Diabete

Liraglutide meglio del DDP-4 nel controllo glicemico negli adulti con diabete di tipo 2

I risultati dello studio clinico LIRA-SWITCH, di confronto tra liraglutide e sitagliptin, entrambi in combinazione con metformina hanno dimostrato che in adulti con diabete di tipo 2 passati dal trattamento con sitagliptin (100 mg) a liraglutide (1,8 mg) si Ŕ avuta una riduzione di emoglobina glicata (HbA1c) superiore rispetto a chi ha proseguito con la terapia con sitagliptin. Lo studio Ŕ stato presentato a ENDO 2016, congresso annuale della SocietÓ di endocrinologia americana in corso a Boston.

I risultati dello studio clinico LIRA-SWITCH, di confronto tra liraglutide  e sitagliptin, entrambi in combinazione con metformina hanno dimostrato che in adulti con diabete di tipo 2 passati dal trattamento con sitagliptin (100 mg) a liraglutide (1,8 mg) si è avuta una riduzione di emoglobina glicata (HbA1c) superiore rispetto a chi ha proseguito con la terapia con sitagliptin.

Lo studio è stato presentato a ENDO 2016, congresso annuale della Società di endocrinologia americana in corso a Boston.

Lo studio LIRA-SWITCH, della durata di 26 settimane (sei mesi), in doppio cieco, double-dummy, con controllo attivo, ha coinvolto 407 adulti con diabete di tipo 2 che non riuscivano a raggiungere un adeguato controllo glicemico con sitagliptin (100 mg/die) in associazione a metformina (≥1500 mg/die o la massima dose tollerata ≥1000 mg/die).

I partecipanti allo studio, che mostravano valori di emoglobina glicata elevati (HbA1c tra 7.5-9.5%), sono stati suddivisi equamente, in maniera casuale, tra chi ha proseguito la cura con sitagliptin più metformina, e chi ha sostituito sitagliptin con liragluitide, sempre in combinazione con metformina.

Al termine dei sei mesi di studio, le 203 persone passate a trattamento con liraglutide hanno ottenuto una riduzione di HbA1c maggiore, in maniera statisticamente significativa, rispetto ai 204 che hanno proseguito la terapia con sitagliptin: −1,14% rispetto a −0,54% (differenza stimata del trattamento [ETD] −0.61%, 95% intervallo di confidenza [CI]: −0.82 a −0.40, p<0.0001).

Il gruppo in cura con liraglutide ha anche mostrato una riduzione del peso corporeo significativamente maggiore: −3.31 kg contro −1.64 kg (ETD −1.67 kg, 95% CI: −2.34 a −0.99, p<0.0001).

“I risultati dello studio LIRA-SWITCH sono importanti poiché al momento sono disponibili poche evidenze cliniche capaci di indirizzare la terapia di persone con diabete di tipo 2 non controllate a una terapia di seconda linea”, ha spiegato Maximo Maislos, Direttore del Western Negev Mobile Diabetes Clinic Program, e Diabetes and Metabolism, Ben-Gurion University FOHS, Beer Sheva-Israel, che ha guidato lo studio LIRA-SWITCH.

Lo studio ha anche dimostrato che un numero maggiore di adulti in cura con liraglutide ha raggiunto i target di HbA1c <7%% (50.6% vs 26.9%; OR [odds ratio]: 3.36; 95% CI: 2.08 to 5.42, p<0.0001) e di HbA1c≤6.5% (29.5% vs 9.9%; OR: 5.44; 95% CI: 2.82 to 10.47, p<0.0001)1. Lo stesso dicasi per la riduzione dei livelli di glicemia a digiuno: −1.84 vs −0.73 (ETD: −1.10; 95% CI −1.50 to −0.71, p<0.0001).

Il gruppo in cura con liraglutide ha presentato maggior frequenza di eventi avversi rispetto al gruppo in cura con sitagliptin (68.8% vs 56.9%), soprattutto a livello gastrointestinale: nausea (21.8% vs 7.8%) e diarrea (16.3% vs 9.3%). Non si sono registrati casi di ipoglicemia grave o ipoglicemie notturne confermate.

Liraglutide
Liraglutide è un analogo del GLP-1 (glucagon-like peptide-1) con una sequenza aminoacidica simile al 97% al GLP-1 endogeno umano. Come quest’ultimo, liraglutide opera stimolando le cellule beta del pancreas a rilasciare insulina e a inibire la secrezione di glucagone da parte delle cellule alfa, solo quando i livelli di zuccheri nel sangue sono alti. A causa di questo meccanismo di azione glucosio-dipendente liraglutide è associato con un basso livello di ipoglicemie. Inoltre, liraglutide riduce il peso corporeo e la percentuale di massa grassa attraverso meccanismi di riduzione dell’appetito e di abbassamento della richiesta energetica.

Liraglutide è stato commercializzato in Europa nel 2009 ed è disponibile in oltre 80 Paesi; oltre 1 milione di persone con diabete di tipo 2 lo assumono in tutto il mondo. In Europa liraglutide è indicato per il trattamento del diabete di tipo 2 negli adulti, al fine di raggiungere il controllo glicemico in combinazione con farmaci ipoglicemizzanti orali e/o insulina basale nel caso in cui questi, abbinati a dieta ed esercizio fisico, non permettano un adeguato controllo glicemico.
Bailey T, Takács R, Tinahones F, et al. Efficacy and safety of switching from sitagliptin to liraglutide in subjects with type 2 diabetes: a randomized, double-blind, double-dummy, active-controlled 26-week trial. Abstract number 689-P. Endocrine Society's 98th Annual Meeting and Expo (ENDO 2016), Boston, MA, US; 1-4 April 2016.

SEZIONE DOWNLOAD