Dolore

Combinazione dexketoprofene/tramadolo, meno dolore rispetto ai farmaci in monoterapia

La combinazione dexketoprofene/tramadolo rispetto ai suoi singoli farmaci componenti, č pił efficace nel controllare il dolore dopo artroplastica totale dell'anca rispetto alle dosi pił elevate delle singole componenti senza aumento degli effetti avversi. E' quanto mostrato in un articolo pubblicato sul British Journal of Anaesthesia.

La combinazione dexketoprofene/tramadolo rispetto ai suoi singoli farmaci componenti, è più efficace nel controllare il dolore dopo artroplastica totale dell’anca rispetto alle dosi più elevate delle singole componenti senza aumento degli effetti avversi. E’ quanto mostrato in un articolo pubblicato sul British Journal of Anaesthesia.
E’ dimostrato che l'efficacia della combinazione di analgesici è pari alla somma della efficacia delle singole componenti analgesiche. 
Un ruolo fondamentale in queste combinazioni è dato dall’azione di formulazioni rapide di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), perché la velocità di assorbimento e di insorgenza produce una buona analgesia di lunga durata.
Dexketoprofene, la forma chirale attiva del ketoprofene, è efficace nel dolore acuto a basse dosi, ed è anche efficace in un'ampia varietà di condizioni dolorose.
Il tramadolo, invece, è un oppiaceo diffuso di provata efficacia in combinazione con il paracetamolo.

Questi due farmaci hanno meccanismi d'azione completamente diversi per tale motivo è possibile sfruttare l’approccio multimodale, sfruttando l’effetto additivo o sinergico dei due farmaci permettendo di intervenire a livelli diversi sulla via del dolore, producendo un’ analgesia più efficace.
L'obiettivo di questo studio è stato quello di valutare l'efficacia analgesica e la sicurezza della combinazione dexketoprofene / tramadolo 25 mg / 75 mg a dose fissa rispetto al solo dexketoprofene (25 mg) e al solo tramadolo (100 mg) in soggetti con dolore acuto da moderato a grave dopo artroplastica totale d'anca.
Altri studi hanno valutato la reale efficacia e sicurezza della combinazione; ad esempio lo studio di Moore et al. pubblicato nel 2015 che ha considerato pazienti con dolore acuto da moderato a grave in seguito a estrazione del terzo molare.
Due studi clinici di fase III, nell’indicazione di dolore moderato-severo post-intervento chirurgico, sono stati completati nel 2014 in circa 1200 pazienti in circa 80 centri clinici di 14 Paesi sia europei che asiatici.
Gli studi hanno confermato che la combinazione fissa di dexketoprofene e tramadolo è in grado di produrre un livello di analgesia superiore a quella ottenibile con ogni singolo componente ed hanno mostrato un profilo di sicurezza della combinazione analogo a quello già descritto per dexketoprofene e tramadolo quando somministrati come monoterapie.

Questo nuovo studio randomizzato, in doppio cieco, a gruppi paralleli, ha confrontato l’effetto degli analgesici e delle combinazioni in pazienti con dolore di intensità almeno moderata il giorno dopo l'intervento chirurgico, rispetto al placebo.
Il farmaco è stato somministrato per via orale ogni 8 h per un periodo di 5 giorni. Durante il periodo di trattamento, al bisogno, era disponibile il metamizolo 500 mg. 
La valutazione dell'efficacia è stata basata sulla valutazione dell’ intensità del dolore dei pazienti e del sollievo dal dolore. 
L'end point primario era la media della somma delle differenze di intensità del dolore nelle prime 8 ore (spid8).
Complessivamente, sono stati analizzati 641 pazienti, età media 62 (range 29-80) anni.
I risultati hanno mostrato i seguenti valori medi (sd) di spid8: 247 (157) per dexketoprofene / tramadolo, 209 (155) per dexketoprofene, 205 (146) per il tramadolo, e 151 (159) per il placebo.
 L'analisi primaria ha confermato la superiorità della combinazione rispetto al dexketoprofene 25 mg (p=0,019; 95% intervallo di confidenza 6,4-73) e tramadolo 100 mg (p=0.012; 95% intervallo di confidenza al 9,5-76). 
I singoli analgesici sono risultati superiori al placebo (p <0.05), confermando la sensibilità del modello. 
La maggior parte delle analisi secondarie hanno sostenuto la superiorità della combinazione. L'incidenza di reazioni avverse al farmaco è stata bassa e simile tra i gruppi di trattamento attivo.
In conclusione, i risultati di efficacia hanno confermato la superiorità di dexketoprofene/tramadolo rispetto ai suoi singoli componenti, anche considerando dosi più elevate di tramadolo con un profilo di sicurezza del tutto in linea con quella precedentemente conosciuto per questi agenti in monoterapia.
Emilia Vaccaro


Moore RA et al. Dexketoprofen/tramadol: randomised double-blind trial and confirmation of empirical theory of combination analgesics in acute pain. J Headache Pain. 2015;16:541. doi: 10.1186/s10194-015-0541-5.

leggi
Moore RA et al. Randomized clinical trial of dexketoprofen/tramadol 25 mg/75 mg in moderate-to-severe pain after total hip arthroplasty.Br J Anesth, 116 (2): 296-76; 2016; doi: 10.1093/bja/aev457.

leggi

SEZIONE DOWNLOAD