Dolore

Cure palliative, importante supporto nell'anziano gravemente ammalato

Quale importanza rivestono le cure palliative negli anziani affetti da malattie gravi? E' la domanda che si sono posti un gruppo di ricercatori in un articolo pubblicato sulla rivista Journal of the American Geriatrics Society. Lo studio ha evidenziato che le cure palliative sono un supporto fondamentale per rendere la vita pił facile a questi soggetti molto fragili.

Quale importanza rivestono le cure palliative negli anziani affetti da malattie gravi? E’ la domanda che si sono posti un gruppo di ricercatori in un articolo pubblicato sulla rivista Journal of the American Geriatrics Society. Lo studio ha evidenziato che le cure palliative sono un supporto fondamentale per rendere la vita più facile a questi soggetti molto fragili.
Cosa intendiamo per cure palliative?
Gli autori nel lavoro le definiscono come un insieme di accorgimenti e trattamenti, come ad esempio la somministrazione di alcuni farmaci, il supporto nutrizionale, o un massaggio, che aiutano le persone in una fase terminale della loro vita, a sentirsi meglio. 
Le cure palliative possono aiutare ad alleviare dolore, insonnia, mancanza di respiro, nausea e perdita di appetito. Altre forme incluse in questa “cura”, come la consulenza, possono anche aiutare gli anziani e le loro famiglie a far fronte alle sfide emotive, sociali e spirituali che possono sorgere durante una grave malattia.
Un team di ricercatori ha deciso di esaminare se le cure palliative possono rendere la vita più facile agli adulti più anziani con malattie gravi che vivono in case di cura, in particolare mentre si avvicinavano alla fine della loro vita.
Il team ha studiato il collegamento tra il trattamento e le cure palliative in pazienti gravemente ammalati e residenti presso case di cura, la loro necessità di servizi di emergenza o ricoveri ospedalieri.
Sono stati identificati e studiati i pazienti che avevano ricevuto cure palliative nel corso dei sei mesi prima del loro decesso. Per fare ciò, sono stati utilizzati dati sanitari e dati provenienti da valutazioni dei residenti in case di cura e dati forniti dalle visite per cure palliative dal 2006 al 2010. 
I ricercatori hanno considerato anche i seguenti paramentri: data di nascita, sesso, problemi di salute e primo utilizzo delle cure palliative. 
Sono stati analizzati anche gli eventuali accessi al pronto soccorso nei 30 o 60 giorni prima del decesso, e se i residenti erano stati ricoverati in ospedale nei sette, 30, o 60 giorni prima della morte.
L’analisi dei dati ha mostrato che i pazienti residenti della casa di cura che avevano avuto un trattamento di cure palliative avevano sperimentato tassi più bassi di ospedalizzazione rispetto ai soggetti che non avevano ricevuto il trattamento delle cure palliative.
I pazienti con consultazioni iniziali tra gli 8 e i 30 giorni prima della morte, il tasso di ospedalizzazione rettificato negli ultimi 7 giorni di vita era dell'11,1% ( intervallo di confidenza al 95% (CI)=9,8-12,4%), contro il 22,0% (95% CI=20,6 -23,4%) dei controlli, anche se nei soggetti con consultazioni iniziali tra 61 a 180 giorni prima del decesso, i tassi erano del 6,9% (95% CI=5,5-8,4%), contro il 22,9% (95% CI=20,5-25,4%).
E’ stato anche evidenziato che i tassi di ospedalizzazione erano ancora più bassi per i residenti che avevano avuto consultazioni palliative precoci durante la loro malattia rispetto a chi era ricorso a questo supporto a malattia avanzata.
Secondo i ricercatori, il supporto fornito dalle cure palliative ha migliorato il trattamento end-of-life nella casa di cura, riducendo il ricorso al pronto soccorso e i ricoveri ospedalieri.

Gli autori nel lavoro sottolineano che le cure palliative non sono sinonimo di hospice. Anche se entrambi forniscono servizi per alleviare la malattia, l’hospice è in genere riservato alle persone che ricevono una diagnosi che conduce al decesso entro sei mesi. 
I trattamenti di cure palliative, d'altra parte, possono iniziare nello stesso tempo in cui un medico diagnostica una malattia grave e possono essere fornite mentre il paziente è in trattamento per la malattia.
Miller SC. Et al. Palliative Care Consultations in Nursing Homes and Reductions in Acute Care Use and Potentially Burdensome End-of-Life Transitions. J Am Geriatr Soc. 2016 Nov;64(11):2280-2287. doi: 10.1111/jgs.14469. Epub 2016 Sep 19.
leggi


SEZIONE DOWNLOAD