Dolore

Anno Mondiale contro il dolore, il 2021 è dedicato alla lombalgia

Sarà dedicato alla lombalgia l'Anno Mondiale contro il Dolore 2021 promosso dall'International Association for the Study of Pain. Questo vuole dire che nel corso dell'anno verranno resi disponibili approfondimenti ed informazioni utili anche sulle terapie ad oggi disponibili. Sarà possibile scaricare questa documentazione anche sul sito dell'AISD, Associazione Italiana per lo Studio del Dolore che supporterà la campagna informativa.

Sarà dedicato alla lombalgia l'Anno Mondiale contro il Dolore 2021 promosso dall’International Association for the Study of Pain. Questo vuole dire che nel corso dell’anno verranno resi disponibili approfondimenti ed informazioni utili anche sulle terapie ad oggi disponibili. Sarà possibile scaricare questa documentazione anche sul sito dell’AISD, Associazione Italiana per lo Studio del Dolore che supporterà la campagna informativa.
Lo scopo dell'Anno Mondiale è aiutare medici, scienziati e la popolazione a comprendere la natura del mal di schiena e l'utilità delle modalità di trattamento disponibili, comprese considerazioni speciali in diverse popolazioni, come i bambini e gli anziani.
Come riportato sul sito della IASP, l'Anno Mondiale mira a fornire risorse utili, pratiche e pertinenti per assistere una comunità mondiale nell'approccio alla prevenzione e al trattamento del mal di schiena.
Gli obiettivi saranno dunque: identificare gli ostacoli, proporre soluzioni per migliorare la prevenzione, la ricerca e il trattamento della lombalgia; riassumere, ricapitolare le modalità più efficaci ed economiche per curare il mal di schiena, in particolare nelle nazioni con risorse limitate; utilizzare strumenti per censire i pazienti con mal di schiena e indirizzarli verso percorsi di cura centrati sulla persona; agevolare ulteriori ricerche, migliorare cure e formazione e assicurare il sostegno necessario per ridurre il peso globale della lombalgia come problema di salute pubblica.
Membri tirocinanti dello IASP (studenti universitari, laureati o ricercatori post-dottorato) sono invitati a presentare proposte per webinar dedicati al mal di schiena; questi durano generalmente un'ora e 45 minuti accompagnati da 15 minuti di domande e risposte dal vivo.
Ad ogni webinar partecipano un massimo di 4 relatori e i webinar che includono relatori di diversi paesi hanno la priorità in linea con gli sforzi della IASP per la collaborazione internazionale.
L’invito è anche a inviare risorse relative alla lombalgia per la pubblicazione sul sito del Web Global Year. Tutte le risorse inviate saranno disponibili gratuitamente e sono soggette all'approvazione della Global Year Task Force e dello IASP.
Come precisa lo IASP, le domande sono benvenute da ricercatori di base, traslazionali e clinici che lavorano in qualsiasi area della ricerca sul dolore, così come quelli che lavorano nella cura clinica. Dodici candidati saranno ammessi al programma durante ogni ciclo di candidatura e potranno risiedere in qualsiasi parte del mondo.
La campagna informativa promossa da IASP è realizzata come sempre in collaborazione con l’European Pain Federation, EFIC e avrà il supporto dei capitoli nazionali, in Italia l'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore.
Suggerimenti ed attività devono essere inviati all’indirizzo mail globalyear@iasp-pain.org. Proposte per iniziative nell'ambito nazionale italiano possono essere inviate a info@aisd.it
Saranno resi disponibili nel corso dell'anno materiali di consultazione e aggiornamento dedicati a ricerca, a trattamento e gestione del dolore lombare. Questi materiali sono destinati a un vasto pubblico, dai ricercatori ai medici e ai pazienti. Saranno schede informative, webinar, infografiche e altro materiale.
La traduzione in italiano di questi materiali sarà a cura dell'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore e resa disponibile in una pagina dedicata del sito.
Gli articoli relativi al tema dell'Anno Mondiale contro il dolore 2021 pubblicati sulle riviste scientifiche PAIN e PAIN Reports saranno di pubblico accesso.
I vari capitoli che si svolgeranno durante l’anno serviranno a focalizzare le conoscenze attualmente su epidemiologia, fisiopatologia e trattamento del mal di schiena, in particolare per quanto riguarda l'offerta di servizi, basati su evidenze scientifiche e prove costo/efficacia, alle persone con disabilità causate dal mal di schiena. 
«Ci auguriamo che questa campagna di sensibilizzazione riunisca la comunità globale di ricercatori, medici, di chi convive con il dolore e il pubblico in generale, per comprendere meglio la natura del dolore lombare e l'utilità delle modalità di trattamento disponibili - ha dichiarato Claudia Sommer, presidente IASP - Speriamo di identificare barriere e soluzioni per migliorare la cura del mal di schiena, dalla prevenzione alla diagnosi, alla gestione, in tutte le fasce di età. In qualità di organizzazione internazionale, speriamo di fornire informazioni che possono essere adattate indipendentemente dalle risorse disponibili e di concentrarci su di un'assistenza personalizzata e centrata sulla persona.»

L'auspicio di IASP e delle società afferenti, è che le informazioni fornite attraverso questa campagna portino a migliori risultati per i pazienti, uno degli obiettivi primari della IASP è infatti quello di lavorare per alleviare il dolore in tutto il mondo. Collaborerà alla campagna internazionale anche la Global Alliance of Pain Patient Advocates (GAPPA).
 

SEZIONE DOWNLOAD