Dolore

Diagnosi e trattamento del dolore osteoarticolare al centro della V edizione del congresso ASON

Osteoporosi, Dolore, Terapia infiltrativa e Condroprotezione, queste le tre sessioni in cui è stato quest’anno diviso il congresso nazionale ASON (Associazione specialisti osteoarticolari nazionali) conclusosi ieri a Napoli e giunto alla sua 5a edizione. Il congresso è rivolto alle figure professionali del Medico Chirurgo specializzato in: Medicina dello sport, Medicina fisica e riabilitazione, Ortopedia e Traumatologia, Reumatologia.
L’appuntamento biennale ASON è un vero e proprio aggiornamento pratico, realmente utile per le professioni a cui è rivolto. Gli argomenti, per ciascuna sessione, sono stati scelti in base alle segnalazioni fatte proprio dagli associati.
ASON è una associazione di specialisti ortopedici, fisiatri e reumatologi operanti sul territorio. Costituitasi nel giugno 2005 a Napoli  come associazione locale di specialisti ortopedici, dal 2009 assunse l'attuale struttura di associazione nazionale di tutti gli specialisti  osteoarticolari, riunendo aree solitamente distinte se non contrapposte, che per la prima volta cominciavano a realizzare un percorso comune.
Oltre alle tre sessioni che hanno caratterizzato le prime due giornate, l’ultima sessione è stata, invece, dedicata a dimostrazioni pratiche ed esercitazioni sulla “prolo e neuroproloterapia”, che ha suscitato notevoli consensi e interesse anche nel Workshop di Firenze dell’ottobre 2014, e sulla “ecografia dei nervi periferici”.
Come ha dichiarato a pharmastar il dr. Giuseppe Santè, da ieri past-president ASON: «Questa edizione è stata incentrata sulle grosse tematiche dell’ASON e cioè sul dolore, sull’osteoporosi e sull’infiammazione in genere e sulle infiltrazioni. Abbiamo dato particolare rilievo a delle nuove tecniche che possono essere utili nel nostro lavoro ambulatoriale quale la proloterapia e la neuroproloterapia, anche con delle esercitazioni pratiche su delle particolari metodiche ecografiche».
Le sessioni orali sono state intervallate da workshop e lavori di gruppo (organizzati da esperti della comunicazione) in cui ogni partecipante poteva esprimere il suo parere secondo la propria esperienza.
Per ciascuna sessione si è tenuta inoltre una lezione magistrale da un esperto internazionale in quel settore. A tal proposito il dr. Santè ha precisato: «La caratteristiche di questa edizione è stata quella di cercare anche le fonti scientifiche del sapere medico invitando dei grossi nomi internazionali delle tre tematiche di cui abbiamo parlato in modo che ci fosse direttamente la possibilità per i nostri associati di ascoltare le novità nei rispettivi campi».
Durante il congresso il dr. Santè ha presentato una nuova metodica ambulatoriale per le infiltrazioni ecoguidate di anca. Questa metodica, come ha tenuta a precisare il dr. Santè, è stata ideata dal dr. Antonio Bernardo, scomparso nel 2015. E’ una metodica di particolare semplicità nell’effettuare le infiltrazioni intra-articolari ecoassistite di anca. Si usa l’acido ialuronico e la particolarità è che può essere praticata con sistemi di particolare semplicità anche a livello ambulatoriale».
Il dr. Santè ha evidenziato: «Tale metodica è stata provata su 230 infiltrazioni, 140 pazienti. Oggi ho presentato i risultati che si sono basati sulla valutazione del dolore, sui punteggi ottenuti con le scale classiche quali la VAS, NRS ma anche su scale particolari che si basano sulla qualità della vita. Abbiamo evidenziato dei vantaggi concreti nel rallentare i processi artrosici. Non stiamo parlando di una alternativa all’intervento chirurgico ma ci sono anche pazienti che per particolari condizioni non possono o non vogliono sottoporsi all’intervento oppure pazienti troppo giovani per l’intervento e nei quali si cerca di rallentare il processo artrosico»
Si è parlato di osteopenia e come rallentare il suo avanzamento, di osteoporosi severa e trattamenti adeguati per gestirla, di artrosi e viscosupplementazione ma anche di riabilitazione post trattamento con casi pratici illustrati dal dr. Salvatore Denaro consigliere ASON e direttore UOC di riabilitazione dell’ASP di Siracusa.
E’ stata anche presentata un’altra proposta ASON riguardante un PDTA sul dolore. A tale proposito il dr. Sergio Gigliotti presidente neo eletto ASON ha dichiarato: «il percorso diagnostico terapeutico assistenziale del paziente con dolore è necessario per un corretto inquadramento del paziente e per avere anche dei risparmi della spesa sanitaria. ASON ha quindi creato una sorta di triage territoriale sulla base del tipo e dell’intensità e della durata del dolore. Questo in modo che attraverso uno scambio continuo di informazioni tra gli specialisti territoriali e i medici di medicina generale il paziente possa essere trattato sul territorio evitando il ricorso a ricoveri inutili e inviando ai centri di terapia del dolore solo i casi più complessi».
Il dr. Sergio Gigliotti è stato appunto eletto nuovo presidente ASON per il prossimo biennio 2016-2017durante le votazioni che si sono svolte proprio durante il congresso.
In conclusione, il congresso ASON è stato un momento di riflessione sull’avanzamento delle conoscenze in tema di osteoporosi, dolore osteoarticolare dalla diagnosi al trattamento alla riabilitazione sia con esempi pratici che con dati clinici e bibliografici nazionali e internazionali.

Emilia Vaccaro

SEZIONE DOWNLOAD