Diabete

Diabete, nei casi difficili serve la triplice terapia

Annunciati all’American Diabetes Association (ADA) i risultati positivi dello studio di fase III che ha confrontato l'efficacia e la sicurezza della triplice terapia di associazione dapagliflozin, saxagliptin e metformina verso placebo, come terapia negli adulti con diabete di tipo 2 con un inadeguato controllo glicemico (HbA1c al basale 7% - 10,5%).

Lo studio ha raggiunto il suo endpoint primario: i pazienti che hanno ricevuto la triplice combinazione, di dapagliflozin 10 mg, saxagliptin 5 mg e metformina, hanno ottenuto riduzioni medie significativamente maggiori di HbA1c rispetto ai pazienti trattati con placebo, saxagliptin 5 mg e metformina a 24 settimane (rispettivamente -0,82% vs -0,10%).

Questo studio di fase III randomizzato, in doppio cieco, di 24 settimane su 320 pazienti adulti (età ≥ 18 anni) con diabete di tipo 2 è stato realizzato per confrontare l'efficacia e la sicurezza di dapagliflozin verso placebo come terapia di associazione aggiuntiva (add-on) alla combinazione saxagliptin e metformina negli adulti con diabete di tipo 2 che non erano controllati con saxagliptin e metformina.

L'endpoint primario è stata la variazione di HbA1c alla settimana 24 rispetto al basale. Gli endpoint secondari hanno incluso la glicemia plasmatica a digiuno, la glicemia post-prandiale a due ore, il peso corporeo e la percentuale di pazienti che ha raggiunto A1c 1.

“In questo studio, quando dapagliflozin è stato aggiunto a saxagliptin e metformina, i pazienti hanno dimostrato riduzioni maggiori di HbA1C rispetto a quelli del gruppo placebo”, ha dichiarato l’investigatore principale dello studio, Chantal Mathieu, MD, PhD, Direttore del reparto di Endocrinologia presso l'Ospedale Universitario Gasthuisberg di Leuven, in Belgio. “Con quasi il 50% dei pazienti con diabete di tipo 2 che si ritiene non vengano controllati con metformina, sono necessari nuovi approcci terapeutici e questi dati si vanno ad aggiungere alle conoscenze sulle terapie di combinazione”.

Tra gli endpoint secondari, il gruppo di pazienti in trattamento con la triplice combinazione ha ottenuto una riduzione significativamente maggiore rispetto al basale nella glicemia post-prandiale a due ore (rispettivamente -74 mg/dL vs -38 mg/dL; p1 e nella glicemia plasmatica a digiuno rispetto al gruppo placebo (rispettivamente -33 mg/dL vs -5 mg/dL; p1.

A 24 settimane u1n maggior numero di pazienti in trattamento con la triplice combinazione ha raggiunto un livello di HbA1c inferiore al 7% rispetto ai pazienti del gruppo placebo (rispettivamente 38% vs 12%; p1.

Inoltre, i pazienti nel gruppo di trattamento con triplice combinazione hanno presentato una maggiore riduzione di peso (rispettivamente, in media -1,9 kg vs -0,4 kg; p1 rispetto ai pazienti del gruppo placebo. Gli eventi avversi sono stati simili tra i gruppi di trattamento. Gli eventi avversi più comuni (≥ 5%) sono stati mal di testa, infezioni delle vie urinarie, influenza e infezioni dell’apparato genitale. Il tasso di ipoglicemia è stato dell'1,3% nel gruppo trattato con la triplice combinazione e 0% nel gruppo placebo1.

 Lo studio ha incluso una fase di lead-in in aperto in cui i pazienti con metformina (basale HbA1c 8,0% - 11,5%) hanno ricevuto in aperto saxagliptin 5 mg e metformina per 16 settimane, mentre i pazienti in terapia con metformina e qualsiasi altro inibitore DPP-4 (basale HbA1c 7,5% - 10,5%) hanno ricevuto in aperto saxagliptin 5 mg e metformina per 8 settimane. A seguito della conclusione della fase in aperto, i pazienti con controllo glicemico inadeguato (HbA1c 7% - 10,5%) sono stati randomizzati per ricevere in aperto  dapagliflozin 10 mg o placebo in aggiunta a saxagliptin e metformina.

 AstraZeneca ha presentato una New Drug Application (NDA) alla Food and Drug Administration (FDA) per l'approvazione della combinazione a dose fissa di saxagliptin e dapagliflozin per il trattamento del diabete di tipo 2. La data finale di decisione approvativa  in conformità al Prescription Drug User Fee Act (PDUFA) sarà nel quarto trimestre del 2015.

SEZIONE DOWNLOAD