Diabete ed Endocrinologia

VIDEO

Studi di real world evidence: cosa sono, a cosa servono e due esempi concreti in diabetologia


Diabete di tipo 2, come gestire il passaggio all'insulina e ruolo dell'autocontrollo


Strategia di intensificazione insulinica: di cosa si tratta e le nuove possibilità di cura


Diabete di tipo 2, efficacia a confronto delle insuline basali. Studio BRIGHT


Obesità infantile, è allarme anche in Italia


Obesità e cancro, un collegamento molto stretto


Gli italiani sono obesi? Una fotografia dal Report 2019


Obesità, uniti per combattere lo stigma


Obesità, ricerca ed impegno sociale di Novo Nordisk


Obesità: una patologia da combattere subito senza aspettare le conseguenze


Curare il diabete e le sue conseguenze cardiovascolari: come gestire tanti farmaci?


Che cos'è e come si cura l'ipoparatiroidismo


Diabete ed obesità, quanto uccidono in Italia?


Divergenze tra medico e paziente con diabete, una barriera al controllo glicemico


Diabete e malattie cardiovascolari, uccidono quasi come il cancro ma sono sottovalutate


Impatto socio-economico di diabete e malattie cardiovascolari


Lotta al diabete urbano, il progetto City Changing diabetes


Diabete, le nuove tecnologie in aiuto alla medicina del territorio


Diabete di tipo I, informare con una campagna di comunicazione


Piede diabetico: cos'è, caratteristiche, impatto sulla qualità di vita


Piede diabetico, pubblicato su Lancet Diabetes & Endocrinology studio Explorer su nuova medicazione


Terapia insulinica efficace? E' anche una questione di aghi


ARTICOLI

Diabete tipo 2, peso e glicata giù con liraglutide negli obesi o in sovrappeso

Il trattamento con liraglutide 3 mg e 1,8 mg permette a un maggior numero di pazienti in sovrappeso oppure obesi di ottenere un calo ponderale clinicamente significativo rispetto ai pazienti trattati con un placebo.

Terapia sostitutiva con testosterone, anche gli andrologi italiani prendono posizione

Anche la Società Italiana di Endocrinologia (SIE) e la Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (SIAMS) prendono posizione sulla terapia sostitutiva con testosterone.

Diabete tipo 1, all'orizzonte possibile strategia per un vaccino

Un frammento di insulina mutato si è dimostrato in grado non solo di impedire il diabete di tipo 1 nei topi, ma anche di provocare una risposta immunitaria nelle cellule umane.

Diabete: in Lombardia ogni anno oltre 1 miliardo di euro la spesa e più di 13mila i morti

Il 3% della popolazione tra i 46 e i 55 anni, il 7,2% tra i 56 e i 65, l'11,1% tra i 66 e i 75, per un totale di oltre 310mila cittadini lombardi, soffre di diabete. 3.315 euro pro capite spesi ogni anno per la cura di questa malattia, pari a oltre 1[...]

Diabete, trattare la depressione non migliora il controllo glicemico

Sia la terapia cognitivo-comportamentale specifica per il diabete sia il trattamento farmacologico con sertralina sono efficaci nel ridurre la depressione nei pazienti diabetici, ma non servono a migliorare il controllo glicemico.

Diabete, lixisenatide non aumenta il rischio cardiovascolare

L'antidiabetico lixisenatide non aumenta il rischio cardiovascolare nei pazienti ad alto rischio, Lo ha reso noto l'azienda produttrice, Sanofi, riportando i dati preliminari di un trial che sarà utilizzato per supportare la richiesta di approvazione[...]

Diabete tipo 1, adiponectina nelle urine predittiva di progressione verso la nefropatia diabetica

In uno studio appena pubblicato su Diabetes Care, l’adiponectina urinaria si è rivelata un forte fattore predittivo indipendente di progressione della nefropatia diabetica da una macroalbuminuria a una malattia renale in stadio terminale nei pazienti[...]

Diabete, insulina detemir non attraversa la placenta

Insulina detemir, un analogo dell'insulina ad azione prolungata relativamente nuovo, può essere utilizzato in tutta sicurezza dalle donne incinte perché non attraversa la placenta umana. È questa la rassicurante conclusione di uno studio pubblicato d[...]

