Diabete

Metformina associata a lieve aumento di statura in bambini e adolescenti

L’antidiabetico metformina potrebbe essere associato a un lieve aumento di statura - una media di circa 1 cm - in bambini e adolescenti trattati con il farmaco rispetto ai coetanei che non lo assumono, posto che siano stati trattati con la dose cumulativa più alte del farmaco. A suggerirlo è una metanalisi di 10 studi pubblicata online a fine settembre su JAMA Pediatrics.

Complessivamente, gli autori, guidati da Nicholas Kuzik, della University of Alberta di Edmonton, in Canada, non hanno trovato differenze significative nelle variazioni di statura tra i soggetti trattati con metformina e i controlli. Tuttavia, stratificando l’analisi in base alla dose cumulativa dell’antidiabetico somministrata ai pazienti, hanno trovato un aumento di statura di 1 cm nei pazienti trattati con metformina rispetto ai controlli nei cinque studi in cui erano state somministrate le dosi maggiori cumulative del farmaco, ma negli altri cinque studi in cui i pazienti avevano assunto le dosi cumulative più basse.

"Per quanto ne sappiamo, questa è la prima metanalisi a suggerire che il trattamento con metformina può aumentare la statura in bambini e adolescenti rispetto a un trattamento di controllo, in particolare quando si utilizza una combinazione di alti dosaggi e durata del trattamento più lunga" scrivono gli autori. Inoltre, aggiungono, “è possibile che trattamenti più lunghi o concentrati nei momenti di maggiore crescita possano portare ad aumenti della statura ancora maggiori".

Nell’introduzione, Kuzik e i colleghi spiegano che l’utilizzo off-label di metformina è in aumento tra i bambini e gli adolescenti, spesso per trattare condizioni come la sindrome dell’ovaio policistico, ma anche la ridotta tolleranza al glucosio, la steatosi epatica non alcolica e l’obesità.

Nella loro metanalisi, i ricercatori hanno voluto fare una revisione sistematica e una metanalisi degli effetti di questo farmaco antidiabetico sulla statura nei bambini e negli adolescenti. Cercando in letteratura, hanno trovato 10 studi che avevano coinvolto in totale 562 partecipanti, trattati con metformina per un periodo dai 3 ai 48 mesi.

L'età media dei pazienti variava da 7,9 a 16,1 anni, anche se c'era un alto grado di variabilità nei vari studi riguardo all’età. Inoltre, il 59% dei partecipanti era di sesso femminile e il BMI medio variava da 18,4 a 41.

"Nel complesso, i cambiamenti di statura non sono stati significativamente diversi nei pazienti trattati con la metformina e nei controlli" osservano gli autori. Inoltre, il trattamento con l’ipoglicemizzante non ha influenzato il peso complessivo.

Tuttavia, quando gli studi sono stati divisi in sottogruppi sulla base dei dosaggi cumulativi di metformina utilizzati, i cinque studi in cui i bambini e gli adolescenti sono stati esposti a una quantità superiore di metformina hanno dimostrato che il trattamento con il farmaco si è associato a una riduzione dell'indice di massa corporea, con una differenza media pesata di -1,3 (IC al 95% da -2,1 a -0,4) e a un aumento di altezza, con una differenza media ponderata di 1 cm (IC al 95% 0,0-2,0 cm) rispetto ai gruppi di controllo, anche se gli effetti sul peso non sono risultati significativi.

Al contrario, non ci sono state variazioni dell’indice di massa corporea, dell'altezza e del peso nei pazienti trattati con metformina rispetto ai controlli negli altri cinque studi in cui i bambini e gli adolescenti sono stati esposti a dosi cumulative più basse del farmaco.

Tra i limiti del loro lavoro, riconoscono Kuzik e i colleghi, figura l’impossibilità di ottenere i dati relativi alla statura in molti studi, anche se quest’informazione è stata ricavata dai dati sul BMI.

Anche se un aumento di statura di circa 1 cm può sembrare piccolo, sottolineano i ricercatori, è molto probabile che "i risultati possono ancora essere clinicamente significativi” e che questo aumento sia stato sottostimato perché molti studi erano di breve durata e hanno coinvolto anche adolescenti, nei quali avrebbe già potuto esserci stata una chiusura della piastra di crescita epifisaria. In questi ragazzi è improbabile che metformina possa avere un effetto di ulteriore aumento dell’altezza.

"Di conseguenza, si può ipotizzare che la somministrazione di metformina durante la pubertà potrebbe aumentare o prolungare le variazioni di statura indotte dalla pubertà" hanno ipotizzato gli autori, aggiungendo che studi più lunghi su ragazzi in età puberale potrebbero evidenziare un aumento di statura associato all'uso di metformina molto superiore rispetto all’incremento di circa 1 cm suggerito dalla loro metanalisi.

N. Kuzik, et al. Evaluating the Effects of Metformin Use on Height in Children and AdolescentsA Meta-analysis of Randomized Clinical Trials. JAMA Pediatr. 2015; doi:10.1001/jamapediatrics.2015.2186.
leggi

SEZIONE DOWNLOAD