Covid-19, i pazienti con dolore cronico non sono soli. Sul sito dell'AISD come consultare gli esperti

Dolore

In questo momento di pandemia da Covid 19, in cui l'accesso agli ambulatori, sia pubblici che privati, è sottoposto a una severa regolamentazione e quindi si può avere difficoltà nel raggiungere i terapisti del dolore nei rispettivi ambulatori, l'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore mette a disposizione nel proprio sito un'area dedicata a richieste di consulenza per qualunque paziente abbia bisogno di un consiglio, di un suggerimento, di un parere in questo periodo così difficile.

In questo momento di pandemia da Covid 19, in cui l'accesso agli ambulatori, sia pubblici che privati, è sottoposto a una severa regolamentazione e quindi si può avere difficoltà nel raggiungere i terapisti del dolore nei rispettivi ambulatori, l'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore mette a disposizione nel proprio sito un'area dedicata a richieste di consulenza per qual'unque paziente abbia bisogno di un consiglio, di un suggerimento, di un parere in questo periodo così difficile.

E’ il presidente dell'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore (AISD), il prof. Stefano Coaccioli, a rivolgersi direttamente ai pazienti che presentano manifestazioni dolorose acute e croniche di ogni tipo, degenerativo, infiammatorio disfunzionale, neuropatico, oncologico, per aiutarli in questo momento di particolare difficoltà a causa della pandemia da Covid 19, dove l'accesso agli ambulatori, sia pubblici che privati, è sottoposto a una severa regolamentazione e quindi si può avere difficoltà nel raggiungere i terapisti del dolore nei rispettivi ambulatori.

“Invito i pazienti con dolore a contattare per via telematica o per telefono i propri professionisti di riferimento, perché non si sentano esclusi dalla comunicazione e dal supporto con cui i nostri colleghi terapisti del dolore in tutta Italia seguono sempre costantemente i loro pazienti, quindi dobbiamo fare uno sforzo comune tutti, pazienti, medici, operatori sanitari in generale per non lasciare soli i pazienti con dolore” evidenzia Coaccioli.

L'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore ha messo a disposizione nel proprio sito un'area dedicata a richieste di consulenza per qualunque paziente abbia bisogno di un consiglio di un suggerimento, di un parere, in questo periodo così difficile.

Basta andare su questa pagina e compilare il modulo per la richiesta:

“Nel raccomandare a tutti di osservare le direttive della Presidenza del Consiglio dei Ministri, così come del Ministero della Salute, della Organizzazione Italiana di Protezione Civile a seguire quelle indicazioni che sono state comunicate e pubblicate nei giorni scorsi, ricordate e ribadite tutti i giorni, l'invito è a seguire queste indicazioni per poter superare il prima possibile questo periodo critico, così difficile, pieno di preoccupazioni per tutti” conclude Coaccioli.

SEZIONE DOWNLOAD