Digital Med

Acceleratore VITA: aiuta 6 startup ad innovare la Sanità

Un acceleratore di startup ha lo scopo di agevolare la crescita di startup innovative. Solitamente il programma di accelerazione è costituito da un percorso che si snoda nell'arco temporale da 1 a 6 mesi, in varie tappe che consistono in: sviluppo del prodotto/servizio, validazione del business model e del go to market, ed in investimenti finanziari da parte di specifici Enti o Aziende private.

Un acceleratore di startup ha lo scopo di agevolare la crescita di startup innovative. Solitamente il programma di accelerazione è costituito da un percorso che si snoda nell’arco temporale da 1 a 6 mesi, in varie tappe che consistono in: sviluppo del prodotto/servizio, validazione del business model e del go to market, ed in investimenti finanziari da parte di specifici Enti o Aziende private.

L’acceleratore VITA è stato presentato nel maggio scorso a Roma in occasione di Frontiers Health Italia. Si tratta di un programma che nasce da un’iniziativa di CDP Venture Capital Sgr. (Cassa Depositi e Prestiti) attraverso il Fondo Italiano Acceleratori ed è realizzato con Healthware Ventures, il Corporate VC di Healthware Group, Società nel portafolio del Fondo FITEC gestito da Fondo italiano d’Investimento Sgr. e leader globale dell’innovazione e della tecnologia nell’ambito Health, e all’acceleratore danese Accelerace, specializzato in investimenti seed, con un track record di oltre 650 startup e scaleup internazionali.

VITA il digital health accelerator è, di fatto, il principale programma di accelerazione italiano interamente focalizzato sull’innovazione e sulla trasformazione digitale nel settore della sanità: esplora le migliori e promettenti startup, italiane o straniere con sede in Italia, accelerandone la crescita e facilitando i progetti pilota con l’Innovation Partner Zcube - – Zambon Research Venture c, e con i Corporate Partners Petrone Group e SIFI Group. Home base dell’acceleratore VITA è presso Palazzo Innovazione a Salerno, sede di Healthware Group ed anche presso OpenZone, il campus scientifico a Bresso promosso da Zambon. Inoltre, Orrick è il Technical Partner per gli aspetti legali. IRCCS, Università, Associazioni di pazienti ed Associazioni di Medici sono invece Ecosystem Partners.

“L’acceleratore VITA, oltre ad aiutare nella crescita le statup selezionate aiuta tutto l’ecosistema italiano della digital health a crescere”. Afferma Paolo Borella Managing Partner & Head of Program, VITA Accelerator.

Il programma di VITA ACCELERATOR
Sono 6 le startup selezionate che, da ottobre scorso, hanno iniziato il percorso di accelerazione e che beneficiano di un pacchetto di servizi ed investimenti, del valore di 110 mila Euro ed il costante supporto, sino alla fine di febbraio 2023, dei promotori dell’acceleratore, di cui quest’ultimi vantano forti legami con gli stakeholder del sistema sanitario.

Dal momento in cui è partita la selezione di startup, (maggio 2022) hanno inviato submission circa 120 startup da oltre 20 Paesi UE ed Extra UE. Dall’Europa il 70% erano startup italiane, ma hanno risposto anche startup dal Nord Europa, dai Paesi Baltici, dalla Spagna, dal Portogallo, dalla Germania e dalla Romania.

Le startup selezionate
“Sono tutte molto interessanti ed a diversi livelli di maturità. La selezione è stata fatta in base alla validità della startup ed in base al loro livello di sviluppo e necessità per poter crescere. Inoltre, in base all’incontro con i nostri partner. La collaborazione con i partner, infatti, fornisce una prova della validità dei singoli progetti affinché si vada verso una decisione di come la startup potrà procedere nel futuro. Durante l’esecuzione del programma identifichiamo le varie opportunità e suggeriamo infine il migliore sviluppo della startup”.  Sottolinea e conclude Paolo Borella Managing Partner & Head of Program, VITA Accelerator.

Evotion
Startup italiana con sede a Caserta, presenta un dispositivo per il monitoraggio della salute del bambino attraverso follow-up continuo dei parametri biometrici fornendo dati affidabili. Il monitoraggio costante durante il sonno consente ai genitori la prevenzione della SIDS – Sudden Infant Death Syndrome – principale causa di morte nei bambini da 1 a 12 mesi.

Il dispositivo in forma di braccialetto monitora i principali parametri biometrici che vengono inviati sotto forma di parole all’app del genitore. In collaborazione con IRCCS Neuromed, Evotion sta testando l’utilità del dispositivo, convalidandolo come strumento di prevenzione.

