Digital Med

Asma e BPCO, la Fda autorizza i sensori intelligenti per aumentare l'aderenza agli inalatori di AstraZeneca

La Fda ha autorizzato l'uso della piattaforma Hailie Smartinhaler di Adherium, una compagnia australiana specializzata in salute digitale, con gli inalatori per asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva di AstraZeneca, un approccio personalizzato che dovrebbe aumentare l'efficacia complessiva del trattamento e migliorare significativamente i risultati per i pazienti.

La Fda ha autorizzato l’uso della piattaforma Hailie Smartinhaler di Adherium, una compagnia australiana specializzata in salute digitale, con gli inalatori per asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva di AstraZeneca, un approccio personalizzato che dovrebbe aumentare l’efficacia complessiva del trattamento e migliorare significativamente i risultati per i pazienti.

Sensori intelligenti per due inalatori per asma e BPCO
Nello specifico, i sensori intelligenti di Adherium possono essere applicati al farmaco di salvataggio per l’asma a base di albuterolo/budesonide (Airsupra, indicato per il trattamento al bisogno o per la prevenzione della broncocostrizione e per ridurre il rischio di riacutizzazioni in pazienti asmatici di almeno 18 anni di età) e a quello per il trattamento e il mantenimento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) a base di budesonide/glicopirrolato/formoterolo fumarato (Breztri).

La società garantisce che la piattaforma Hailie Smartinhaler è compatibile con il 100% degli inalatori a tripla terapia negli Stati Uniti.

La piattaforma basata su cloud di Adherium utilizza sensori abilitati Bluetooth che si collegano agli inalatori dei pazienti per raccogliere dati sull'uso dei farmaci, con feedback in tempo reale fornito ai pazienti tramite l'app Hailie e ai medici attraverso il portale Hailie.

Secondo l’azienda, il monitoraggio dell’aderenza/compliance ai farmaci inalatori con interventi tempestivi favorisce la riduzione della gravità e della frequenza delle riacutizzazioni e dei ricoveri ospedalieri associati, migliorando i risultati e la qualità della vita, riducendo al contempo il carico di risorse e i costi del sistema sanitario nella gestione di queste popolazioni di pazienti.

Come riportato dalla compagnia, studi indipendenti hanno dimostrato che Hailie aumenta l’aderenza ai farmaci preventivi del 180% nei bambini e del 59% negli adulti, riducendo allo stesso tempo le riacutizzazioni gravi negli adulti del 61%.

«La combinazione di Hailie Smartinhaler con questi due inalatori rappresenta un passo avanti nella nostra capacità di trattare e gestire l’asma e la BPCO» ha dichiarato l’allergologo William McCann di Allergy Partners, il più grande fornitore di cure specialistiche per allergie, asma e disturbi immunologici negli Stati Uniti. «Questa integrazione consente una comprensione più articolata delle esigenze dei pazienti e la capacità di adattare i trattamenti in tempo reale, il che ha un valore inestimabile per ottenere risultati ottimali per i pazienti».