Diabete ed Endocrinologia

VIDEO

Centri ipofisari di eccellenza: cosa sono e perchè sono importanti


Terapia dell’acromegalia: il ruolo del pegvisomant


La terapia dei tumori neuroendocrini


Cosa sono i noduli tiroidei e come si fa a capire quando sono di natura maligna


Diabete, qual è il ruolo in terapia dei farmaci GLP-1 agonisti


Ipotiroidismo, cos’è, come si diagnostica e come si cura


Carcinoma tiroideo differenziato: metodi di stadiazione


Osteogenesi imperfetta: cos’è e come si può trattare


Terapia chirurgica e medica dell’acromegalia: cosa dicono le nuove linee guida


Cosa sono le crisi tireotossiche e come si affrontano


Diabete tipo 2: ruolo in terapia dei nuovi ipoglicemizzanti orali della classe degli SGLT-inibitori


Ipocalcemie: definizione e opzioni di trattamento


Ipovitaminosi D: effetti dell’esposizione solare estiva e della supplementazione vitaminica


Diabete di tipo 2 e insufficienza renale, controllo glicemico migliore grazie all'insulina glargine


Diabete di tipo 2, dal congresso ADA2019 nuovi dati su insulina glargine e lixisenatide


Diabete, dapagliflozin oltre all'effetto cardioprotettivo dimezza la progressione della malattia renale


Diabete, con empagliflozin ricoveri per scompenso ridotti del 40 per cento in studio di real life


Complicanze renali nel diabete di tipo 2, impatto e misure per limitarle


Diabete di tipo 2, protezione cardiorenale assicurata grazie al canagliflozin


L'impegno di Mundipharma nel diabete ed in altre aree terapeutiche


Diabete di tipo 2, intensificazione della terapia insulinica con associazione di un GLP-1 agonista


Diabete 1, sotagliflozin approvato in Europa per uso con insulina, primo anti SGLT a doppia azione


ARTICOLI

Diabete tipo 1, insulina degludec sicura ed efficace anche in bambini e adolescenti

Insulina degludec, in combinazione con insulina aspart, ha migliorato il controllo glicemico a lungo termine e si è dimostrata sicura nei bambini e nei giovani con diabete di tipo 1 arruolati nello studio BEGIN YOUNG 1, presentato da Novo Nordisk in [...]

Primi dati ok per l'insulina orale anche nel diabete di tipo 1

L'addio alle iniezioni di insulina potrebbe diventare realtà anche per i pazienti con diabete di tipo 1. Oramed Pharmaceuticals, che già sta sperimentando una formulazione di insulina per bocca nei pazienti con diabete di tipo 2, ha infatti annunciat[...]

Controllo glicemico stretto non migliora la sopravvivenza a lungo termine dopo il by-pass

Non vi è alcuna differenza nella sopravvivenza a lungo termine dopo un intervento di bypass aorto-coronarico tra i pazienti sottoposti a una strategia di controllo glicemico rigoroso rispetto a quelli trattati con una strategia più permissiva. Lo dim[...]

Oltre 3 milioni gli italiani diabetici, con alta probabilità di arrivare a 5 milioni nel 2030

Di diabete e dello stato di implementazione del Piano nazionale sulla malattia diabetica si discute oggi a Roma durante il Workshop “Il Piano Nazionale sulla malattia diabetica: una best practice al banco di prova dell'implementazione regionale”, pro[...]

Diabete tipo 2, metformina ancora troppo poco utilizzata come prima linea

Negli Stati Uniti, solo il 58% dei pazienti a cui è stato diagnosticato un diabete di tipo 2 ha iniziato la terapia farmacologica con la metformina come primo ipoglicemizzante orale, nonostante questo farmaco sia ampiamente raccomandato come terapia [...]

Diabete tipo 2, possibile trattamento personalizzato basato sul genotipo

Nei pazienti con diabete di tipo 2, la conoscenza del profilo genetico può essere sfruttata per scegliere trattamenti in grado di colpire i meccanismi fisiopatologici della malattia.

Diabete, Fda approva associazione dapagliflozin più metformina

La Food and Drug administration ha dato il via libera all'associazione precostituita di dapagliflozin più metformina. Sviluppato da AstraZeneca il farmaco sarà messo in commercio con il marchio Xigduo XR,

Rischio vascolare più alto negli uomini diabetici con testosterone basso

Gli uomini affetti da diabete di tipo 2 che hanno bassi livelli di testosterone hanno un rischio maggiore di sviluppare aterosclerosi rispetto agli uomini diabetici con livelli di testosterone normali, stando ai risultati di un nuovo studio osservazi[...]