Diabete tipo 2, terapia antipertensiva offre benefici anche ai non ipertesi

I pazienti con diabete di tipo 2 che assumono antipetensivi hanno meno probabilità di avere infarti e ictus o di morire precocemente, anche se non sono ipertesi. A indicarlo è una revisione sistematica e metanalisi pubblicata di recente su Jama.

Sicurezza cardiovascolare di alogliptin, conferme da The Lancet

Pubblicata su The Lancet un'analisi post hoc di dati derivanti dallo studio EXAMINE (EXamination of CArdiovascular OutcoMes: AlogliptIN vs. Standard of CarE in Patients with Type 2 Diabetes Mellitus and Acute Coronary Syndrome), uno studio clinico di[...]

Diabete di tipo 2 e GLP-1 agonisti, valori di glicata a 3 mesi predittivi della risposta successiva alla terapia

I pazienti con diabete di tipo 2 che mostrano riduzioni significative dell’emoglobina glicata (HbA1c) entro 3 mesi dall'inizio del trattamento con l’agonista del recettore del glucagone-like peptide-1 (GLP-1) exenatide hanno maggiori probabilità di r[...]

Nuova insulina “intelligente" promettente nel diabete di tipo 1

Un'insulina “intelligente" sperimentale che agisce per 14 ore si è dimostrata promettente, per ora in un modello murino, ma potrebbe essere testata nei pazienti con diabete di tipo 1 nel giro di 2 anni.

Assistenza al diabete di tipo 1, rispettate le pari opportunità

Nessuna disparità tra uomo e donna nel trattamento e nella qualità di cura complessivamente erogata per il diabete di tipo 1. Lo sostengono i dati del Rapporto “Le differenze di genere nel diabete di tipo 1", realizzato dal Gruppo Donna AMD – Associa[...]

Diabete tipo 2, metformina riduce il rischio nelle donne che hanno avuto il diabete gestazionale

La donne che hanno avuto il diabete gestazionale hanno un rischio aumentato di sviluppare un diabete di tipo 2 per alcuni anni dopo il parto. Tuttavia, un intervento intensivo sullo stile di vita, associato all'assunzione di metformina, può avere un [...]

Diabete tipo 2, non così chiaro il legame tra valori di glicata e mortalità

La relazione tra controllo glicemico e mortalità non è così chiara. A suggerirlo è uno studio osservazionale danese, da poco pubblicato su BMJ Open Diabetes Research Care, nel quale il calo dell’emoglobina glicata (HbA1c) è risultato associato a una [...]

Diabete tipo 2, trelagliptin settimanale non inferiore ad alogliptin once daily

L'inibitore della dipeptidil peptidasi-IV (DPP-4) trelagliptin, che si assume una volta alla settimana, ha mostrato un'efficacia e una sicurezza simili a quelle di un alltro inibitore della DPP-4 once daily, alogliptin, e potrebbe quindi migliiorare [...]

Insulina glargine biosimilare di Eli Lilly, a breve lancio europeo

Per le insuline, in Europa sta per iniziare una vera e propria guerra. A tutto vantaggio dei payors e dei pazienti. Secondo quanto riporta la testata finanziaria Bloomberg, nei prossimi mesi Eli Lilly & Co. intende lanciare in Europa l'insulina glarg[...]

Diabete tipo 2: vildagliptin abbassa i trigliceridi, effetto neutro sul peso

L'inibitore della dipeptidil peptidasi-4 vildagliptin (DPP4) riduce i livelli di trigliceridi epatici, ma sembra non influenzare il peso corporeo o la sensibilità periferica all'insulina.

Diabete tipo 2, ancora non verificati i benefici della vitamina D

Le evidenze a favore di un effetto benefico della supplementazione con vitamina D sull'iperglicemia, la secrezione delle cellule beta o la sensibilità all'insulina nei pazienti con diabete di tipo 2 sono ancora insufficienti, stando ai risultati di u[...]

Diabete, dati positivi in fase II per semaglutide orale, nuovo GLP1-agonista di Novo

Il colosso danese Novo Nordisk ha annunciato di aver ottenuto risultati positivi in uno studio di fase II sulla versione orale dell'analogo del GLP-1 a lunga durata d'azione semaglutide, utilizzato per il trattamento dei pazienti con diabete di tipo [...]