Abbiamo un mal di testa da stress come gli americani e non come gli europei

Dolore
Al congresso del Centro Cefalee del Besta Pain, Emotion and Headache dolore, emozione e cefalea la revisione dei dati epidemiologici sul mal di testa rivela che siamo quelli che soffrono meno di cefalea da stress nella Comunità europea.

Un gruppo di studio con ricercatori delle Università di Parma e Palermo ha aggiornato l’unico studio italiano sull’epidemiologia del mal di testa nel nostro Paese finora disponibile: il PACE study condotto nel 2008-2009 che riportava percentuali di cefalea past year  (cioè nell’anno precedente all’indagine) del  52.0% per le donne e del 42.8% per gli uomini, mentre la  cefalea lifetime (cioè quanti hanno sofferto di mal di testa nell’arco della propria vita) riguarderebbe il 75,8% delle donne ed il 60,6% degli uomini.

Per l’emicrania i valori past-year erano superiori a quelli medi europei:  30.1% nelle donne e 12.1% negli uomini.

Rispetto all’emicrania, esistono meno studi epidemiologici per la  cefalea di tipo tensivo, il cosiddetto mal di testa da stress e i risultati sono spesso divergenti: 74% in Danimarca e 38% negli Stati Uniti, sempre con le donne più colpite dei maschi, ma in maniera meno netta: 86% verso 63% in Danimarca e 42% verso 36% in USA.

Il nuovo studio presentato a Stresa ha colmato la lacuna epidemielogica sulla cefalea da tensione nel nostro Paese scoprendo che in Italia, nonostante la crisi, abbiamo una delle più basse percentuali di cefalea da stress (prevalenza past year: 19,4%), inferiore alla media delle altre nazione europee e molto più simile a quella americana.

Comunque una delle più basse dei Paesi Occidentali. Evidentemente agli italiani lo stress non dà alla testa.


SEZIONE DOWNLOAD