Diabete tipo 1, più probabile nei bambini infettati da enterovirus

I bambini che hanno avuto in passato un'infezione da enterovirus hanno un rischio maggioredi quasi il 50% di sviluppare un diabete di tipo 1 rispetto a quelli che non l'hanno avuta. Lo suggerisce uno studio pubblicato di recente sulla rivista Diabeto[...]

Diabete tipo 2, empagliflozin migliora pressione controllo glicemico

Nei pazienti con diabete di tipo 2 e ipertensione, empagliflozin permette di ottenere una significativa riduzione della pressione arteriosa e dell'emoglobina glicata (HbA1C). È questo il risultato dello studio EMPA-REG BP, pubblicato da poco su Diabe[...]

Diabete tipo 1, più vicina la cura a partire da cellule staminali

Messo a punto un nuovo metodo per generare centinaia di milioni di cellule pancreatiche beta in grado di produrre insulina a partire da cellule staminali pluripotenti umane. Il lavoro, pubblicato di recente sulla rivista Cell, è stato salutato dagli [...]

Diabete, le 5 cose che il medico non deve fare

Presentato il progetto dell'Associazione Medici Diabetologi (AMD), in collaborazione con Slow Medicine e ispirato al movimento americano ChoosingWisely, che individua quali siano le attività a rischio di inappropriatezza nell'attività clinica diabeto[...]

Diabete: da AMD-associazione medici diabetologi, le 5 cose che il diabetologo non dovrebbe fare quando cura i propri assistiti

Presentato il progetto dell'Associazione Medici Diabetologi (AMD), in collaborazione con Slow Medicine e ispirato al movimento americano ChoosingWisely, che individua quali siano le attività a rischio di inappropriatezza nell'attività clinica diabeto[...]

Sanità: FAND-associazione italiana diabetici vicina ai giovani

Prende il via il progetto “FanDiabet&Giovani”, promosso da FAND-Associazione italiana diabetici, che si pone l'obiettivo di sostenere e aiutare i giovani con diabete mellito tipo 1, in genere al completamento dell'adolescenza, nel delicato momento de[...]

Diabete tipo 2, aggiunta di liraglutide a insulina basale migliora il controllo glicemico

L'aggiunta dell'analogo del GLP1 liraglutide all'insulina basale (con o senza metformina) ha migliorato in modo significativo il controllo glicemico nei pazienti con diabete di tipo 2 nello studio LIRA-ADD2BASAL, un trial di fase III randomizzato, in[...]

Diabete tipo 2, bene in fase III impianto sottocute che rilascia exenatide, da cambiare una volta all'anno

La somministrazione continuativa del GLP1-agonista exenatide per via sottocutanea tramite una pompa osmotica in miniatura delle dimensioni di un fiammifero, da sostituire una o due volte all'anno, ha permesso di centrare gli obiettivi di riduzione de[...]

Diabete, insulina monosettimanale nuova scommessa di Novo Nordisk, e non solo

La danese Novo Nordisk, il più grande produttore di insulina al mondo, sta scommettendo su un nuovo modo per stare al passo e, possibilmente, mantenere la sua leadership nel campo degli antidiabetici, un mercato da oltre 40 miliardi di dollari, secon[...]

Diabete tipo 1, miglior controllo glicemico con le insuline a lunga durata d'azione

Gli analoghi dell'insulina a lunga durata d'azione forniscono un migliore controllo glicemico rispetto all'insulina a durata d'azione intermedia e hanno meno probabilità di causare aumento di peso o grave ipoglicemia nei pazienti con diabete di tipo [...]

Gotta possibile fattore di rischio di diabete, specie nel gentil sesso

Nei malati di gotta, soprattutto se donne, sarebbe bene gestire aggressivamente i fattori di rischio di diabete e sottoporre questi pazienti a screening per individuare la malattia diabetica. Lo si evince dalle conclusioni di uno studio retrospettivo[...]

Insulina basale più GLP1 agonista ottima combinazione per il diabete di tipo 2

La combinazione di un agonista del glucagon-like peptide-1 (GLP1) e di insulina basale può essere un ottimo trattamento per i pazienti con diabete di tipo 2, più efficace rispetto ad altri, perché dà un buon controllo glicemico, senza aumentare le ip[...]