica Ziylo. L'accordo prevede un processo di acquisizione graduale che potrebbe potenzialmente valere [...]

Farmaci innovativi per il diabete preclusi a 1,5 milioni di pazienti, MMG non li possono prescrivere. Indagine FIMMMG

Il 62% dei pazienti affetti da Diabete Mellito di Tipo 2 (T2DM) viene gestito normalmente dai medici di famiglia (Mmg) e non fa riferimento se non occasionalmente, e comunque non in modo strutturato, ai Centri Antidiabetici (CAD).

Diabete di tipo 2 pediatrico, alti livelli di acido urico correlati a sviluppo di ipertensione e malattia renale

Nei bambini con diabete di tipo 2, la riduzione del livello di acido urico sierico potrebbe aiutare a prevenire la malattia renale. Sono i risultati di uno studio presentato al congresso dell’American Diabetes Association, a Orlando in Florida.

Diabete di tipo 2 e malattia renale cronica, alt anticipato dello studio CREDENCE su canagliflozin in virtù dei risultati positivi

Lo studio di Fase III in pazienti con diabete di tipo 2 e malattia renale cronica in trattamento con l’antidiabetico SGLT2-inibitore canagliflozin, è stato interrotto anticipatamente sulla base dei risultati positivi dimostrati dal farmaco.

Diabete di tipo 2, efficacia della terapia combinata exenatide più dapagliflozin si mantiene anche nel lungo periodo

Nel trattamento a lungo termine del diabete di tipo 2, la terapia combinata con l’agonista del recettore GLP-1 exenatide più l’inibitore del co-trasportatore sodio glucosio di tipo 2 (SGLT-2) dapagliflozin, si è dimostrata efficace nel mantenere la r[...]

L’obesità di per sé non aumenta il rischio di morte, se non è associata ad altri disordini metabolici

I risultati di uno studio dei ricercatori della York University's Faculty of Health potrebbero avere un forte impatto su come concepiamo l'obesità in rapporto alla salute, dal momento che i pazienti con obesità metabolicamente sana, ovvero senza ness[...]

Diabete di tipo 1, una nuova possibilità di trattamento con l'antiipertensivo verapamil

In pazienti con diabete di tipo 1 di recente insorgenza la somministrazione orale regolare di verapamil, un comune farmaco antiipertensivo approvato per la prima volta nel 1981, ha permesso ai pazienti di produrre livelli più alti di insulina, limita[...]

Diabete di tipo 2, la dieta vegetariana riduce glicemia e rischio cardiovascolare

In persone di mezza età, in sovrappeso e con diabete di tipo 2 sotto controllo farmacologico, le diete vegane e vegetariane aiutano a ridurre i livelli di HbA1c e colesterolo e migliorano altri fattori di rischio cardiometabolico. E' quanto emerge da[...]

Diabete di tipo 2, empagliflozin migliora gli esiti cardiovascolari e riduce il rischio di progressione o nuova malattia renale

Negli adulti con malattia cardiovascolare (CV) e diabete di tipo 2, che è la causa numero uno di insufficienza renale negli Stati Uniti, empagliflozin ha ridotto il rischio di morte CV o di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca, e di peggiorame[...]

Diabete di tipo 1, miglioramenti nel controllo della glicemia, nel peso e nella pressione sanguigna con liraglutide in aggiunta alla terapia insulinica

Gli adulti con diabete di tipo 1 che assumono una dose giornaliera di liraglutide in aggiunta alla terapia insulinica hanno ottenuto non solo un miglior controllo della glicemia, ma anche miglioramenti della pressione sanguigna e del peso corporeo. S[...]

Diabete, meno glicemia discordante con l’associazione tra glargine e lixisenatide

Una nuova analisi post-hoc dello studio di fase 3 Lixilan-L presentata nel corso del 78° congresso dell'American Diabetes Association (ADA) a Orlando nei giorni scorsi dimostra che la combinazione di insulina glargine 100 U/mL e lixisenatide riduce l[...]

Nelle città due terzi delle malattie correlati a stili di vita scorretti

Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di morte; assieme a tumori, diabete e disturbi respiratori cronici costituiscono oggi il principale rischio per la salute e lo sviluppo umano, secondo quanto emerso nel corso dell'11th Ita[...]

Anche Milano protagonista della lotta al diabete urbano

Il diabete si sta rivelando la malattia più rilevante e potenzialmente pericolosa del nostro secolo per la crescita continua della sua prevalenza e per la mortalità e le complicanze invalidanti. In Italia, secondo ISTAT, le persone con diabete sono 3[...]

Diabete, con insulina glargine 300 U/mL meno ipoglicemie gravi

Lo studio di real world evidence LIGHTNING-PM dimostra che l'insulina glargine 300 U/mL riduce significativamente il tasso di eventi ipoglicemici gravi nel 25% dei casi rispetto a insulina degludec in persone che iniziano il trattamento del diabete d[...]

Diabete di tipo 1, buoni risultati sulla glicemia di tre dosaggi di empagliflozin in aggiunta a insulina

Nei pazienti con diabete di tipo 1, l'inibitore del co-trasportatore sodio glucosio di tipo 2 empagliflozin, in aggiunta alla terapia insulinica, ha ridotto l'emoglobina glicata dopo 26 settimane di trattamento. Sono i risultati di due studi clinici [...]

Diabete di tipo 2 nei giovani, metformina da sola o in combinazione con insulina inefficace sulla funzione delle cellule beta pancreatiche

Nei giovani con ridotta tolleranza al glucosio o nelle fase iniziale del diabete di tipo 2, la resistenza all'insulina e la disfunzione delle cellule beta pancreatiche associate al diabete non hanno risposto al trattamento con metformina da sola o in[...]

Diabete di tipo 2, canagliflozin non aumenta il rischio di amputazioni in uno studio real-life su 700mila pazienti

L'antidiabetico canagliflozin non aumenta il rischio di amputazione nei pazienti diabetici o con malattia cardiovascolare accertata, e conferma di ridurre il rischio di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca già emerso in precedenza.

Diabete di tipo 2, miglior controllo della glicemia con insulina degludec

I pazienti adulti con diabete di tipo 2 che assumevano insulina basale per la prima volta hanno avuto una riduzione significativa dell'emoglobina glicata (HbA1c) e un numero inferiore di episodi ipoglicemici con insulina degludec rispetto all'insulin[...]