Obiettivo del programma è di aiutare la startup a crescere velocemente e far in modo che possa offrire il primo smart weareable per neonati, validato dal punto di vista medico.

Founders: Alessio Pietracupa, CEO & Co-founder,  Alessandro M. Avitabile, Co-founder & Head of Marketing & Sales

Hu-Care
Startup di Firenze, Hu-Care è una piattaforma sicura che consente la comunicazione medico-paziente.

La piattaforma è concepita in funzione delle esigenze del paziente e del medico che puo’ connettersi ad un’app sviluppata per semplificare la comunicazione per area medica e farmacie. Focus è il miglioramento dell’aderenza alle terapie colmando il divario tra il paziente ed il Sistema sanitario.

Le informazioni sono gestite in piena protezione, con crittografia a doppia chiave e sono user-friendly.

Obiettivo del programma è migliorare la strategia, il funnel di acquisizione dei clienti ed ampliare la sales force.

Founders: Giacomo Sebregondi, CEO & Founder

InGeno Srl
Startup di Milano, presenta una piattaforma basata su sistema innovativo di analisi del DNA. Il dispositivo sviluppa piani di wellness e bellezza personalizzati, basati su dati di genetica incrociati con stili di vita.

Il kit di analisi viene inviato a casa dove è la persona stessa ad effettuare il test, che viene inviato alla sede tramite corriere. Dopo alcuni giorni il referto arriva comodamente a casa. Possibilità di richieste specifiche per consulenze personalizzate.

Obiettivo del programma, sostenere le vendite attraverso il partner Petrone Group ed altri investitori.

Founders:

Alessandro Bruno, CEO & Co-Founder, Flavio Garoia, R&D Director & Founder, Domenico Paoletti, COO & Co-Founder

Linari Medical
Linari Medical ha brevettato una tecnologia innovativa per la riabilitazione visiva a distanza di pazienti ipovedenti cerebrolesi denominata AvDesk. Il sistema consiste in un dispositivo medico che emette speciali stimoli audio visivi in base alla malattia del paziente ed elabora i feedback del paziente in cloud per essere analizzati da remoto da uno specialista. AvDesk è un dispositivo medico classe I e può essere utilizzato presso ambulatori medici o anche a domicilio.

Obiettivo del programma è accelerare la crescità della startup e consolidare un rapporto di collaborazione per lo sviluppo di terapie digitali per il settore oftalmico con il partner SIFI.

Founders: Caterina Stimola, CEO & Co-Founder, Stefano Linari, CEO

Medicilio
Startup basata su Milano il cui core business sono gli esami medici a domicilio. Il laboratorio che va a casa del paziente. Entro 14 ore dalla richiesta, per diverse specialità medicali. Servizio attivo a Milano e a Pescara.

Servizio molto simile al food delivery, si prenota l’esame attraverso un’app, previo pagamento e, all’orario concordato, arriva a domicilio un operatore sanitario per svolgere l’esame.

Obiettivo del programma è creare piani di assistenza personalizzati in abbonamento. Miglioramento della telemedicina e costruzione di business case con Ospedali ed assicurazioni. Migliorare la raccolta e l’analisi dei dati al fine di dimostrare la ridotta ospedalizzazione. Espansione a 20 provincie e miglioramento dell’approccio a leggi e a bandi.

Founders: Mattia Perroni, CEO, Joe Gemayel, Andrea Rusignuolo, CFO

Paperbox
Paperbox è una startup di Torino che fornisce un metodo di screening facilmente accessibile in grado di identificare il rischio di sviluppare Dislessia, nei bambini, a partire dai 5 anni sulla base di fattori di rischio. Successivamente fornisce un percorso smart da parte di specialisti certificati e con valutazioni periodiche. Il dispositivo proposto come videogioco è in grado di identificare il rischio di sviluppare disturbi dell’apprendimento. Si alternano sedute terapeutiche e valutazioni periodiche. Il percorso è personalizzato e aiuta a migliorare le prestazioni del bambino.

Obiettivo del programma: la validazione medica a supporto degli outcome positivi, la certificazione come dispositivo medico, sviluppo futuro di una digital therapeutics e l’acquisizione di clienti B2C e B2B.

Founders: Francesco Garosci, Co-founder & Head of Business, Giacomo Pratesi, Co-founder & Heaf of Technology, Francesco Trovato, Co-founder & Head of Strategy.

Silvia Pogliaghi