Diabete

Diabete, il programma alimentare Fresh Food riduce emoglobina glicata e il bisogno di farmaci. Un esempio da imitare

Il programma alimentare del sistema sanitario Geisinger in Pennsylvania fornisce ai pazienti con diabete di tipo 2 l'accesso a cibo sano senza alcun costo, e può portare a grandi miglioramenti nella malattia e nella qualità di vita.

Il programma alimentare del sistema sanitario Geisinger in Pennsylvania fornisce ai pazienti con diabete di tipo 2 l’accesso a cibo sano senza alcun costo, e può portare a grandi miglioramenti nella malattia e nella qualità di vita.

«Riscontriamo in media una riduzione di due punti nella HbA1c, e non abbiamo alcun effetto collaterale», ha dichiarato Allison Hess del Geisinger Health System, a Benton, Pennsylvania, al World Health Care Congress. «E in effetti abbiamo persone che smettono di prendere i loro farmaci».

In cosa consiste il Geisinger Health System
Si tratta di un sistema sanitario della Pennsylvania con sede a Danville, creato dalla vedova del magnate del ferro George Geisinger, che ha voluto costruire un centro medico regionale sul modello della Mayo Clinic.

La sua struttura di assistenza primaria è il Geisinger Medical Center (GMC) con sede a Danville, a cui si aggiungono altri tre ospedali e numerose cliniche in tutto lo stato. Tra i principali programmi dell’organizzazione va ricordato il ProvenCare, lanciato nel febbraio 2006, che si propone di cambiare il modo in cui l'assistenza sanitaria viene fornita e pagata negli Stati Uniti. Si basa su tre principi chiave, cioè una rigida dipendenza da standard basati sulle evidenze in medicina, un meccanismo finanziario con prezzi fissi per determinate procedure e l'impegno/attivazione del paziente.

E il programma di ricerca genetica chiamato MyCode varato nel 2007, che ha come obiettivo un trattamento su misura basato sulle influenze genetiche sulla salute. Sfrutta un ampio database di cartelle cliniche elettroniche e consente lo studio longitudinale dei risultati dei pazienti. Ad oggi oltre 200.000 pazienti hanno presentato campioni genetici. Il programma offre formazione medica continua online ai medici di famiglia e i pazienti possono incontrarsi con un consulente genetico specializzato.

Il programma legato al cibo nel paziente diabetico
Nel luglio 2016 è stato avviato un nuovo programma per i pazienti con diabete di tipo 2, che si occupa del cibo come terapia e prende anche in considerazione l’aspetto economico legato all’acquisto degli alimenti.

Se nel corso della valutazione clinica di un paziente diabetico emergevano evidenti preoccupazioni legate alla possibilità di sostenere i costi per l’acquisto di cibo salutare, oltre a soddisfare altri criteri di base, il paziente veniva indirizzato a uno dei più recenti programmi Geisinger, chiamato "Farmacia alimentare fresca", che fornisce ai partecipanti due pasti al giorno, cinque giorni alla settimana, per l'intera famiglia e per tutto il tempo necessario.

Il cibo è disponibile in una struttura presso un campus dell'ospedale di Geisinger a Coal Township, in Pennsylvania. La Farmacia, che assomiglia molto ad un supermercato, comprende anche un magazzino alimentare e un'aula dove si tengono lezioni di nutrizione.

All'inizio del programma, i partecipanti possono accedere prevalentemente al cibo che consente loro di preparare pasti salutari, ma dopo un po’ possono avere libera scelta tra gli alimenti offerti, ha detto Hess. La selezione include principalmente alimenti "appropriati per il diabete" come frutta e verdura fresca, cercando di limitare il cibo in scatola.

La partnership con le banche del cibo rende il cibo molto economico, con un costo di circa 1.200 dollari l’anno per sfamare una famiglia di quattro persone, ha affermato Hess. «Non potremmo farlo senza il loro supporto».

«Stiamo coinvolgendo le persone che sono sul punto di arrendersi», ha aggiunto. «Hanno un valore molto elevato di emoglobina A1c, 10%, 11%, 12%, 13% e sono frustrati: ogni volta che vanno dal medico si sentono dire che devono modificare la loro dieta ma non se lo possono permettere».

Due casi come esempio
Rita, 55 anni, è uno dei pazienti del programma. Sta crescendo tre nipoti e si prende cura di un marito in dialisi. Era arrivata a pesare 85 chili e aveva una HbA1c del 13,8%. Quando è arrivata al programma nel gennaio 2017, «aveva completamente rinunciato a se stessa», ha detto Hess.

Nove mesi dopo, la sua HbA1c era al 5,8% e il suo peso era sceso a 70 chili; oggi è un paladino del programma. Con un risparmio medio di 8.000-12.000 dollari per ogni riduzione di un punto percentuale nella HbA1c, nel caso di Rita ci sono stati enormi risparmi sui costi, ha detto Hess.

Un altro paziente che ha aderito al programma ha iniziato con costi superiori a $ 200.000 all'anno; quel costo è ora ridotto a $ 40.000, secondo Hess. Oltre ai cambiamenti nel glucosio ematico, i pazienti riscontrano spesso anche diminuzioni del colesterolo e della pressione sanguigna e, secondo i primi risultati, anche una diminuzione nelle visite al pronto soccorso, ha aggiunto.

Geisinger spera di espandere il programma al di fuori del campus del sistema sanitario e di strutturarlo come un beneficio a lungo termine con copertura dei costi.


SEZIONE DOWNLOAD