Diabete - Endocrinologia

Obesità, anche i responder lenti a tirzepatide alla fine raggiungono una perdita di peso significativa

La maggior parte dei pazienti con obesità o sovrappeso che hanno risposto lentamente alla terapia con tirzepatide hanno ottenuto riduzioni significative del peso corporeo un anno dopo, come ha dimostrato un'analisi post hoc dello studio SURMOUNT-1 presentata al congresso 2024 dell'American Association of Clinical Endocrinology (AACE).

La maggior parte dei pazienti con obesità o sovrappeso che hanno risposto lentamente alla terapia con tirzepatide hanno ottenuto riduzioni significative del peso corporeo un anno dopo, come ha dimostrato un’analisi post hoc dello studio SURMOUNT-1 presentata al congresso 2024 dell’American Association of Clinical Endocrinology (AACE).

Nei partecipanti allo studio che non sono riusciti a perdere il 5% del proprio peso corporeo dopo 12 settimane, oltre il 90% è riuscito a raggiungere questo obiettivo a 72 settimane e il 30% ha perso almeno il 15% del peso.

«È ragionevole prendere in considerazione un trattamento oltre le 12 settimane per stabilire la risposta a tirzepatide, che impiega almeno 20 settimane per raggiungere la dose più alta» ha riferito al congresso la relatrice Kimberly Gudzune della Johns Hopkins School of Medicine di Baltimora.

«Alcune linee guida per il trattamento dell'obesità suggeriscono in realtà di considerare l'efficacia della risposta al trattamento a 12 settimane e, se un paziente non ha una risposta, di interrompere la terapia e provare un'altra strategia» ha aggiunto. «Anche se con alcuni dei vecchi farmaci anti-obesità questo risultato era ottimo, ora con alcuni delle nuove molecole potrebbe essere necessario un po' più di tempo per stabile se i pazienti stanno ottenendo il massimo beneficio».

«La perseveranza potrebbe essere adatta nel contesto dei nuovi farmaci anti-obesità come tirzepatide e semaglutide» ha concordato in un’intervista il moderatore della sessione Thanh Hoang, direttore della divisione di endocrinologia presso l'Uniformed Services University of the Health Sciences, Bethesda, Maryland. «Se avessi un paziente trattato con tirzepatide che stava facendo qualche progresso, continuerei a curarlo fino a completare l'intero regime di titolazione, ma dopo 6 mesi senza progressi sostanziali probabilmente interromperei il trattamento».

Analisi dello studio SURMNOUNT-1
I risultati principali dello studio registrativo SURMOUNT-1 hanno mostrato che le persone che assumevano la dose più alta (15 mg) del farmaco hanno perso in media il 22,5% del loro peso corporeo dopo 72 settimane, con risultati importanti anche con i dosaggi più bassi (-16% con 5 mg e -21,4% con 10 mg).

L’analisi post-hoc presentata da Gudzune si è concentrata sui 1.545 partecipanti che hanno ricevuto il 75% delle dosi di tirzepatide e dei quali erano disponibili i dati di misurazione del peso alle settimane 0, 12, 24 e 72. Questa popolazione includeva 278 pazienti che non hanno risposto adeguatamente alla terapia, ovvero che non hanno ottenuto una riduzione del 5% del peso a 12 settimane con il farmaco (responder lenti), e 1.267 responder precoci che invece hanno raggiunto questo obiettivo.

Per far parte dello studio i partecipanti dovevano essere obesi (BMI ≥ 30) o sovrappeso (BMI ≥ 27) con almeno una condizione correlata al peso. Sono stati assegnati a ricevere dosi massime di 5 mg, 10 mg o 15 mg, iniziando con una dose di 2,5 mg. Il gruppo 5 mg ha raggiunto la dose massima dopo 4 settimane, il gruppo 10 mg è passato a 5 mg a 4 settimane, 7,5 mg a 8 settimane e infine a 10 mg a 12 settimane. Il gruppo 15 mg ha seguito lo stesso programma ma è passato a 12,5 mg a 16 settimane e a 15 mg a 20 settimane.

I pazienti rispondono alla terapia in tempi diversi
Al basale, i responder lenti tendevano avevano maggiori probabilità di essere uomini (44,8% vs 30,1%), avevano un peso maggiore (110,2 vs 103,6 kg), un BMI più elevato (39,1 vs 37,7) e una circonferenza della vita maggiore (117,5 vs 113,4 cm, P<0,001 per tutti). Non sono state riscontrate differenze significative riguardo a età, indice di massa corporea, stato di prediabete o durata dell’obesità.

Al termine della titolazione della dose alla settimana 24, il 70% dei responder lenti aveva raggiunto una riduzione del peso corporeo di almeno il 5%, così come il 100% dei pazienti con risposta precoce. Entro 72 settimane, il 90% dei pazienti con risposta lenta aveva ottenuto almeno il 5% di perdita di peso corporeo e il 30% una riduzione di almeno il 15%.

Anche nel gruppo che ha mantenuto la dose più bassa di 5 mg per tutta la durata dello studio, l’87% aveva raggiunto almeno il 5% di perdita di peso entro la settimana 72 e il 15% aveva perso almeno il 15%. Nel gruppo con dose titolata fino a 15 mg ha perso almeno il 5% del peso il 94% dei responder lenti.

Il tempo medio per raggiungere una perdita di peso del 5% è stato di 24,8 settimane per i responder lenti e di 12,7 settimane per i precoci. Dopo 72 settimane, i primi avevano tassi di perdita di peso più bassi rispetto ai responder precoci:
Perdita di peso ≥5%: rispettivamente 90% vs 100%
Perdita di peso ≥10%: 59% vs 97%
Perdita di peso ≥15%: 30% vs 84%
Perdita di peso ≥20%: 17% vs 65%
Perdita di peso ≥25%: 7% vs 41%

La relatrice ha concluso che sono necessari ulteriori ricerche per comprendere meglio la variabilità nella risposta alla perdita di peso al trattamento con tirzepatide.

Referenze

Gudzune K et al. Weight reduction over time in tirzepatide-treated participants by early weight loss response -- post hoc analysis in SURMOUNT-1. Presented at: American Association of Clinical Endocrinology Annual Scientific and Clinical Conference; May 9-11, 2024; New Orleans.