Diabete

Covid-19 e diabete, metformina riduce il rischio di decesso

Nei pazienti con Covid-19 che soffrono di diabete di tipo 2, l'assunzione di metformina prima della diagnosi di malattia virale Ŕ risultata associata a una riduzione di tre volte della mortalitÓ. ╚ quanto emerge da uno studio osservazionale statunitense pubblicato sulla rivista Frontiers in Endocrinology.

Nei pazienti con Covid-19 che soffrono di diabete di tipo 2, l'assunzione di metformina prima della diagnosi di malattia virale è risultata associata a una riduzione di tre volte della mortalità. È quanto emerge da uno studio osservazionale statunitense pubblicato sulla rivista Frontiers in Endocrinology.

«L’effetto benefico della metformina è rimasto anche dopo la correzione per età, sesso, razza, obesità, ipertensione o malattie renali croniche e insufficienza cardiaca» ha detto l’autore senior dello studio Anath Shalev, direttore del Comprehensive Diabetes Center della University of Alabama a Birmingham (UAB). «Il fatto che risultati simili siano stati ottenuti in diverse popolazioni in tutto il mondo, tra cui Cina, Francia e un'analisi UnitedHealthcare, suggerisce che la riduzione del rischio di mortalità associato all'uso di metformina che abbiamo osservato nei soggetti con diabete di tipo 2 e Covid-19 potrebbe essere generalizzabile».

Non è chiaro come il farmaco esplichi la sua azione protettiva, ma i meccanismi potrebbero andare oltre qualsiasi miglioramento del controllo glicemico o dell'obesità, dato che negli utilizzatori di metformina sopravvissuti l'indice di massa corporea, la glicemia e i livelli di emoglobina glicata non erano inferiori a quelli dei soggetti deceduti. «I meccanismi possono coinvolgere i già noti effetti antinfiammatori e antitrombotici della metformina», ha commentato Shalev.

Uno studio condotto in Alabama
Lo studio ha incluso oltre 25mila pazienti testati per il Covid-19 presso l'ospedale dello UAB tra il 25 febbraio e il 22 giugno 2020. Oltre la metà dei 604 risultati positivi alla malattia virale erano afroamericani. L'outcome primario dello studio era la mortalità nei soggetti positivi al virus ed è stata analizzata la potenziale associazione con le caratteristiche dei soggetti o le comorbidità.

I neri, che rappresentano solo il 26% della popolazione dell'Alabama, costituivano il 52% dei positivi al Covid-19 e solo il 30% di quelli negativi. Al contrario i bianchi rappresentavano solo il 36% dei soggetti positivi al Covid-19 e il 56% di quelli risultati negativi. Tali diversità legate alla razza però non contemplavano una differenza significativa nella mortalità.

«Nella nostra coorte essere afroamericani sembrava essere principalmente un fattore di rischio per contrarre il Covid-19, piuttosto che per la mortalità, suggerendo che qualsiasi disparità razziale osservata è probabilmente dovuta al rischio di esposizione e fattori socioeconomici esterni, tra cui l’accesso a un'assistenza sanitaria adeguata» ha dichiarato Shalev.

Con metformina mortalità come nella popolazione generale
La mortalità complessiva nei pazienti positivi al Covid-19 è stata dell'11%. Il 93% dei decessi si è verificato in soggetti di età superiore ai 50 anni e l’essere maschi o avere la pressione alta erano fattori associati a un rischio di decesso significativamente elevato. Il diabete è stato associato a un drammatico aumento della mortalità, con un rapporto di probabilità (OR) di 3,62. Complessivamente, il 67% dei decessi nello studio si è verificato in soggetti con diabete.

Valutando gli effetti del trattamento del diabete sugli esiti avversi del Covid-19 i ricercatori si sono concentrati sull'insulina e sulla metformina, in qualità di farmaci più comunemente utilizzati per controllare il diabete di tipo 2, scoprendo che il pregresso uso di insulina non influiva sul rischio di mortalità.

Invece un precedente utilizzo di metformina ha ridotto significativamente le probabilità di decesso. Inoltre una mortalità dell'11% in quanti assumevano il farmaco non solo era paragonabile a quella della popolazione generale positiva al Covid-19, ma era notevolmente inferiore al del 23% di mortalità nei pazienti diabetici non trattati con metformina.

«Questi risultati suggeriscono che, mentre il diabete è un fattore di rischio indipendente per la mortalità correlata al Covid-19, questo rischio è drasticamente ridotto nei soggetti che assumono metformina, aumentando la possibilità che questo farmaco possa fornire un approccio protettivo a questa popolazione ad alto rischio» hanno concluso gli autori. «Studi futuri dovranno aiutare a comprendere i motivi alla base dell’effetto della metformina, oltre a valutare i rischi e i benefici di questo trattamento e le indicazioni per il suo utilizzo nel corso dell’attuale pandemia»

Bibliografia

Crouse AB et al. Metformin Use Is Associated With Reduced Mortality in a Diverse Population With COVID-19 and Diabetes. Front. Endocrinol., 13 January 2021

Leggi


SEZIONE DOWNLOAD