Dolore

Artrite reumatoide, il dolore e gli outcome riportati dai pazienti inclusi nella valutazione della malattia?

Secondo i risultati di uno studio pubblicati su The Journal of Rheumatology, le misure dei risultati riferiti dai pazienti, tra cui dolore, affaticamento e funzione fisica, possono essere incluse nella valutazione dello stato della malattia nell'artrite reumatoide precoce (AR).

Secondo i risultati di uno studio pubblicati su The Journal of Rheumatology, le misure dei risultati riferiti dai pazienti, tra cui dolore, affaticamento e funzione fisica, possono essere incluse nella valutazione dello stato della malattia nell'artrite reumatoide precoce (AR).

Come riportato sul sito di Eupati “gli esiti riferiti dal paziente sono importanti perché forniscono il punto di vista del paziente su una malattia/un trattamento che non può essere rilevato con una misurazione clinica, ma che può essere importante per i pazienti (e la loro aderenza al trattamento) tanto quanto una misurazione clinica”.

“Diversamente dai risultati clinici standard, i PRO forniscono una visione esclusiva su come una terapia può influire sul paziente. Individui con lo stesso stato di salute, diagnosi, o malattia possono avere percezioni differenti su come si sentono e funzionano, poiché la loro capacità di far fronte alle limitazioni e alla disabilità e altri fattori possono modificare la percezione relativa alla soddisfazione con la propria vita. Le valutazioni PRO sono importanti poiché possono portare a una scienza medica maggiormente focalizzata sui benefici reali ottenibili per i pazienti”.

Sebbene l'infiammazione delle articolazioni periferiche sia la manifestazione clinica primaria dell'AR, una vasta gamma di sintomi, tra cui compromissione funzionale e affaticamento, può presentarsi tra i pazienti con questa malattia. Inoltre, tra i pazienti in remissione o con bassa attività di malattia, i sintomi residui possono persistere e avere un effetto significativo sulla qualità della vita.

L'obiettivo del presente studio era di determinare la possibilità di incorporare i risultati riportati dai pazienti, inclusi dolore, affaticamento e funzione fisica, nella valutazione dello stato della malattia nei pazienti con AR precoce, in modo da arrivare a un modello a 3 fattori che include appunta l'aggiunta della percezione del paziente alla valutazione clinica e di laboratorio e che potrebbe fornire la migliore rappresentazione dello stato della malattia nell'artrite reumatoide.

I ricercatori hanno utilizzato scale analogiche visive per misurare il dolore e l'affaticamento; ad ogni visita sono stati registrati il questionario di valutazione della salute (HAQ), la salute globale di medici e pazienti e i punteggi standard di attività della malattia.

La coorte dello studio comprendeva 379 pazienti (età media, 53,9±13 anni; 69% donne) dallo studio Care in Early RA.

Le analisi dei dati hanno indicato che la salute globale del paziente era influenzata da fattori non direttamente correlati all'attività della malattia, inclusi dolore, affaticamento e funzione fisica.
È stata osservata una forte correlazione tra il dolore e la salute globale del paziente (correlazione di Pearson, 0,83). Inoltre, l'affaticamento e l'HAQ erano anche fortemente correlati con la salute globale del paziente (correlazioni di Pearson, rispettivamente 0,65 e 0,59).

Nel complesso, un modello a 3 fattori, che includeva la percezione del paziente, insieme ai dati clinici e alla valutazione di laboratorio, ha fornito la migliore rappresentazione dello stato della malattia.
L'aggiunta dei risultati riportati dai pazienti alle misurazioni standard per valutare l'attività della malattia nei pazienti con AR ha fornito un quadro più completo del carico della malattia.

I ricercatori hanno concluso sottolineando che: "Sulla base dell'analisi a 3 fattori, potrebbe essere presa in considerazione una prospettiva più ampia dell'autovalutazione dei pazienti, inclusi esiti importanti per il paziente come dolore, affaticamento e funzione fisica, preservando la validità della scala esistente".

Pazmino S. et al., Does Including Pain, Fatigue, and Physical Function When Assessing Patients with Early Rheumatoid Arthritis Provide a Comprehensive Picture of Disease Burden? J Rheumatol. 2020 Nov 15;jrheum.200758. doi: 10.3899/jrheum.200758.

leggi

leggi


SEZIONE DOWNLOAD