Diabete

Diabete gestazionale mette a rischio il cuore delle mamme nel lungo periodo

In una coorte britannica di donne incinte, quelle con diabete gestazionale avevano un rischio aumentato di sviluppare diabete di tipo 2, ipertensione e attacco ischemico rispetto alle altre donne, ma non un aumento del rischio di stroke, in un periodo di 3 anni di follow up.

In una coorte britannica di donne incinte, quelle con diabete gestazionale avevano un rischio aumentato di sviluppare diabete di tipo 2, ipertensione e attacco ischemico rispetto alle altre donne, ma non un aumento del rischio di stroke, in un periodo di 3 anni di follow up.

Inoltre, solo il 60% delle donne con diabete gestazionale è stato sottoposto a check-up l’anno successivo al parto, che includeva lo screening per il diabete di tipo 2, come raccomandato. E ancora, solo poche donne con o senza diabete gestazionale sono state sottoposte a controlli a distanza di un anno per altri fattori di rischio cardiovascolare come BMI elevato, ipertensione, dislipidemia e fumo.

“I risultati identificano i gruppi di donne a rischio che idealmente dovrebbero essere sottoposte a controlli per migliorare gli outcome cardiovascolari e metabolici a lungo termine”, spiega Barbara Daly  della University of Auckland, New Zealand in un articolo pubblicato su PLoS Medicine.

“Le linee guida dovrebbero includere lo screening postpartum e la gestione di tutti i fattori di rischio cardiovascolare nelle donne con diabete gestazionale, al posto di restringere questi ultimi al solo diabete di tipo 2. I clinici e le donne con diabete gestazionale dovrebbero essere avvisati del rischio aumentato e i medici dovrebbero stabilire un sistema di richiamo, ad esempio attraverso registri elettronici, per assicurare a queste donne una corretta valutazione del rischio cardiovascolare ogni anno”, spiegano gli esperti.

Come spiegano i ricercatori, il diabete gestazionale è in aumento a causa dell’epidemia di obesità e dell’incremento dell’età delle donne in gravidanza ed è noto che questa condizione aumenti il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 nel lungo periodo.

Le raccomandazioni del NICE includono lo screening per il diabete di tipo 2 nelle donne con diabete gestazionale tra la settimana 6 e 13 dopo il parto, attraverso la misurazione dell’emoglobina glicata ogni anno e suggerendo cambiamenti della dieta e dello stile di vita per mantenere un peso corporeo sano. Queste raccomandazioni non specificano però che queste donne possano presentare anche un aumento del rischio cardiovascolare dopo il parto.

Questo studio della coorte Ontario, in Francia e America del Nord ha mostrato che le donne con diabete gestazionale hanno un rischio cardiovascolare aumentato nei 7-26 anni successivi al parto.

Lo studio

I ricercatori hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo utilizzando l'Health Improvement Network (THIN), un database rappresentativo delle donne viste dai medici di medicina generale negli Stati Uniti. Gli esperti hanno identificato 9.118 donne in gravidanza tra il 1990 e il 2016 e con diagnosi di diabete gestazionale. Queste donne sono state confrontate con 37.281 controlli con le stesse caratteristiche ma senza diabete gestazionale, per identificare il rischio di sviluppare malattia coronarica che non necessitava di ospedalizzazione.

Le donne con diabete gestazionale erano più frequentemente svantaggiate dal punto di vista economico, in sovrappeso o soffrivano maggiormente di ipertensione, ma avevano meno probabilità di essere fumatrici abituali.

Durante il follow up, circa una donna su 10 con diabete gestazionale (9,8%) ha sviluppato diabete di tipo 2, rispetto allo 0,38% delle altre donne. Inoltre, il primo gruppo aveva una maggiore probabilità di sviluppare malattia coronarica (0,15% vs 0,06%) o ipertensione (3,2% vs 1,3%).

Dopo aggiustamento per diversi fattori di confondimento, il diabete gestazionale era associato a un aumento di 21 volte del rischio di sviluppare diabete di tipo 2 e di circa 2-3 volte di sviluppare ipertensione o malattia coronarica, ma non di stroke.

Il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 era superiore nell’anno successivo al parto e persisteva per 25 anni. Solo il 58% delle donne con diabete gestazionale era stato sottoposto a test per la glicemia a un anno e meno del 40% dopo due anni dal parto.

Per concludere, secondo questo studio, le donne con diabete gestazionale hanno un rischio molto elevato di sviluppare diabete di tipo 2 dopo il parto, ma presentano anche un rischio aumentato di ipertensione e malattia coronarica. Identificare questi gruppi di donne a livello di cure primarie per sottoporle a controlli per la valutazione del rischio cardiovascolare può migliorare gli outcome nel lungo periodo.

Barbara Daly et al., Increased risk of ischemic heart disease, hypertension, and type 2 diabetes in women with previous gestational diabetes mellitus, a target group in general practice for preventive interventions: A population-based cohort study, PLoS Medicine
Leggi



SEZIONE DOWNLOAD