Anestesia generale nei bambini, nessun effetto rilevante sul quoziente intellettivo

Dolore

L'anestesia generale può interferire con lo sviluppo cognitivo di un bambino? Uno studio di ricercatori americani, pubblicato su JAMA, ha mostrato come bambini sani sottoposti a un singolo episodio di anestesia generale prima dei 36 mesi non mostrano differenze statisticamente significative nei punteggi relativi al quoziente intellettivo (QI) valutato durante l'infanzia, rispetto ai loro fratelli non esposti.

L’anestesia generale può interferire con lo sviluppo cognitivo di un bambino? Uno studio di ricercatori americani, pubblicato su JAMA, ha mostrato come bambini sani sottoposti a un singolo episodio di anestesia generale prima dei 36 mesi non mostrano differenze statisticamente significative nei punteggi relativi al quoziente intellettivo (QI) valutato durante l’infanzia, rispetto ai loro fratelli non esposti.
Come ha precisato l’autrice dello studio, la dr.ssa Lena S. Sun, del Columbia University Center. "Non abbiamo visto differenze nel QI e neanche nella maggior parte degli esiti secondari, anche se un maggior numero di bambini nel gruppo esposto ad anestesia mostravano comportamenti che hanno richiesto una valutazione clinica ulteriore. Questo è un settore che ha bisogno di essere ancora molto esplorato."
Lo studio ha incluso 105 coppie di fratelli; un fratello in ogni coppia aveva subito una singola esposizione ad anestesia generale inalatoria (43 sevoflurano, 5 isoflurano  e 57 sia sevoflurano che isoflurano) per dell'ernia inguinale prima dei 36 mesi.
I bambini sono stati sottoposti a valutazione, in età dagli 8 ai 15 anni, per l'analisi primaria di un eventuale aumentato rischio di compromissione funzionamento globale. 
Rispettivamente 97 e 105 coppie di fratelli sono state sottoposte ad analisi per gli esiti secondari delle funzioni neurocognitive specifiche del dominio anormale e del comportamento.
Nel complesso, i punteggi medi di QI sono stati simili tra la coorte esposta (QI in piena regola, 111 [95% intervallo di confidenza (IC), 108-113]; prestazioni QI, 108 [95% CI, 105-111]; QI verbale, 111 [95% CI, 108-114]) e i fratelli non esposti (QI su larga scala, 111 [95% CI, 108 - 113]; QI prestazioni, 107 [95% CI, 105-110]; QI verbale, 111 ; 95% CI, 109-114]).
Inoltre, le differenze tra i gruppi non erano statisticamente significative quando i ricercatori hanno diviso la coorte a seconda dell'età di esposizione: da 0 a 11 mesi (differenza punteggio pieno, 1; 95% CI, -4.1 a 6.1), da 12 a 23 mesi ( 1; 95% CI, -3.4 a 5.4), e da 24 a 36 mesi (-1; 95% CI, -5.8 a 3.8). 
Allo stesso modo, non vi era alcuna differenza significativa anche quando i ricercatori hanno stratificato il gruppo in base alla durata dell’ esposizione: da 0 a 59 minuti di esposizione (differenza punteggio pieno, 2; 95% CI, -4 a 8), da 60 a 119 minuti di esposizione (0; 95% CI, -3.4 a 3.4), e più di 120 minuti di esposizione (-2; (95% CI, -8.2 a 4.2).
Un sottoinsieme dell’analisi ha verificato che i bambini che avevano ricevuto esposizioni successive all’anestesia generale dopo i 36 mesi (18 esposti e 23 fratelli non esposti) non hanno mostrato modifiche rispetto al risultato primario.

Sono state riscontrate differenze statisticamente significative tra fratelli esposti e non esposti in termini di fluidità verbale (differenza, -1; 95% CI, -1.7 a -0.3); comportamenti (Behavior Checklist Bambino; interiorizzazione: differenza, 3.2 [95% CI, 1,1-5,3]; esternalizzare: differenza, 2.1 [95% CI, 0 - 4.2], e problemi totali: differenza, 2.7 [95% CI, 0.6 - 4.7]); e il comportamento adattativo (-3.3; 95% CI, -6.1 a -0.6).
Non ci sono state differenze statisticamente significative tra fratelli nei restanti esiti secondari delle funzioni neurocognitive dominio-specifiche di memoria, apprendimento, velocità di elaborazione, funzione visuo-spaziale, attenzione, linguaggio, funzione esecutiva e altre aree di comportamento adattivo.
Come ha concluso la stessa autrice dello studio: "Le differenze nei punteggi medi di comportamento tra fratelli esposti e non esposti sono diventate statisticamente non significative dopo aggiustamento per il sesso. Tuttavia, anche dopo aggiustamento per il sesso, i bambini più esposti avevano punteggi di comportamento clinicamente anormali rispetto ai fratelli non esposti. Sono necessarie ulteriori analisi visto anche il numero limitato di femmine nelle coppie e prolungando i tempi dell’esposizione.
Sun LS et al. Association Between a Single General Anesthesia Exposure Before Age 36 Months and Neurocognitive Outcomes in Later Childhood. JAMA. 2016 Jun 7;315(21):2312-20. doi: 10.1001/jama.2016.6967.
leggi


SEZIONE DOWNLOAD