Le sulfaniluree sembrano essere associate a un aumento del rischio di fratture all'anca negli uomini e nelle donne anziani affetti da diabete di tipo 2. A suggerirlo è uno studio osservazionale pubblicato questo mese sulla rivista Drugs and Aging.

Nell’introduzione gli autori, coordinati da Kate Lapane, della University of Massachusetts di Worcester, spiegano che sia l’età avanzata sia il diabete di tipo 2 sono fattori di rischio per lo sviluppo di fratture ossee. Sebbene dati recenti nell’anziano suggeriscano l'esistenza di un legame tra l’ipoglicemia e le fratture dovute a cadute, l'associazione tra sulfaniluree, ipoglicemizzanti ampiamente utilizzati per la cura del diabete di tipo 2, e rischio di frattura finora non era stata ben studiata, riferiscono i ricercatori.

Per colmare questa lacuna, la Lapane e i colleghi hanno analizzato i dati di una grossa assicurazione sanitaria americana nell’arco di tempo compreso tra il 2002 e il 2005. In questo database hanno individuato 13.195 pazienti di età non inferiore a 65 anni in trattamento con una sulfonilurea orale e li hanno abbinati n rapporto 1: 1 a soggetti che non ne facevano uso. Hanno quindi utilizzato la regressione logistica multivariata per stimare gli odds ratio aggiustati (aOR) di frattura all’anca e gli intervalli di confidenza al 95%

Durante un periodo di follow-up della durata media di 4 anni, tra coloro che utilizzavano le sulfaniluree si sono verificate 226 fratture all'anca (incidenza dell’1,7%), mentre tra coloro che non assumevano questi antidiabetici sono state registrate 157 fratture (1,2%).

L'utilizzo delle sulfoniluree è risultato associato a un aumento del 46% del rischio di sviluppare frattura dell'anca (aOR 1,46; IC al 95% CI 1,17-1,82) e questa associazione è risultata evidente sia negli uomini (120 casi, aOR 1,83; IC al 95% 1,25-2,66) sia nelle donne (263 casi; aOR 1,32; IC al 95% 1,03-1,69).

Inoltre, il rischio di frattura è risultato maggiore e più che raddoppiato nei pazienti con ipoglicemia documentata durante il follow-up rispetto ai pazienti senza questo problema (aOR 2,42, IC al 95% 1,35-4,34).

S.N. Rajpathak, et al. Sulfonylurea Use and Risk of Hip Fractures Among Elderly Men and Women with Type 2 Diabetes. Drugs & Aging 2015;32(4):321-327; doi: 10.1007/s40266-015-0254-0
leggi