Analgesici oppioidi e non oppioidi, stessa efficacia sul dolore alle estremitÓ nei pronto soccorso

Dolore

Il trattamento al pronto soccorso con ibuprofene e paracetamolo o un oppioide (ossicodone/codeina/idrocodone) insieme al paracetamolo di soggetti con dolore alle estremitÓ produce lo stesso sollievo dopo 2 ore dalla somministrazione della terapia. E' quanto evidenziato da un lavoro pubblicato sulla rivista JAMA.

Il trattamento al pronto soccorso con ibuprofene e paracetamolo o un oppioide (ossicodone/codeina/idrocodone) insieme al paracetamolo di soggetti con dolore alle estremità produce lo stesso sollievo dopo 2 ore dalla somministrazione della terapia. E’ quanto evidenziato da un lavoro pubblicato sulla rivista JAMA.

La scelta dell'analgesico per il trattamento del dolore acuto al pronto soccorso manca di una chiara base di evidenze. La combinazione di ibuprofene e paracetamolo può rappresentare una valida alternativa ai farmaci oppioidi.

In questo studio clinico randomizzato è stata confrontata l’efficacia di 4 analgesici orali.
Lo studio ha coinvolto due pronto soccorso urbani nel Bronx, New York, per un totale di 416 pazienti di età compresa tra i 21 e i 64 anni con dolore acuto di gravità da moderata a severa arruolati da luglio 2015 ad agosto 2016.

Per dolore acuto alle estremità gli autori hanno inteso un dolore all’arto superiore comprendente l'articolazione della spalla fino alla mano o dell’arto inferiore comprendente l'articolazione dell'anca fino al piede.

I partecipanti (104 per ciascuna tipologia di analgesico di combinazione) hanno ricevuto 400 mg di ibuprofene e 1000 mg di paracetamolo; 5 mg di ossicodone e 325 mg di paracetamolo; 5 mg di idrocodone e 300 mg di paracetamolo; o 30 mg di codeina e 300 mg di paracetamolo.

L'outcome primario era la differenza tra i gruppi nel declino del dolore 2 ore dopo l'ingestione. L'intensità del dolore è stata valutata utilizzando una scala di valutazione numerica a 11 punti (NRS), in cui 0 indica assenza di dolore e 10 indica il peggior dolore possibile.

La differenza minima clinicamente importante predefinita era 1,3 sulla NRS. L' analisi della varianza è stata utilizzata per testare la differenza globale tra gruppi con p=0,05 e IC 99,2% aggiustati per confronti a coppie multiple.
Dei 416 pazienti randomizzati, 411 sono stati analizzati (età media [DS], 37 [12] anni, 199 [48%] donne, 247 [60%] Latino).

Il punteggio medio del dolore sulla scala NRS era 8,7 (DS, 1,3). A 2 ore, il punteggio medio del dolore NRS è diminuito a 4,3 (IC 95%, 3,6-4,9) nel gruppo ibuprofene e paracetamolo; a 4,4 (IC 95%, 3,7 a 5,0) nel gruppo ossicodone e paracetamolo; a 3,5 (IC 95%, 2,9 a 4,2) nel gruppo idrocodone e paracetamolo; e a 3,9 (IC 95%, da 3,2 a 4,5) nel gruppo codeina e paracetamolo (p=0,053).

La più grande differenza nella diminuzione del punteggio di dolore NRS dal basale a 2 ore era tra il gruppo ossicodone e paracetamolo e il gruppo idrocodone e paracetamolo (0,9, IC 99,2%, da 0,1 a 1,8), che era inferiore alla differenza minima clinicamente importante nel punteggio del dolore NRS di 1,3. Gli eventi avversi non sono stati valutati.

In conclusione, per i pazienti che si presentano al pronto soccorso con dolore acuto alle estremità, questo studio non evidenzia differenze statisticamente significative o clinicamente importanti nella riduzione del dolore a 2 ore tra il trattamento a dose singola con ibuprofene e paracetamolo o con 3 analgesici combinanti oppioidi e paracetamolo. Come sottolineano gli autori, sarebbero utili ulteriori ricerche per valutare eventi avversi ed altre dosi.

Chang AK et al., Effect of a Single Dose of Oral Opioid and Nonopioid Analgesics on Acute Extremity Pain in the Emergency Department: A Randomized Clinical Trial. JAMA. 2017 Nov 7;318(17):1661-1667. doi: 10.1001/jama.2017.16190.
leggi

SEZIONE DOWNLOAD