Dolore

Controllo del dolore post chirurgia pelvica ricostruttiva, efficacia e sicurezza dell'approccio multimodale

E' possibile controllare il dolore post operatorio dopo chirurgia pelvica ricostruttiva diminuendo il consumo di oppioidi? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista American Journal of Obstetrics and Gynecology, un regime multimodale a base di antinfiammatori non steroidei, paracetamolo e altre molecole controlla il dolore post  chirurgia diminuendo l'uso di narcotici nel postoperatorio e fornendo un equivalente controllo del dolore.

E’ possibile controllare il dolore post operatorio dopo chirurgia pelvica ricostruttiva diminuendo il consumo di oppioidi? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista American Journal of Obstetrics and Gynecology, un regime multimodale a base di antinfiammatori non steroidei, paracetamolo e altre molecole controlla il dolore post  chirurgia diminuendo l’uso di narcotici nel postoperatorio e fornendo un equivalente controllo del dolore.

Il controllo del dolore post-operatorio è cruciale per qualsiasi piano di recupero di successo; molti regimi attualmente utilizzano narcotici.
L'obiettivo di questo studio è stato quello di valutare l'efficacia di un regime multi-modale contro il dolore dopo chirurgia pelvica ricostruttiva.
Lo studio è stato progettato in modo che l’outcome principale del risultato fosse l’utilizzo di narcotici mentre come risultati secondari gli autori hanno inserito dolore, nausea e costipazione.
Sono stati randomizzati 60 pazienti a una terapia postoperatoria definita come "cure consuete" o ad un regime multimodale contro il dolore. La cure usuali non comprendevano farmaci preoperatori specifici o intraoperatori, e narcotici post-operatori con ibuprofene.
I regimi multimodali  includevano celecoxib preoperatorio e postoperatorio, gabapentin, paracetamolo intraoperatorio ed endovenosa e ibuprofene per via endovenosa e orale con narcotici PRN.
Tutti i narcotici sono stati convertiti in mg equivalenti di morfina orale per la standardizzazione secondo le linee guida del “Center for disease control” in cui i fattori di conversione per idrocodone orale = 1, ossicodone orale = 1,5 e idromorfone orale = 4.
I pazienti dovevano rispondere a un breve sondaggio sul dolore, validato preoperativamente (basale), nel post-operatorio al giorno uno e 1 settimana dall’intervento.

Dopo 1 settimana è stata anche valutata la funzione intestinale e l'uso di stupefacenti.
I risultati hanno mostrato che sono stati randomizzati al solito braccio di cura un totale di 70 pazienti e 68 al braccio del regime multimodale.
I pazienti nel braccio del regime multimodale utilizzavano significativamente meno narcotici endovenosi nella sala operatoria (90,7 ± 39,1 mg vs. 104,6 ± 33,5 mg, p=0,026) rispetto alla degenza in ospedale (10,8 ± 15,1 mg contro 31,2 ± 29,6 mg, p <0,001) e avevano maggiori probabilità di usare zero narcotici orali dopo il ritorno a casa (34,8% dei pazienti vs 10,6%, p=0,001).
Tra i pazienti che avevano usato i narcotici orali dopo il rientro a casa, non c'era differenza di quantità utilizzata tra i gruppi (121,3 ± 103,7 mg nel braccio del regime multimodale rispetto a 153,0 ± 113,8 mg nella solita cura; p=0,139).
L'utilizzo totale di stupefacenti (sala operatoria + ospedale + casa) era significativamente inferiore nel braccio del regime multimodale dello studio (195,5 ± 147,2 mg  vs 304,0 ± 162,1 mg; p <0.001).

Non sono state evidenziate  differenze significative nei punteggi di dolore tra i due bracci dello studio su un punto temporale postoperatorio. Non c'erano significative differenze nell'uso antiemetico durante l'ospedale, consistenza del primo movimento intestinale,  lunghezza del soggiorno o numero di ricorsi alle infermiere nelle prime tre settimane post-operatorie.
In conclusione, è stato evidenziato che un regime multimodale del controllo del dolore post  chirurgia ricostruttiva pelvica diminuisce il ricorso agli oppioidi nel postoperatoria, fornendo un equivalente controllo del dolore.
Reagan KM et al. Decreasing Post-operative Narcotics in Reconstructive Pelvic Surgery; A Randomized Controlled Trial. Am J Obstet Gynecol. 2017 May 24. pii: S0002-9378(17)30658-0. doi: 10.1016/j.ajog.2017.05.041.

leggi


SEZIONE DOWNLOAD